Epic Games Store esaltato come "modello da abbracciare" da Deep Silver dopo Metro Exodus 166

Deep Silver e Koch Media sono estremamente soddisfatte del rapporto con Epic Games Store dopo Metro Exodus e lo esaltano come un modello da seguire per tutta l'industria.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   01/09/2019

Sembra proprio che Deep Silver e Koch Media siano entusiaste di Epic Games Store, dopo l'esperienza del lancio in esclusiva della versione PC di Metro Exodus, sostenendo che il modello di business del nuovo store sia da accogliere a braccia aperte.

In un'intervista pubblicata da GamesIndustry.biz, il CEO di Koch Media, Klemens Kundratitz, ha affermato che l'accordo con Epic ha inizialmente causato dei dissapori inizialmente, ma che in generale ha portato a ottimi risultati di cui la compagnia è "molto felice". Dal punto di vista commerciale, la scelta sembra sia stata un successo per Metro Exodus, secondo quanto affermato dal CEO della compagnia.

"In generale, sono ancora dell'opinione che avevo inizialmente, ovvero che come industria e come publisher, dovremmo accogliere a braccia aperte Epic Games e il loro modello di business", ha affermato Kundratitz. "Abbiamo un rapporto solido con Epic e continuiamo ad avere un ottimo rapporto anche con Steam", ha aggiunto, facendo notare come la scelta di uno store non escluda completamente la possibilità di supportare gli altri canali.

Il CEO ha spiegato che ovviamente la procedura ideale sarebbe stata di svelare prima la questione dell'accordo di esclusiva con Epic Games Store per Metro Exodus, tuttavia "dobbiamo abbracciare un partner digitale che offre un sistema di ricavo molto più interessante rispetto agli altri, che penso faccia da modello di distribuzione dei guadagni anche per gli altri", considerando "anacronistica la suddivisione 70/30 proposta dagli altri store".

In questo senso, le dichiarazioni di Kundratitz seguono nella stessa linea quelle recenti di Ubisoft su Steam. Sebbene si tratti di temi ovviamente cari a publisher e team, che chiaramente cercano di massimizzare il guadagno per sopravvivere sul mercato, continuano forse a non essere pienamente giustificabili di fronte ai giocatori per quanto riguarda la questione dell'approccio aggressivo sul fronte delle esclusive.