Grand Theft Auto V - Rockstar specifica le ragioni del ritardo 0

Le teorie complottiste non hanno alcun senso

NOTIZIA di Mattia Armani —   05/02/2013

Con un perentorio post che condanna speculazioni e maleducazione, Rockstar ha voluto mettere a tacere le accuse che sono nate da una serie di ipotesi scaturite dal rinvio di Grand Theft Auto V dall'ormai imminente primavera al 17 settembre.

Gli oltre 9000 generati dall'annuncio del ritardo includono, oltre a svariati insulti, teorie legate all'uscita su console next gen, l'ipotesi che il ritardo derivi dalla necessità di evitare la sovrapposizione con BioShock Infinite e il sospetto che Rockstar voglia evitare di uscire a ridosso delle polemiche sui videogiochi violenti nate dagli ultimi massacri americani (ovviamente tutti perpetrati a suon di custodiate sulla faccia e DVD lanciati con abilità marziale).

La risposta diretta alle speculazioni è la seguente:
"Per chi formula o vede varie cospirazioni in relazione al motivo del ritardo, sappiate che sono tutte insensate - l'unica ragione per cui abbiamo ritardato il lancio è perchè vogliamo che il gioco sia tanto arrivi al livello qualitativo necessario."

Fonte: GameInformer