Pokémon, i fan ormai adulti hanno una regione Pokémon nel cervello 18

Degli scienziati hanno scoperto con delle scansioni cerebrali che i fan adulti dei Pokémon hanno una regione Pokémon nel cervello.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri   —   07/05/2019

Scansionando i cervelli di alcuni soggetti adulti che hanno giocato molto con i Pokémon quando erano dei ragazzini, dei ricercatori hanno scoperto lo sviluppo di una regione del cervello che risponde in modo più attivo alle immagini dei Pokémon che a quelle degli altri personaggi. Insomma, il cervello di queste persone avrebbe sviluppato una vera e propria regione Pokémon.

Lo studio, pubblicato su Nature Human Behavior, è stato effettuato su undici adulti che hanno iniziato a giocare con i Pokémon quando avevano tra i cinque e gli otto anni e che ci hanno rigiocato anche in età adulta, e undici novizi della serie. Inizialmente è stato verificato che i partecipanti sapessero distinguere i Pokémon, quindi i loro cervelli sono stati scansionati mentre gli venivano mostrate le immagini dei 150 Pokémon originali insieme ad altre di animali, di volti, di auto, di parole, di corridoi e di altri cartoni animati.

Nei giocatori di Pokémon più esperti una regione del cervello ha risposto in modo più attivo alle immagini dei Pokémon che a tutte le altre, mentre nei novizi questa regione, chiamata solco occipitotemporale, non ha mostrato alcuna preferenza per i Pokémon.

Insomma, aver giocato molto ai Pokémon durante l'infanzia ha modificato il cervello di conseguenza. Non si tratta in realtà di una scoperta incredibile, visto che qualsiasi attività ripetuta per molte ore comporta un risultato simile, ma lo studio si è rivelato importante per capire le modalità con cui il cervello riconosce alcune immagini e si attiva di conseguenza.