Metaverso: investitori stanno spendendo centinaia di migliaia di dollari in proprietà virtuali

Il concetto di metaverso sta facendo breccia nella finanza, visto che molti investitori stanno spendendo centinaia di migliaia di dollari in proprietà virtuali.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   11/01/2022
84

L'interesse verso il concetto di metaverso sta crescendo, almeno a livello di speculazione finanziaria. Moltissimi investitori stanno infatti spendendo centinaia di migliaia di dollari per acquistare proprietà virtuali, da rivendere poi a prezzi maggiorati. Che sia davvero questo il futuro dell'intrattenimento digitale?

Dell'argomento ha parlato Andrew Keagle, il fondatore e CEO di tokens.com, che ha illustrato con una frase il motivo principale per cui girano certe cifre: "Negli ultimi mesi i prezzi sono cresciuti fino al 400 e 500%."

Nonostante tutti questi soldi vadano soltanto in certificati di possesso di beni virtuali, molti speculatori pensano di poterci guadagnare e che il metaverso sia il futuro dei social network, come spiegato dall'imprenditore, che con la sua compagnia ha appena investito 2,5 milioni di dollari in Decentraland (tecnicamente un gioco play-to-earn con meccanismi alla Roblox): "Il metaverso è la prossima iterazione dei social media. Potrai andare a un concerto musicale, in un museo e provare esperienze di ogni tipo da cui lasciarti coinvolgere."

Janine Yoriom, la CEO di Republic Realm, ha raccontato di aver investito 4 milioni di dollari in pezzi di terra di The Sandbox, forte del fatto che nel 2021 è riuscita a vendere cento isole virtuali private per 15.000 dollari l'una: "Oggi sono in vendita per almeno trecentomila dollari ognuna, che incidentalmente è esattamente il prezzo medio di una casa in America."

Secondo il broker Oren Alexander: "Per alcuni i mondo digitale è importante quanto quello reale. Quindi non dipende da quello che pensiamo io e te, ma riguarda ciò accadrà in futuro." Per Keagle, l'acquisto di terreni virtuali è equiparabile ad aver acquistato un pezzo di terra a Manhattan 250 anni fa, prima che la città di New York fosse costruita.

Interessante che finora di metaverso stiano parlando soprattutto imprenditori e speculatori finanziari. L'impressione di alcuni è che si voglia provare a creare artificialmente un mercato che in realtà è ancora di dimensioni ridotte e che esercita una scarsissima attrattiva verso il grande pubblico. Comunque sia staremo a vedere cosa ci riserverà il futuro.