Niente più quick time events in Resident Evil 7  66

L'onda del cambiamento non si ferma

NOTIZIA di Dario Rossi   —  un anno fa

Proseguono i dettagli divulgati da Capcom su Resident Evil 7, un capitolo evidentemente di rottura e che ha già stupito in occasione dell'E3 2016, dove si è mostrato in una demo esclusiva per gli iscritti PlayStation Plus. Il cambio effettivamente è radicale rispetto al passato: visuale in prima persona, ritmi rallentati e più affini a produzioni come Amnesia ed Outlast. Nel corso di un'intervista, il producer Masachika Kawata ha confermato anche l'eliminazione totale dei quick time events, puntualizzando che a qualcuno la notizia farà piacere.

Tuttavia, Kawata ha cercato di portare anche un po' di ordine nel disorientamento generale, specificando che all'uscita del prodotto finale tutto avrà un senso, il team non ha voluto prendere il franchise e tramutarlo in una semplice ghost story. Noi ci crediamo, ci mancherebbe, ma da quanto si è visto nella demo è veramente difficile cogliere i segni distintivi della serie, anche nei suoi vari cambiamenti.