GeForce RTX 3060 da 8GB: la prima recensione la stronca per il prezzo e le prestazioni

La prima recensione della GeForce RTX 3060 da 8GB ha espresso un giudizio molto negativo sulla GPU, più lenta del vecchio modello ma altrettanto costosa.

GeForce RTX 3060 da 8GB: la prima recensione la stronca per il prezzo e le prestazioni
NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   02/12/2022
84

Hardware Unboxed ha pubblicato la prima recensione della nuova GPU GeForce RTX 3060 da 8GB, esprimendo un giudizio estremamente negativo, soprattutto mettendola in relazione al vecchio modello con 12GB di VRAM.

Stando all'analisi, la GeForce RTX 3060 da 8GB sarebbe fino al 35% più lenta dell'altro modello, pur costando la stessa cifra. Quindi abbiamo prestazioni inferiori e nessun risparmio. Forse si inizia a comprendere perché Nvidia abbia lanciato questa GPU in sordina, senza cioè le fanfare del marketing.

I test effettuati mostrano che il modello da 8GB paga moltissimo rispetto a quello da 12GB a 1080p, perdendo con tutti i giochi. Prendiamo ad esempio Dying Light 2 che a 1080p con dettaglio alto gira a una media di 51fps sul modello da 8GB e di 69fps su quello da 12GB. Tanto per dire, con gli stessi settaggi Intel Arc A770 arriva a 85fps. Halo Infinite, invece, a 1080p con dettagli ultra ha prestazioni inferiori del 21% sulla nuova versione della 3060. Nonostante ciò il risparmio è nullo. Ad esempio la soluzione della GPU proposta da Newegg costa 359 dollari, esattamente come il modello da 12GB.

Vale la pena di sottolineare che il gap prestazionale non è dovuto solo ai 4GB in meno di VRAM, ma anche ad altre scelte produttive. Entrambe usando il GA104 con 3.584 shader e ufficialmente sono clockate a 1.777MHz, ma la memoria del nuovo modello gira con un bus a 128-bit, lì dove il modello da 12GB usava un bus da 192-bit. Di conseguenza la banda passante totale nel nuovo modello scende a 224GB/s contro i 360GB/s del vecchio. Infine, il modello da 12GB ha il 50% di L2 cache in più.

Da sottolineare anche come Nvidia prosegua nel suo approccio confusionario, lanciando una nuova scheda inferiore alla vecchia con il nome simile e lo stesso prezzo.