Xbox Serie X, dashboard e sistema operativo: il primo impatto

Ci piace tutto o quasi tutto della next-gen targata Microsoft, ma la dashboard attuale andrebbe organizzata molto meglio. Ecco cosa ci aspetta il futuro

SPECIALE di Francesco Serino —   15/10/2020
15

Abbiamo sempre amato le dashboard di Xbox, fin dalla prima davvero multimediale pensata per Xbox 360 e costruita attorno alle cosiddette blades: era veloce, ben suddivisa e lasciava tutto lo spazio necessario a quella moltitudine di funzioni che prima di allora semplicemente non esistevano, e di cui non sentivamo ancora il bisogno.

Con le ultime versioni del sistema operativo per 360 e poi con Xbox One, le cose presero però una piega forse inaspettata e non da tutti gradita: Microsoft infatti decise di abbracciare lo stile "Metro" usato da Windows 8 e da Windows Mobile, sostituendo le diverse schermate da tanti riquadri che avrebbero dovuto rappresentare giochi e funzioni. La scelta funzionò, ma fino ad un certo punto. Su 360 la reattività della dashboard divenne sempre meno eccitante, mentre su Xbox One la disposizione dei riquadri, in inglese "tile", divenne progressivamente più confusa. Inoltre, tra i tanti errori commessi durante l'ultima generazione hardware, Microsoft ne ha all'attivo moltissimi e in alcuni casi letali anche nel backend del suo sistema operativo. Xbox 360 era famoso per scaricare e installare i giochi al triplo della velocità di PlayStation 3, la sua diretta concorrente, mentre con Xbox One la situazione si è di fatto invertita; ci sono poi diverse comode funzioni che hanno debuttato su 360 per scomparire successivamente su One, come la possibilità di sostituire in modo automatico le colonne sonore dei giochi con la propria musica, e anche qui Sony ha riguadagnato terreno grazie alla partnership con Spotify. Come possiamo aspettarci da questo punto di vista su Xbox Serie X e Xbox Serie S?

Xboxseriesxux Hero

Dashboard Vs Dashboard

Sulla console che abbiamo ricevuto in prova è installata l'ultima versione del sistema operativo Microsoft per Xbox che, al netto di qualche piccola modifica, è lo stesso identico che potete già utilizzare sulle vostre console. Le differenze sono da ricercare nella maggiore centralità dell'area Game Pass e nelle funzioni nextgen ancora in beta, e che saranno soggette a modifiche più o meno sostanziali nelle prossime settimane. Il prossimo aggiornamento, già disponibile e in uso sugli Xbox One S e gli Xbox One X di chi si è iscritto al programma di test, includerà oltre a diverse novità tecniche che renderanno l'esperienza più reattiva riducendo il consumo di memoria dell'hardware, anche una consistente riorganizzazione delle funzioni. Il nuovo sistema operativo dovrebbe anche risolvere alcune incertezze riscontrate nell'uso della funzione Quick Resume e nella retrocompatibilità, oltre che ad azzerare alcuni crash di sistema di cui la stessa Microsoft è a conoscenza. Nulla di drammatico, anzi cose normali in una fase come questa che però ci inducono a pensare che sarà assolutamente necessario aggiornare la prima ondata di console disponibili alla vendita, per poterle utilizzare senza problemi. Staremo a vedere...

Xbox Series X   Quick Resume 1

Labirinto magico

Di certo, l'attuale dashboard è l'aspetto che ci convince meno di Xbox Serie X, ma per nostra fortuna è anche l'unica cosa destinata a cambiare. Microsoft ha l'occasione forse irripetibile di scrollarsi di dosso un sistema operativo divenuto nel tempo sempre più caotico. Il problema non è certo grafico, come saprà bene chi utilizza Xbox quotidianamente tutto è estremamente pulito come ci si aspetterebbe, bensì di organizzazione. La nostra mente possiede delle capacità straordinarie e non abbiamo nessun dubbio che, usando questa dashboard in modo continuativo, pian piano s'impara a trovare ogni funzione senza problemi, ma per chi ci si approccia la prima volta è necessario del tempo prima di prenderci la mano e questo è un grande problema in ambito console, dove l'immediatezza è tutto. Noi stessi, dal lancio di questa dashboard arrivata nei primi mesi del 2020 ad oggi, abbiamo dovuto imparare di nuovo a trovare le funzioni che ci interessavano; problemi mai riscontrati prima un po' per colpa di questi riquadri onnipresenti, un po' per il modo in cui Microsoft ha deciso di suddividerli.

Xbox201

Intuitività

Un sistema operativo deve essere intuitivo, e quello al momento installato sulla nostra Serie X non lo è affatto. La schermata iniziale è un riassunto tra gli ultimi giochi fatti partire, app utilizzate e tanto altro, al punto da diventare in parte inutile se non si trova subito quel che si cerca. Bisogna allora muoversi tra le schermate, richiamare il menù veloce con il classico pulsante Xbox posto al centro del pad, districarsi tra riquadri e voci. No, non è il massimo della comodità, ma è anche estremamente customizzabile quindi con un po' di tempo a disposizione è possibile spostare quel che ci servirà maggiormente in posizioni più comode e accessibili.

12 Exclusive Inside The Design Of The Xbox Series S And X 596 335

Game Pass al centro

La grande differenze rispetto alle precedenti versioni è la centralità del Game Pass, che in questo caso sembra quasi voler sostituire in importanza quella che è la classica lista dei giochi in nostro possesso e pronti ad essere avviati. Tutto ruota attorno al Game Pass, e se da una parte è a dir poco suggestivo avere tanti giochi di qualità a portata di mano, dall'altra avremmo preferito una suddivisione più netta tra quel che abbiamo e quel che potremmo avere. Ma una lista dei giochi installati fortunatamente c'è, un po' nascosta, non proprio sparata in prima pagina ma c'è. In fondo c'è tutto quel che ci dovrebbe essere, solo che sempre a uno o due passaggi di distanza in più di quanto ci si aspetterebbe. Tra gli aspetti positivi troviamo almeno su Xbox Sserie X una velocità davvero eccezionale che consente ad ogni passaggio una risposta immediata, esattamente come lo è la sincronizzazione dei salvataggi tra una piattaforma e l'altra: abbiamo per esempio ricominciato a giocare la nostra campagna di Gears 5 esattamente dove l'avevamo lasciata su PC dopo pochissimi secondi di attesa, ma questo tempo può naturalmente allungarsi con i salvataggi più onerosi in termini di spazio richiesto.

Bella da vedere lo è senz'altro, ed è veloce come un fulmine, ma in quanto ad organizzazione delle funzioni c'è ancora da lavorare. Speriamo che la nuova versione in procinto di debuttare in concomitanza dell'arrivo di Xbox Serie X e Xbox Serie S riesca ad aiutare in tal senso. La nuova dashboard non sarà esclusiva della next-gen, ma verrà resa disponibile forse anche contemporaneamente con Xbox One S e Xbox One X.

CERTEZZE

  • Veloce come un fulmine
  • Bella da vedere
  • Customizzabile a piacimento
DUBBI
  • Disorganizzata
  • Ancora un po' "sporca"
  • Troppo Game Pass?