Gamestop, un altro duro colpo, non ha trovato un acquirente 153

Un altro duro colpo per Gamestop che non è riuscita a trovare un acquirente e ha smesso di tentare di trovarne uno per via delle offerte poco soddisfacenti.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   29/01/2019

Gamestop, la più grande catena di negozi specializzati in videogiochi al mondo, ha smesso di cercare un acquirente dopo aver fallito numerosi negoziati per trovarne uno. Stando a quanto dichiarato le offerte ricevute non sono state soddisfacenti. La notizia ha fatto crollare il suo titolo in borsa del 21%. Si tratta di un altro duro colpo per la compagnia, che già da mesi naviga in cattivissime acque.

Gamestop ha dichiarato di aver contrattato con diverse compagnie, ma nessuna ha fatto un'offerta accettabile dal punto di vista finanziario. Per questo i negoziati si sono completamente arenati.

A settembre, quando era stata annunciata l'assunzione di Perella Weinburg per condurre la vendita, le azioni di Gamestop erano salite del 16%.

Come molti altri negozi tradizionali, Gamestop ha subito moltissimo la concorrenza dei negozi online come Amazon e quella del digital delivery, che ha ridotto la vendita di copie fisiche dei videogiochi. A novembre la compagnia è riuscita a vendere la divisione Spring Mobile per 700 milioni di dollari.

La situazione di crisi in cui versa Gamestop è confermata anche da un altro dettaglio: da maggio non riesce a trovare un CEO permanente per la società. L'ultimo, Michael Mauler, ha abbandonato dopo soli tre mesi dal suo insediamento. Attualmente il ruolo di CEO a interim è occupato da Shane Kim, ex dirigente della divisione Xbox di Microsoft.

Gamestop

#Dati di Vendita

Dati di Vendita