Call of Duty: Vanguard, il nuovo capitolo non verrà presentato all'E3 2021, per VGC

Call of Duty: Vanguard, ovvero il Call of Duty del 2021, non verrà presentato all'E3 ma durante un evento specifico previsto per questa estate.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   09/06/2021
11

Call of Duty: Vanguard, ovvero il nuovo capitolo della serie Activision in base alle informazioni ricevute finora, non verrà presentato all'E3 2021, con la compagnia che avrebbe deciso di spostare il reveal ufficiale a un altro evento online che si terrà probabilmente nel corso dell'estate.

Secondo quanto riportato da VGC, Activision avrebbe deciso di spostare la presentazione di Call of Duty: Vanguard a un evento specificamente dedicato al gioco in questione, presumibilmente previsto nel corso dell'estate, dunque non si farà vedere per l'evento online del publisher all'E3 2021.

Call of Duty Vanguard dovrebbe tornare alle atmosfere di WWII
Call of Duty Vanguard dovrebbe tornare alle atmosfere di WWII

Sviluppato da Sledgehammer Games, il nuovo Call of Duty: Vanguard, o Call of Duty 2021 come è stato identificato a lungo nei mesi scorsi, dovrebbe recuperare l'ambientazione della Seconda Guerra Mondiale, proponendo una campagna e mappe che spaziano sui vari fronti del conflitto, dall'Europa al Pacifico, con la storia che dovrebbe concentrarsi sulla creazione delle forze speciali alleate moderne.

Ci saranno collegamenti diretti anche in Call of Duty: Warzone, cosa che interesserà in gran numero di giocatori: come successo per la presentazione di Call of Duty: Black Ops Cold War, anticipata da eventi a tema all'interno del multiplayer battle royale, anche per Call of Duty: Vanguard è prevista una modifica sostanziale di Warzone a tema.

Secondo quanto riferito da VGC, ci sarebbe l'intenzione di rilasciare una mappa completamente nuova per Call of Duty: Warzone, questa volta in contemporanea con il lancio di Call of Duty: Vanguard e non mesi dopo, come successo per l'aggiornamento di Verdansk 1984. La nuova mappa sarebbe completamente diversa da quella attuale, spostandosi sul fronte Pacifico della Seconda Guerra Mondiale e presentandosi anche molto più ampia di Verdansk. L'idea è inoltre di incrementare la continuità tra Vanguard e Warzone facendo in modo che quest'ultimo sia basato sullo stesso engine del prossimo capitolo, dunque con un'evoluzione tecnica generale anche per lo spin-off multiplayer.