Epic Games Store, un sistema consente di comprare influencer per fargli parlare bene dei giochi

Uno dei sistemi integrati nell'Epic Games Store è destinato a far discutere, ossia la possibilità per gli sviluppatori di pagare direttamente gli influencer.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   14/01/2019
78

Sta facendo discutere il sistema di pagamento degli influencer dell'Epic Games Store, descritto da Sergey Galyonkin, il creatore di Steam Spy attualmente al lavoro proprio per Epic Games.

Stando a lui il metodo principale per far conoscere i propri giochi nell'Epic Games Store sarà attraverso gli influencer. Gli sviluppatori potranno distribuire copie dei loro giochi agli stessi attraverso lo store e in cambio riceveranno visibilità.

Fin qui niente di strano, se non fosse che gli sviluppatori potranno anche dare agli influencer dei link referral da mettere nei video e negli streaming che frutteranno parte delle vendite dei giochi stessi (la quota sarà decisa da publisher e sviluppatori). Epic Games spera in questo modo di creare una vera e propria economia in cui influencer e sviluppatori collaborino alla vendita e alla diffusione dei giochi.

Molti sviluppatori hanno però obiettato che l'intero sistema è tutt'altro che innocuo. Per alcuni si tratta di corruzione vera e propria, perché vincola gli sviluppatori a pagare persone che, teoricamente, dovrebbero essere libere quando parlano di una certa opera. In questo modo gli influencer diventano dei commercianti e non più dei commentatori e le loro performance diventano assimilabili a delle televendite.

Tra i critici più vocali del sistema c'è stato Jeff Minter, storico sviluppatore della scena inglese, che su Twitter non le ha mandate a dire ad Epic Games e ha parlato apertamente di una forma di corruzione:

"Quindi nell'Epic Store bisogna corrompere le persone per farsi recensire la roba, e c'è un meccanismo integrato per amministrare le mazzette?"

"Possiamo piantarla di rendere il mercato dei videogiochi sempre più tossico? Già abbiamo la maledizione dei 69p, del F2FP e dei mali che comporta, e ora dobbiamo corrompere gli influencer per avere una possibilità di essere visibili? Ma che cazzo! FERMATEVI."

Come dargli torto?