Pacific Drive, riuscirete a sopravvivere con la vostra station wagon anni ‘80?

Scopriamo Pacific Drive, il "roguelite on the road" mostrato nello State of Play di settembre 2022 nel quale dovrete sopravvivere con una station wagon anni '80.

SPECIALE di Multiplayer.it   —   18/09/2022
22

Ci sono giochi che ti aspetti da uno State of Play, e poi c'è Pacific Drive. Gli sviluppatori di Ironwood Studios lo definiscono un roguelite on the road, da qui il termine "road-like", ed è un intrigante mix tra S.T.A.L.K.E.R. e un simulatore di guida anni '80.

Il team sta "lavorando a stretto contatto con PlayStation" per fare uscire Pacific Drive su PS5 l'anno prossimo, ma possiamo già confermarvi che non si tratta di un'esclusiva: ci sarà anche una versione per PC che verrà pubblicata più o meno nello stesso periodo di quella per console.

Scopriamo Pacific Drive e il suo curioso mix di generi in questo speciale.

A cura di Riccardo Lichene.

L’analisi del trailer

In Pacific Drive saremo sempre a bordo di un'auto
In Pacific Drive saremo sempre a bordo di un'auto

L'atmosfera è chiara fin da subito: il mondo in cui ci ritroveremo è in rovina. Le case abbandonate e le macchine ricoperte di vegetazione ci dicono che da tempo la società è collassata e noi vestiremo i panni di uno degli ultimi sopravvissuti. Vediamo una stazione di servizio trasformata in una base sicura che gli sviluppatori hanno detto essere "il nostro hub dove potenziare l'equipaggiamento".

Subito dopo viene introdotta la co-protagonista del gioco: una station wagon anni '80 (quelle con gli inserti di legno lungo le fiancate) piena zeppa di strumenti insoliti, tra cui una specie di radar orizzontale. La linea che lo anima diventa prima arancione e poi rossa con picchi sempre più frequenti: sta succedendo qualcosa e la visuale passa in prima persona.

Qui iniziamo ad avere un assaggio del gameplay vero e proprio. Non sappiamo se sarà un open world o un gioco generato in modo procedurale, sappiamo solo che dovremo allenare le nostre capacità di guida. Qualunque cosa abbia portato in ginocchio il mondo di Pacific Drive, ora vuole eliminare anche noi. Ci sono colonne di terra che emergono dal terreno, lame rotanti che vogliono tagliarci la strada e strane creature che generano dei fulmini. Tante cose cercheranno di ucciderci e, come suggerisce la fine del trailer, a volte ci riusciranno. Vediamo anche il protagonista uscire dalla macchina nel pieno di una di queste anomalie: forse l'obiettivo di queste avventure al volante è recuperare risorse da riportare alla base nel nostro capiente bagagliaio.

Pacific Drive deve parte del suo nome alla sua ambientazione, il "Pacific North Est" ovvero il nord est degli Stati Uniti in cui si trovano l'Oregon e lo Stato di Washington. Si vedono grandi foreste di conifere e piogge torrenziali, una caratteristica molto comune dell'area. Tra le colline piene di verde si staglia un'anomalia arancione, presumibilmente la causa del cataclisma che ha colpito l'umanità. Sappiamo una cosa: l'obiettivo del giocatore è farsi strada nel cuore della Zona di Esclusione Olimpica e svelare il mistero dietro ai fenomeni che hanno devastato la Zona.

Una parte della mappa di Pacific Drive
Una parte della mappa di Pacific Drive

Il vostro rapporto con l'automobile sarà fondamentale perché quelle quattro ruote sono l'unica cosa che vi separerà dai pericoli della Zona di Esclusione. Per qualche istante vediamo quello che sembra uno degli equipaggiamenti più avanzati della macchina: ci sono fusibili e quelle che sembrano piccole bobine di Tesla per contrastare o catturare le tempeste elettriche che si vedono poco dopo.

Cosa dicono gli sviluppatori

L'ambientazione oscura di Pacific Drive
L'ambientazione oscura di Pacific Drive

Alex Dracott, fondatore e direttore creativo di Ironwood Studios, ha raccontato cosa ha ispirato la creazione di Pacific Drive. "Amiamo le storie di fantascienza strane e le avventure di viaggio on the road. Siamo anche sempre stati incuriositi dai mondi oscuri e misteriosi come quelli dei giochi alla S.T.A.L.K.E.R. o dei libri come Annientamento. In Pacific Drive, siamo stati in grado di unire queste passioni creando un'avventura che vi porterà nel cuore del Pacifico nord-occidentale a bordo di una vecchia station wagon".

"Quest'auto, nel tempo, si trasformerà nella vostra migliore amica e l'abbiamo immaginata per diventare la macchina sci-fi anni '80 dei vostri sogni. Il team di Ironwood ha lavorato con passione per trasformare quell'idea in realtà. Dopo tre anni di lavoro, non potremmo essere più entusiasti di condividere Pacific Drive e siamo entusiasti di lavorare con PlayStation per farlo".

Promette bene

L'immagine di copertina di Pacific Drive
L'immagine di copertina di Pacific Drive

Il concept unico e l'ambientazione insolita sono senza dubbio i punti di forza di Pacific Drive, un'esperienza che è riuscita a intrigare parecchio durante lo State of Play di settembre 2022. Vista la progressione dell'equipaggiamento possiamo ipotizzare che si tratti di un rogue lite, in cui tra una partita e l'altra si conservano alcuni progressi. I misteri della Zona di Esclusione Olimpica e tutti i pericoli che nasconde sembrano un incentivo sufficiente a imbarcarsi in questa avventura, solo in fase di recensione potremo valutarne la longevità.

L'ibrido tra driving sim e roguelike intriga quasi quanto i misteri della Zona di Esclusione Olimpica. L'ambientazione nei boschi dell'Oregon di Pacific Drive è insolita e speriamo sia ben sfruttata. Resta ancora da capire come verrà gestito l'elemento rogue e quanto sarà longevo il gioco.

CERTEZZE

  • Concept unico e interessante
  • Atmosfera da thriller sci-fi
  • Fisica di guida promettente
DUBBI
  • Non sappiamo se l'elemento rogue sarà open world o procedurale
  • Per ora abbiamo visto pochi scenari o nemici, rischia di essere ripetitivo