The Witcher su Netflix, Ciri sarà di etnia diversa rispetto a romanzi e videogiochi

Scelta che farà discutere per i produttori della serie televisiva su The Witcher: il personaggio di Ciri verrà stravolto dal punto di vista estetico?

NOTIZIA di Davide Spotti   —   09/09/2018
560

Dopo l'annuncio ufficiale che Henry Cavill interpreterà Geralt di Rivia nella nuova serie televisiva di Netflix tratta dai romanzi di The Witcher, nuove indiscrezioni sono senz'altro destinate a far discutere.

Secondo quanto emerso da un recente annuncio di casting, il personaggio di Ciri dovrebbe avere un'etnia diversa rispetto a quella che l'ha caratterizzata sia nei libri che nei videogiochi, quindi non una provenienza caucasica.

Un annuncio pubblicitario del National Youth Theatre suggerisce che Netflix sia alla ricerca di una ragazza di 15 o 16 anni nera, asiatica o appartenente ad altre minoranze etniche. La descrizione prosegue descrivendo il personaggio come resiliente, implacabile, sfacciato e in crescita. "Ciri può essere spesso trovata a girovagare per il Palazzo invece di starsene elegantemente seduta al cospetto della Regina Calanthe, sua nonna. Questo fino a quando Cintra viene massacrata dai Nilfgaardiani e Ciri rimane orfana, costretta ad attraversare il continente da sola", recita la sinossi.

"Non lo sa ancora, ma è una diretta discendente di Lara Dorren, un mago elfico, ed è per questo che tutti sono sulle sue tracce. Seguiamo Ciri mentre sfugge ai suoi rapitori e nel frattempo scopre i suoi talenti magici, il suo lato oscuro e il ruolo che deve interpretare nell'apocalisse in arrivo. Siamo alla ricerca di uno straordinario giovane talento per condurre questa serie. Dovrebbe essere coraggiosa e avere qualcosa di davvero speciale".

Cosa ne pensate di questa decisione? Fatecelo sapere nei commenti! Nel frattempo vi ricordiamo che la serie di Netflix su The Witcher debutterà nel corso del 2019.

The Witcher su Netflix, Ciri sarà di etnia diversa rispetto a romanzi e videogiochi