Google Street View sfoca i volti ma non i peni, com'è capitato a Liverpool Street 17

A quanto pare l'algoritmo di sfocatura dei volti di Google Street View funziona benissimo, mentre quello dei peni lascia un po' a desiderare.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   21/04/2019

A quanto pare l'algoritmo di Google Street View ha qualche problema a sfocare i peni, ma fortunatamente non i volti. La notizia, fortemente voluta da Andrea Palmisano, che va a caccia di peni anche a Pasqua, nasce dall'utente Twitter Callum Rimmer, o @EvertonWRLD, che stava esplorando il suo quartiere usando il noto servizio di Google. Su Liverpool Street ha però trovato una grossa sorpresa: Google aveva sfocato il volto di un uomo che portava a passeggiare il suo cane, il volto del cane stesso, ma non il suo pene, in bella vista.

Di gaffe del genere abbonda la storia di Google Street View, soprattutto nei suoi primi anni di vita. Con il tempo l'algoritmo usato per sfocare persone e soggetti sensibili si è fatto più efficace, ma evidentemente qualcosa gli sfugge ancora.

Comunque sia nel frattempo il pene di Liverpool Street è stato sfocato e il bene ha trionfato. Ora che lo sapete potete tornare all'uovo di Pasqua e / o alla colomba, che forse è meglio.