Diritto all'aborto, anche Guerrilla e Bungie si schierano contro l'abolizione

Anche Guerrilla Games e Bungie si sono schierate apertamente contro l'abolizione del diritto all'aborto determinata dalla decisione della Corte Suprema americana.

NOTIZIA di Tommaso Pugliese   —   24/06/2022
153

Anche Guerrilla Games e Bungie si sono schierate apertamente contro l'abolizione del diritto all'aborto, determinata dalla clamorosa decisione della Corte Suprema americana che sta facendo parecchio discutere.

Dopo la presa di posizione di Insomniac Games, dunque, anche il resto dei PlayStation Studios si sta mobilitando sui social per far sentire la propria voce e ribadire l'importanza della libertà riproduttiva e dell'autonomia corporea.

È esattamente questo il messaggio pubblicato dagli autori di Horizon Forbidden West, che hanno ripreso alla lettera il post pubblicato dai loro colleghi di Insomniac Games, mentre la posizione espressa da Bungie appare più articolata.

Dylan Gafner, senior community manager di Bungie, ha infatti scritto che la decisione della Corte Suprema di annullare la sentenza Roe contro Wade impedisce a milioni di persone di accedere all'assistenza sanitaria di cui potrebbero aver bisogno.

Gafner ha quindi annunciato che lo studio si occuperà di rimborsare eventuali spese di viaggio dei dipendenti che avessero la necessità di spostarsi da uno stato all'altro per poter esercitare il diritto all'aborto: un'iniziativa che anche tante altre aziende stanno mettendo in campo.