Embracer Group ha acquisito Gearbox, la software house dei Borderlands

Embracer group ha portato un altro grosso colpo sul mercato dei videogiochi acquisendo Gearbox, la software house dei Borderlands.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   03/02/2021
30

Embracer Group ha acquisito Gearbox, la software house dei Borderlands, per 1,3 miliardi di dollari. Si tratta di un grosso colpo, considerando il portfolio dello studio che comprende tra gli altri i Brothers in Arms e Homeworld. Gearbox diventa così il settimo gruppo operativo di Embracer, dopo THQ Nordic, Koch Media / Deep Silver, Coffee Stain, Amplifier, Saber Interactive e Deca.

Da notare che Randy Pitchford, l'attuale CEO, nonché fondatore di Gearbox, rimarrà a capo della compagnia, e sia lui, sia i dipendenti riceveranno un cospicuo pacchetto azionario di Embracer.

Si tratta davvero di un grosso colpo, considerando il successo del recente Borderlands 3 e il nome della software house. Il motivo della fusione non è chiaro, ma evidentemente anche Gearbox ha sentito la necessità di consolidarsi per affrontare le difficoltà offerte dall'odierno mercato dei videogiochi, dove un giorno vendi 5 milioni di copie in pochi giorni, quando il giorno prima avevi pubblicato un gioco come Battleborn andato malissimo.

Naturalmente entrambe le parti in commedia hanno espresso grossa soddisfazione per l'avvenuto accordo, per voce di Lars Wingefors, il CEO di Embracer, e per quella di Pitchford.

Borderlands 3 Amara 1