Naraka: Bladepoint su Xbox Game Pass, il team parla dei vantaggi del programma

Naraka: Bladepoint arriva su Xbox Game Pass e il team è ben felice di questa soluzione, parlando dei vantaggi del programma.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   20/06/2022
34

Come abbiamo visto durante l'Xbox & Bethesda Game Showcase, Naraka: Bladepoint sarà disponibile dal 23 giugno 2022 su Xbox Game Pass, arrivando per la prima volta su console proprio in tale giorno e gli sviluppatori si sono detti estremamente soddisfatti di questo accordo.

In un'intervista riportata da VG247, il marketing manager Archer Wang ha parlato anche del fatto di portare il gioco direttamente su Xbox Game Pass e PC Game Pass al lancio, una mossa che viene spesso discussa come potenzialmente distruttiva per il successo commerciale di un gioco.

Wang ha fatto capire di non preoccuparsi a fatto dell'eventuale calo di vendite che un gioco del genere potrebbe subire dal lancio su Game Pass, concentrandosi piuttosto sui vantaggi del lanciarlo direttamente in un bacino di utenti molto ampio, che peraltro comprende sia quelli console su Xbox che quelli PC, visto che Naraka: Bladepoint è disponibile sia su Xbox Game Pass che su PC Game Pass.

Non vengono toccate le questioni economiche più precise, come gli accordi ovviamente stretti tra il team di sviluppo e Microsoft come compenso per l'inserimento del titolo all'interno del catalogo, ma anche escludendo questo denaro ci sono vari elementi a sostegno della positività del lancio su Xbox Game Pass per quanto riguarda questo titolo specifico.

Si tratta di un gioco che ha il grosso della propria utenza a oriente, tra Tailandia, Cina, Cambogia e Singapore, dunque l'uscita sul Game Pass offre un trampolino di lancio notevole anche per il pubblico occidentale e quello che il team cerca è soprattutto pubblico potenziale e pronto da inserire nella community del gioco senza particolari ostacoli.

"Con Game Pass, potremmo decisamente espandere il nostro pubblico, e questa è la cosa più importante per noi", ha spiegato lo sviluppatore. "Possiamo espandere la community e questo è veramente tutto quello che ci interessa al momento".

Ovviamente, bisogna considerare che si tratta di un gioco di tipo live service, dunque è vero quello che dice il marketing manager: un titolo strutturato in questo modo, con presenza di microtransazioni e supporto sul lungo termine, ha bisogno prima di tutto di un pubblico ampio per andare avanti e sostenersi, anche a prescindere dal prezzo d'acquisto iniziale.