Electronic Arts chiude gli uffici in Giappone, analoghi provvedimenti anche in Russia 24

Electronic Arts ha confermato che chiuderà i suoi uffici in Giappone e Russia. Il programma rientra nei tagli del personale annunciati nella giornata di ieri.

NOTIZIA di Davide Spotti —   27/03/2019

Quest'oggi Electronic Arts ha confermato la chiusura della divisione giapponese. Secondo quanto riferisce il magazine Famitsu, l'operazione fa parte dei licenziamenti di massa che erano stati preannunciati nella giornata di ieri. La stessa sorte toccherà agli uffici russi, come riportato nelle ultime ore dal sito Kanobu.

I progetti precedentemente dislocati in terra russa saranno trasferiti sotto la competenza dell'ufficio regionale più grande presente in Europa Orientale. Nella precedente comunicazione il CEO di EA, Andrew Wilson, aveva esplicitato l'intenzione di ridurre la presenza dell'azienda nei due Paesi, ma a quanto pare la misura sta interessando entrambe le strutture nella loro interezza.

Electronic Arts ha voluto ringraziare i dipendenti per il loro contributo e ha promesso di sostenerli nella ricerca di un nuovo lavoro all'interno dell'industria dei videogiochi. "Queste sono decisioni importanti ma molto difficili, e non le prendiamo alla leggera", aveva dichiarato Wilson nel comunicato di ieri.

"In EA siamo amici e colleghi, apprezziamo il contributo di tutti e stiamo facendo tutto il possibile per garantire assistenza ai nostri dipendenti e aiutarli in questa fase a trovare la loro prossima opportunità. Questa è la nostra priorità assoluta".

#Electronic Arts

Electronic Arts