Skull and Bones non sarà incentrato sulla trama, "non è il punto focale dell'esperienza"

Il game director di Skull and Bones, Ryan Barndard, ha spiegato che la trama non sarà il punto focale dell'esperienza di gioco.

NOTIZIA di Stefano Paglia   —   01/08/2022
38

Dopo la presentazione in pompa magna avvenuta poche settimane fa, Ubisoft sta svelando nuovi dettagli su Skull and Bones, l'open world con battaglie piratesche in arrivo su PC e console a novembre. In una recente intervista con True Achievements, il game director Ryan Barnard ha parlato del peso della narrazione nel gioco e di come questo "non sarà il punto focale dell'esperienza".

Barndard spiega Sull and Bones ha una storia di fondo e che alcuni personaggi chiave avranno delle storie personali da approfondire nel corso dell'avventura, ma che in ogni caso la trama non è l'aspetto più importante del gioco, che piuttosto ha come suo pilastro il gameplay e la progressione del giocatore.

"Skull and Bones non è un gioco basato sulla narrativa", ha detto Barndard. "Abbiamo dei pezzi di narrazione, nel gioco incontrerete degli NPC importanti chiamati 'Kingpin' che hanno una propria storia che conoscerete mano a mano che approfondirete il vostro rapporto con loro completando gli incarichi che vi offriranno. C'è una storia di fondo con cui abbiamo costruito la lore di questo mondo, ma non è il punto focale. Vogliamo che i giocatori creino le loro storie personali e che siano in grado di scegliere il pirata che vogliono diventare".

Skull and Bones
Skull and Bones

"Detto questo, quello che vi spingerà attraverso il sistema di progressione che chiamiamo 'Infamy', è il fatto che che otterrete dei progetti per realizzare differenti tipi di navi, armi e armature, e vi serviranno per esplorare il mondo ed essere efficaci contro i nuovi nemici".

Skull and Bones sarà disponibile sarà disponibile l'8 novembre su PlayStation 5, Xbox Series X|S, Stadia, Epic Games e Ubisoft Connect.