Saints Row: Voltion ha voluto un reboot per tornare a parlare "del sogno americano"

Voltion ha voluto un reboot di Saints Row e non un seguito per tornare a parlare "del sogno americano" e della componente criminale.

NOTIZIA di Luca Forte   —   25/08/2021
19

La serie di Saints Row manca dagli scaffali da ormai diversi anni. Solo che al posto di tornare con un quinto capitolo, lo studio di Volition ha deciso di ripartire da zero, con un vero e proprio reboot. Il motivo? Nel corso degli anni la serie aveva preso una tangente supereroistica che l'aveva allontanata dalle origini. Per tornare a parlare "del sogno americano" e della componente criminale o studio ha dovuto ripartire da zero, riscrivendo tutto quello che è stato fatto finora.

I fan di Saints Row, infatti, sanno benissimo che i Third Street Saints sono passati dall'essere dei criminali da strapazzo a delle vere e proprie divinità nel giro di 4 capitoli e qualche spin-off. Combattere contro diavoli e alieni era divertente, ma lo spirito originale si era perso, oltre che era sempre più complesso giustificare un open world coi superpoteri, esseri volanti e cose di questo tipo.

Nella nostra anteprima di Saints Row, Pierpaolo Greco ha chiesto allo studio del motivo di questa scelta. Dopo aver rinnovato lo staff, Volition "si sente pronta per ritornare ai fasti di un tempo e quale scelta migliore poteva fare se non ripartire proprio da Saints Row? Il brand che, insieme a Red Faction, rappresenta il DNA dell'azienda?"

I nuovi protagonisti del reboot di Saints Row.
I nuovi protagonisti del reboot di Saints Row.

"Optare per un reboot ha quindi permesso al team di tornare alle radici del franchise" continua Greco. "A quell'ambientazione contemporanea, da un certo punto di vista persino realistica, con quella componente "criminale" che è sempre stata parte integrante della serie. Alla GTA per intenderci: una storia moderna, che potesse parlare del sogno americano, di un certo stile di vita a cui ci hanno abituato i film action, e che entrasse perfettamente in risonanza con il videogiocatore odierno e con le sue aspettative."

Cosa ve ne pare di questa scelta?