Call of Duty Warzone: Pow3r rivela che Activision potrebbe intervenire contro i cheater

Pow3r, noto creator di Call of Duty Warzone, rivela che Activision potrebbe intervenire contro i cheater.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   14/05/2021
43

Quest'oggi, durante il Cortocircuito, è stato nostro ospite Pow3r, famoso content creator e streamer attivo soprattutto su Call of Duty Warzone. Come già vi avevamo spiegato, Pow3r è da giorni vittima di stream sniping e di cheater che gli impediscono di giocare e, in altre parole, di lavorare. Durante la nostra live, però, ha spiegato che Activision potrebbe intervenire sulla questione.

Pow3r ha infatti spiegato che, dopo aver condiviso online quanto sta accadendo, ha ottenuto sempre più attenzione e supporto da pubblico e colleghi. Anche a livello internazionale l'hashtag creato per la situazione è stato molto usato. Per fortuna, la questione è arrivata anche alle orecchie di alcuni portavoce di Activision che hanno contattato il campione e hanno confermato che vi potrebbe essere la possibilità di dialogare sulla questione.

Ciò che chiede Pow3r, infatti, è soprattutto poter aprire un dialogo serio sulla questione. Lo stream sniping colpisce moltissimi content creator, anche occasionali. Il cheating, inoltre, si somma al problema e rende impossibile giocare. A tutto questo, si aggiunge anche il problema dello skill-based matchmaking, argomento che sta a cuore a Pow3r.

In qualche modo sarà possibile risolvere? Per il momento non sappiamo se effettivamente il creativo sarà in grado di portare a termine un dialogo efficace con Activision, ma di certo si tratta di un primo passo in avanti.

Se vi siete persi il video di Pow3r nel quale parla in modo approfondito della questione, potete vederlo nella nostra notizia dedicata.