GTA V gratis, Red Dead Redemption 2 su Game Pass: ha senso comprare al day one?

GTA V è gratis sull'Epic Games Store, Red Dead Redemption 2 e le esclusive Xbox su Game Pass, Spider-Man su PS Now: ha davvero senso comprare al day one?

NOTIZIA di Luca Forte   —   14/05/2020
101

GTA V è gratis sull'Epic Games Store, Red Dead Redemption 2 arrivo su Game Pass, le esclusive Xbox sono disponibili sin dal lancio, Spider-Man e The Last of Us sono giocabili col PS Now: ha più senso comprare qualcosa al day one?

La tendenza ormai è chiara: i produttori di videogiochi, piuttosto che lasciarli lì a prendere polvere sui server, preferiscono inserire i loro gioielli all'interno di un qualche servizio online. L'obiettivo è chiaro: aumentare a dismisura la base d'utenza e guadagnare ancora qualche carrettata di dollari a suon di DLC ed espansioni varie. Si tratta di un buon modo per rivitalizzare prodotti che hanno esaurito il loro ciclo vitale o per provare a resuscitare quei giochi che hanno fallito i loro obiettivi.

È lo stesso concetto dei cestoni del supermercato: piuttosto che lasciarli a marcire sugli scaffali meglio venderli a poco. Soprattutto adesso che i veri soldi si fanno attraverso i servizi accessori legati al prodotto. Ha perfettamente senso.

Alla fine, infatti, è la base del successo di prodotti come Fortnite, Dota 2 e League of Legends: si guadagna di più se decine di milioni di persone spendono poco, piuttosto che da pochi che spendono tanto. Certo, poi se vendi 25 milioni di copie come FIFA 20 e riesci persino a guadagnare tantissimo dalle microtransazioni, allora hai fatto jackpot.

GTA V gratis, Red Dead Redemption 2 su Game Pass: ha senso comprare al day one?


La tendenza attuale, però, sembra più un'evoluzione di questo concetto, che condivide con quanto detto solo la superfice. Il periodo che passa dall'uscita di un gioco nei negozi al suo arrivo su uno di questi servizi è sempre più corto, se non nullo come nel caso dei giochi Microsoft Studios. Dopo sei mesi o un anno le possibilità di vedere approdare qualcosa sul Game Pass di Xbox, sul PS Plus o su una delle altre iniziative analoghe diventano sempre maggiori. E, come in altri ambiti della vita, le dimensioni non contano più. E nemmeno il successo commerciale. Red Dead Redemption 2 o The Witcher 3: Wild Hunt, per esempio, sono Tripla A che hanno venduto milioni di copie. Così come lo sono NBA 2K20 o FIFA 20, gratis da poco sull'EA Access Vault.

Ed è vero che GTA 5 è uscito nel 2013 su Xbox 360 e PS3 e nel 2015 su PC, ma è un gioco ancora estremamente profittevole per Rockstar, come dimostrano le classifiche italiane ed estere, che lo vedono sempre nelle posizioni di testa. Tutto questo senza considerare gli introiti generati da GTA Online. Quindi avere GTA 5 gratis su Epic Games Store è un ancora un gran colpo, come lo dimostrano i server di Epic Games, crollati sotto il traffico generato.

Quindi, senza nemmeno provare a calcolare quanti miliardi di V-Bucks possa essere costata questa operazione ad Epic Games, ma considerando il quadro generale tra Saldi Steam, regali Epic Games e i diversi servizi di abbonamento per PC e console, vi poniamo un interrogativo: tra patch correttive, server non funzionanti e il costo elevato, ha ancora senso comprare i giochi al day one?

Diteci la vostra! E "gioco solo su Switch, quindi compro comunque anche a distanza di anni a prezzo pieno" non vale come risposta.