Beyond: Two Souls - Ogni momento di gioco è unico, dice Cage 21

Non si fa mai due volte la stessa cosa

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   16/04/2013

In un'intervista concessa a Eurogamer.net, David Cage di Quantic Dream ha riferito alcune informazioni su Beyond: Two Souls, il nuovo gioco in lavorazione presso il suo team per PlayStation 3.

Il game designer ha spiegato come il gioco non sia strutturato sullo schema tipico dei videogiochi, ovvero con livelli o meccaniche classiche d'azione, presentando invece una struttura estremamente variegata e diversa: "ogni scena offre una sfida diversa", ha riferito Cage, "ogni scena è unica, come in un film", e inoltre "la storia del gioco è narrata non in ordine cronologico, creando una sorta di disordine logico come in Memento. Questo crea una dinamica interessante, a volte è possibile vedere la conseguenza di un'azione prima ancora di compierla effettivamente".

Dunque vedremo diverse sezioni della vita di Jodie da bambina, ragazza e adulta ma narrate in maniera non ordinata, spesso. La storia è molto complessa e per questo motivo gli sviluppatori si sono concentrati particolarmente nello sviluppo di scene cinematografiche, elaborando motion capture per 12 mesi con attori di grosso calibro, portando alla creazione di 300 personaggi con 23.000 animazioni. "E' stata una quantità immane di lavoro", ha affermato Cage, "non abbiamo solo catturato l'aspetto degli attori, ma anche i loro movimenti e le loro espressioni. Tutte le loro performance", questo significa che "avevamo bisogno di una specifica animazione per ogni singola azione nel gioco. Se apriamo una porta nel gioco, non si tratta di ripetere un'azione registrata, ma in un'esperienza così narrativa, l'apertura di una porta può avvenire in maniere molto diverse", ad esempio.

Fonte: VG247