Apple, App Store: introdotti i periodi di grazia per i servizi in abbonamento 0

Dopo Google Play, anche App Store supporterà il cosiddetto "periodo di grazia" per le app che prevedono servizi a pagamento periodico. Ecco come funziona.

NOTIZIA di Davide Spotti —   14/09/2019

Apple ha previsto l'introduzione del "periodo di grazia" per le app che offrono servizi in abbonamento con rinnovo automatico su App Store. Questo comporta che gli utenti potranno continuare a fruire il servizio per qualche giorno anche se l'ultimo pagamento non è stato ancora effettuato.

Il periodo di grazia prevede una durata di sei giorni per le applicazioni con rinnovo settimanale, mentre per tutti gli altri casi - dal rinnovo mensile a quello annuale - il tempo utile viene esteso di 16 giorni.

Questa novità ha evidenti vantaggi per i consumatori, che in questo modo non vedranno interrotti i servizi a causa di semplici dimenticanze. Secondo Apple, i guadagni saranno però soprattutto per gli sviluppatori, poiché verrebbe scongiurato il rischio che un utente decida di non rinnovare l'abbonamento.

L'implementazione di questa funzione è opzionale, ma a quanto pare necessita di molto lavoro per essere introdotta e in molti potrebbero decidere di non supportarla. Su Google Play i periodi di grazia sono già previsti dallo scorso anno.