Electronic Arts tratta benissimo gli indie, stando all'autore di A Way Out

Electronic Arts viene vista come una multinazionale rapace, ma per l'autore di A Way Out è una di quelle che tratta meglio gli indie

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   25/06/2018
17

Electronic Arts viene visto da molti come un publisher che mette il profitto di fronte a ogni cosa. In particolare il caso del sistema di progressione legato alle casse premio di Star Wars Battlefront 2 ha rinfocolato certe accuse, ma la verità potrebbe essere leggermente diversa da quello che sembra.

Josef Fares, uno degli autori del recente A Way Out, pubblicato proprio da Electronic Arts, aveva già avuto modo di spendere buone parole sul publisher, affermando che lascia agli sviluppatori indie il 100% dei profitti dei loro giochi. Recentemente è tornato sull'argomento affermando che molti sarebbero stupiti di sapere come Electronic Arts tratta gli sviluppatori indipendenti.

Fares: "Mi piacerebbe pubblicare alcune email interne. Credo che ad alcuni cadrebbe la mascella per la sorpresa di quello che ci leggerebbero, o almeno del modo in cui sono stato trattato da EA e dal super supporto ricevuto. So che non ci crederà nessuno. Lo dico sempre: a un certo punto tutti i publisher ti fottono (Microsoft, Nintendo e qualunque altro, non importa)."

Insomma, il messaggio di Fares è chiaro: Electronic Arts non è peggiore degli altri publisher e, anzi, per certi versi può essere anche più accomodante.

Prima di lasciarvi vi ricordiamo che A Way Out, il suo ultimo gioco, è disponibile per PC, Xbox One e PlayStation 4.