Disintegration è un fallimento: i server chiudono a pochi mesi dall'uscita

Private Division e V1 Interactive prendono atto del fallimento di Disintegration e, a malincuore, hanno deciso di chiudere i server a pochi mesi dall'uscita.

NOTIZIA di Luca Forte   —   18/09/2020
75

Private Division e V1 Interactive prendono atto del fallimento di Disintegration, il nuovo shooter sviluppato dal co-creatore di Halo Marcus Lehto. Le compagnie hanno quindi deciso, a malincuore, di chiudere i server multiplayer su Ps4, Xbox One e PC a partire dal 17 novembre 2020. Questo nonostante siano passati pochi mesi dall'uscita.

La recensione di Disintegration è ancora fresca, ma il disinteresse che ha circondato il gioco, nonostante le sue potenzialità, ha costretto gli sviluppatori a prendere una radicale decisione: chiudere definitivamente i server di gioco a partire dal 17 novembre 2020. La campagna single player sarà completamente giocabile, ma non sarà più possibile giocare con amici e sconosciuti online.

"V1 Interactive e Private Division erano consapevoli del rischio creativo che si sarebbero prese pubblicando un gioco così particolare," recita il comunicato stampa. "Mentre i giocatori hanno espresso interesse per la campagna, Disintegration ha faticato a costruirsi una community sufficientemente ampia da giustificare un ulteriore supporto."

Per le due parti è la fine degli esperimenti? Sembra proprio di no, fortunatamente: "Crediamo che l'industria dei videogiochi necessiti un'innovazione costante e continueremo a prendere rischi, seguire la visione creativa e supportare nuove idee. E a tutti quelli che hanno giocato a Disintegration vorremmo dire grazie."

Cosa ne pensate?