Trials Fusion PS4, trucchi e consigli per iniziare a giocare 0

Trials Fusion su PS4 offre moto e acrobazie spettacolari, con la nostra guida vi forniamo preziosi consigli per iniziare a giocare

SPECIALE di Simone Pettine   —   29/06/2018

Trials Fusion per tanti giocatori ha rappresentato il punto più alto di una serie molto particolare ma estremamente valida: un mix a tratti geniale tra il gioco di corse e il platform; realizzato da RedLynx e pubblicato da Ubisoft, per la prima volta anche su PlayStation 4, il titolo è attualmente disponibile tra i giochi gratuiti del PlayStation Plus di Giugno 2018. Non è mai troppo tardi per scoprire segreti e caratteristiche particolari di un gioco divertente, e Trials Fusion non fa certo eccezione: in attesa che prima o poi venga annunciato un seguito, vogliamo proporvi i nostri consigli e suggerimenti per godervi al meglio l'avventura, in una pratica guida.

Trials Fusion, al pari di altri titoli del PlayStation Plus di Giugno, presenta meccaniche chiaramente arcade, che vanno adeguatamente padroneggiate per ottenere risultati decenti nei tanti ed elaborati circuiti di gioco proposti: ottenere tutte le medaglie e battere i tempi migliori sarà davvero un'impresa titanica, e richiederà il possesso contemporaneo di pazienza, nervi saldi e una buona dose di riflessi. Per non finire sempre fuori dal tracciato o incombere nell'ennesimo salto difficile, un primo buon consiglio è quello di effettuare dei salti il più possibile contenuti: non è una regola universale ovviamente, ma vi tornerà utile nella maggior parte dei tracciati di Trials Fusion. Le meccanica trial and error la farà da padrone nella maggior parte dei casi, perché ogni circuito è a sé stante, ma in generale tornare con le ruote al suolo il prima possibile garantisce un miglior controllo, e una maggiore stabilità.

Sempre restando a tema stabilità e controllo: d'accordo, Trials Fusion è tutto incentrato sul mettersi in sella e restarci il più a lungo possibile: la tentazione di premere sull'acceleratore, soprattutto con la sua buona dose di meccaniche arcade, potrebbe essere forte. E invece no, non è il caso di andare veloci: è bene al contrario imparare a rallentare il più possibile, perché la chiave di lettura del titolo è la strategia e il calcolo della distanza. Nei circuiti più complessi, ricchi di rampe, dossi e molto altro, rallentare non è soltanto consigliabile, ma una vera e propria necessità per non finire costantemente a terra e dover ricominciare tutto da capo.

La differenza tra una medaglia d'oro ed una di bronzo in Trials Fusion è tutta in una manciata di secondi, a volte appena qualche decimo: una sola curva imboccata male o con un'angolazione buona ma non ottima può portare a dover ricominciare il circuito dall'inizio. Per evitare tutto ciò, dovete imparare a sfruttare a vostro vantaggio l'equilibrio della motocicletta, a impostarlo nel modo migliore dopo ogni salto, curva o assestamento generico. Per esempio, un momento molto delicato è quello in cui, dopo aver disceso una collina o una rampa, ci ritroviamo ad accelerare: il movimento della moto va gentilmente accompagnato, e questo lo capirete soprattutto facendo pratica.

C'è ancora tempo per un paio di consigli utili sia ai veterani che ai nuovi arrivati: sembra una considerazione scontata, ma non lo è, quando vi diciamo di imparare a conoscere la vostra moto. Magari un approccio più disinteressato vi permetterà comunque di completare il gioco e ottenere anche tutte le medaglie di bronzo e qualche argento: ma se puntate ad eccellere in Trials Fusion, allora conoscere la vostra compagna in ogni suo movimento, in ogni tipo di reazione all'ambiente e ai circuiti è fondamentale. Così come è fondamentale sapere quando prendersi una pausa, soprattutto durante una competizione o una sfida particolarmente ostica: continuare a fallire ripetutamente un circuito porta solo a deconcentrarsi, meglio lasciare un momento il pad e tornare dopo una ventina di minuti: vedrete che i risultati saranno migliori.