PS4: 3800 console sono state usate per il mining di criptovalute

In una mining farm ucraina sono state trovate dalla polizia ben 3800 PS4 utilizzate per fare il mining di criptovalute come Ethereum.

NOTIZIA di Luca Forte   —   10/07/2021
53

In una mining farm nata presso la città di Vinnytsia, in Ucraina, il Security Service of Ukraine (SSU) locale ha trovato ben 3800 PS4 utilizzate per estrarre criptovalute come per esempio Ethereum.

La polizia è intervenuta perché i proprietari avevano piazzato la struttura all'interno di una fabbrica abbandonata e avevano cominciato a rubare corrente elettrica dalla rete cittadina. Le forze dell'ordine hanno analizzato da dove arrivassero i maggiori consumi e sono arrivati in questa struttura abbandonata, trovando invece che era ben più che attiva.

Al suo interno sono stati trovati ben 5000 hardware differenti, tutti impegnati nell'estrazione di criptovalute. La cosa più strana è che tra di loro c'erano ben 3800 PS4 non proprio la configurazione più usata per questo genere di compiti.

La minig farm a Vinnytsia
La minig farm a Vinnytsia

Nonostante non si sappia bene come abbiano potuto convertire le console per questo compito, sulla carta le PS4 grazie agli 8GB di GDDR5 a 5.5 Gbps e un'interfaccia a 256-bit potrebbero arrivare a 176 GBps. La variante Pro potrebbe arrivare persino a 217.6 GBps. Per avere un riferimento la Radeon RX 580, una delle GPU più utilizzate, garantisce un output molto simile di 256 GBps.

Il vero problema è l'energia consumata, che nel caso di PS4 sembra eccessiva soprattutto se comparata con macchine pensate per lo scopo. Una cosa che ha consentito alle autorità di trovare questa mining farm illegale e interrompere le attività.