Il mercato mobile è una miniera d'oro per pochi: la maggior parte degli acquisti fatti da un ristretto numero di utenti 31

Confermati alcuni stereotipi: alle donne piace più Candy Crush Saga, agli uomini Clash of Clans

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   07/02/2017

Luoghi comuni e stereotipi sono terribili, soprattutto quando sono veri. Un nuovo studio dell'Università della California del Sud ha sottolineato le differenze di genere negli acquisti sull'App Store di Apple quando si parla di videogiochi, ma non soltanto.

I ricercatori dell'Information Sciences Institute all'USC Viterbi School of Engineering hanno esaminato più di 776 milioni di acquisti nell'App Store, per un valore di 4,6 miliardi di dollari. Gli acquisti coprono tutte le possibilità: dalle app a pagamento, agli acquisti in-app, con i secondi che rappresentato il 61% del totale.

Gli utenti che fanno acquisti in-app sono relativamente pochi rispetto al totale di chi scarica le applicazioni. Pensate che in giochi di enorme successo come Candy Crush Saga e Clash of Clans, il 59% dei ricavi è dato non dall'1% degli utenti, ma dall'1% degli utenti che spendono soldi.

Parlando di generi sessuali, e qui arrivano gli stereotipi, il 70% degli acquisti in-app in Clash of Clans sono fatti da uomini, così come il 70% degli acquisti in-app di Candy Crush Saga sono fatti da donne. Insomma, agli uomini piacciono più i soldatini e alle donne più i dolcetti.

Lo studio trae anche un'altra conclusione, decisamente pessimista verso il mercato mobile. A parlarne è la studiosa Kristina Lerman, che afferma come il mercato mobile sia una miniera d'oro, ma per pochissimi. Agli altri toccano le briciole. Se volete leggere lo studio completo, davvero interessante, cliccate qui.