Destiny: ex-compositore chiede di "distruggere" le copie illegali della musica del gioco

L'ex-compositore di Destiny - Marty O'Donnell - ha pubblicato un video nel quale chiede di "distruggere" le copie illegali della musica del gioco in nostro possesso.

NOTIZIA di Nicola Armondi   —   21/11/2021
18

Come potete vedere qui sopra, Marty O'Donnell - ex-compositore di Halo e Destiny - ha pubblicato un video nel quale chiede di "distruggere" le copie illegali della componente musicale di Destiny. Perché? Si tratta di un obbligo legale, conseguenza della sua sconfitta in tribunale contro Bungie.

Ricordiamo infatti che, nel 2014, O'Donnel è stato licenziato da Bungie e gli è stato ordinato di restituire ogni asset relativo al suo lavoro su Destiny, incluso Music of the Spheres, il "prequel musicale" creato con Paul McCartney. O'Donnel era anche stato costretto a rinunciare alle proprie azioni di Bungie, ma le ha riottenute nel 2015 su giudizio del tribunale.

Il compositore, pur non avendone il diritto legale, ha caricato online delle bozze musicali e delle varianti delle sue opere a tema Destiny, compreso un album chiamato Sketches for MotS. Bungie lo ha portato in tribunale e ha vinto, costringendolo a pagare 100.000 dollari di multa. Inoltre, il tribunale lo ha obbligato a realizzare un video nel quale l'uomo deve spiegare che non aveva alcun diritto di condividere tale materiale e che chi ne è in possesso dovrebbe cancellarlo e non condividerlo con nessuno.

Voi cosa ne pensate di tutta la situazione? Vi ricordiamo anche che Destiny 2 vuole diventare un film, uno show TV e non solo: Bungie sta assumendo.