9

TCL: la tecnologia Mini LED al servizio del gaming ed un futuro all'insegna dei Micro LED

In occasione dell'evento Time to Go Big di TCL abbiamo avuto la possibilità di intervistare Stefan Streit, General Manager Global Marketing dell'azienda.

TCL: la tecnologia Mini LED al servizio del gaming ed un futuro all'insegna dei Micro LED
SPECIALE di Riccardo Arioli Ruelli   —   13/05/2024

L'evento Time to Go Big organizzato da TCL in quel di Milano è stata l'occasione per dare un primo sguardo alla nuova lineup di prodotti della casa cinese e in particolare ai nuovi TV che fanno della tecnologia QD-Mini LED un vero e proprio punto di forza, offrendo caratteristiche tecniche in grado di soddisfare i videogiocatori più esigenti.
Recentemente l'azienda di Huizhou ha moltiplicato l'impegno nel segmento del gaming, presentando una linea di monitor dedicati e dando il via ad una serie di collaborazioni nel mondo degli eSport. Abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Stefan Streit, General Manager Global Marketing dell'azienda, parlando dell'attuale proposta di TCL e sul futuro all'insegna dei videogiochi.

Il futuro di TCL, tra Mini LED e Micro LED

Il TCL C85 da 64 pollici
Il TCL C85 da 64 pollici

Negli ultimi anni TCL ha spesso anticipato i grandi attori del mercato TV, presentando lineup che hanno fatto leva su specifiche all'avanguardia e in certi casi aprendo la strada alla grande distribuzione di nuove tecnologie.
Un esempio concreto sono i display Mini LED, introdotti da qualche anno nella gamma e ora diventati il vero punto di forza della proposta dell'azienda: "Ci stiamo concentrando molto sulla tecnologia Mini LED. Crediamo che questa tecnologia abbia un grande potenziale di crescita per il futuro. Siamo i leader e i pionieri del Mini LED, tanto che abbiamo già introdotto l'evoluzione successiva, ovvero i QD-Mini LED" ha confermato lo stesso Stefan Streit, aprendo così la nostra intervista.
Le ragioni di questa scelta non riguardano solo l'aspetto qualitativo, ma toccano anche il tasto della produttività: "Questa tipologia di display ha una longevità maggiore rispetto ai tradizionali OLED. In particolare poi, dal punto di vista produttivo, specialmente sulle diagonali più estese, è più efficiente degli OLED" ha continuato il General Manager.

Il TCL 115X955 Max da 115 pollici
Il TCL 115X955 Max da 115 pollici

Non è un caso che il protagonista assoluto dell'evento Time to Go Big sia stato il nuovo TCL 115X955 Max, un vero gigante con diagonale da 115 pollici che porta in dote un display 4K QD-Mini LED con oltre 20.000 zone, refresh rate fino a 144 Hz e un picco di luminosità che arriva a ben 5000 nit, il tutto al prezzo altrettanto clamoroso di 23.999€.
Stando alle parole di Streit, su questo versante TCL ha le idee abbastanza chiare anche per il futuro e il prossimo passo sarà quello di mettere la tecnologia Micro LED a disposizione del grande pubblico: "Il futuro è rivolto ai Micro LED, che stanno arrivando: abbiamo mostrato il primo prodotto al CES, un 163 pollici che è molto, molto grande. Ma vedrete che anche nella tecnologia Mini LED ci saranno sempre più innovazioni. Si tratta di prodotti ad altissimo contrasto, colori brillanti e ad alta luminosità" ha concluso Streit.

Un impegno crescente nel segmento gaming

Una vista frontale del monitor da gaming TCL presentato al CES 2024
Una vista frontale del monitor da gaming TCL presentato al CES 2024

La nuova gamma 2024 di TV targati TCL mostra un'attenzione particolare nei confronti dei videogiocatori, con il supporto a HDMI 2.1, ALLM, Freesync Premium Pro e a soluzioni specifiche come il Game Master Pro 3.0 e la TCL Game Bar, funzionalità appositamente pensante il gaming.
Nel corso del CES 2024, TCL ha presentato i primi monitor da gaming, affacciandosi così in maniera più decisa su questo segmento: "Abbiamo già alcuni televisori ideali per i videogiocatori, soprattutto per quegli utenti che vogliono una soluzione valida per guardare i contenuti di Netflix, Amazon e nello stesso tempo amano giocare con le proprie console preferite. Ma quelli che abbiamo presentato al CES, e che abbiamo già iniziato a spedire in Europa, sono veri e propri monitor da gaming. Anche questi utilizzano la tecnologia QD-Mini LED e un'elevata frequenza di aggiornamento e tutti questi aspetti sono importanti per i giocatori" ha dichiarato Stefan Streit, continuando poi a descrivere l'impegno dell'azienda in questo senso: "La lineup è in continua evoluzione e puntiamo sulla tecnologia Mini LED anche per questo segmento. Cerchiamo di capire dove è necessario avere un prodotto forte per i veri giocatori, non necessariamente professionisti, ma comunque hardcore gamer".

Dettaglio del monitor da gaming TCL
Dettaglio del monitor da gaming TCL

Recentemente l'azienda cinese ha poi avviato una serie di collaborazioni volte a rafforzare la posizione del brand nel mondo dei videogiochi, come ha confermato lo stesso dirigente: "Abbiamo stretto una collaborazione con un team di e-gaming in Cina. Poi collaboriamo in Francia con Gentle Mates, team guidato da Squeezie, il famoso YouTuber. Stiamo collaborando con questi team perché abbiamo bisogno di costruire un brand nella community dei videogiochi. Al momento non siamo molto famosi, ma è tutto da vedere! Per noi questo è un mercato molto importante per crescere ancora".

Cloud gaming e servizi

Con i nuovi monitor dedicati TCL entra definitivamente nel mondo del gaming
Con i nuovi monitor dedicati TCL entra definitivamente nel mondo del gaming

Non potevamo concludere la nostra chiacchierata senza fare un'incursione sul versante del Cloud Gaming e dei servizi dedicati come il Game Pass, sempre più al centro dell'offerta di molti produttori.
Al momento TCL sembra concentrata sulla componente hardware, ma non esclude collaborazioni future: "Al momento ci stiamo concentrando molto sulla parte hardware. Questo è il nostro punto di forza. Siamo attenti al cloud ma per ora stiamo puntando a un'integrazione ottimizzata dei servizi nei nostri prodotti" ha detto Streit. Il manager ha poi continuato: "La nostra filosofia è quindi quella di rendere molto semplice per il consumatore l'acquisto e l'utilizzo del prodotto, perché tutto sia disponibile in un'unica soluzione. Non c'è bisogno di fare download o altro, quindi sì, ci potrebbero essere opportunità di partnership con altri servizi dedicati al gaming. Ad esempio, negli Stati Uniti abbiamo stretto una partnership con Call of Duty".

I nuovi TCL RayNeo Air 2 XR per la realtà 'estesa'
I nuovi TCL RayNeo Air 2 XR per la realtà "estesa"

Insomma, TCL sta muovendo i primi passi nel segmento del gaming e lo fa con un'offerta di televisori già pronta a soddisfare le esigenze dei videogiocatori e con una gamma di monitor dedicati in arrivo, che punta a rafforzare la presenza dell'azienda nelle postazioni desktop dei videogiocatori. Dopo aver salutato e ringraziato il General Manager Global Marketing di TCL, abbiamo avuto la possibilità di provare i nuovi RayNeo Air 2 XR, occhiali per la realtà "estesa" che, almeno nel concept, potrebbero diventare i compagni ideali dei PC handheld e delle console portatili come Nintendo Switch.