THQ Nordic ha acquisito il team italiano Milestone, oltre a Gunfire Games e Goodbye Kansas 28

Continua l'espansione di THQ Nordic con una triplice acquisizione di grosso calibro, che fa diventare Milestone, Gunfire Games e Goodbye Kansas team first party a tutti gli effetti.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   14/08/2019

THQ Nordic è scatenata e dopo i numerosi progetti in cantiere presentati e non ha annunciato in queste ore ben tre acquisizioni di team che diventano dunque interni al publisher, tra i quali l'italiano Milestone, oltre a Gunfire Games e Goodbye Kansas.

Con questa manovra, THQ Nordic aumenta notevolmente le proprie dimensioni, assicurandosi il controllo di altri tre team first party che vanno ad unirsi al proprio organico in continua espansione. THQ Nordic ha dunque acquisito Milestone attraverso la sua sussidiaria Koch Media: si tratta del noto team di sviluppo milanese responsabile di vari titoli di guida come MotoGP, MXGP, RIDE e Monster Energy Supercross. Fondato nel 1994 come Graffiti, divenne Milestone nel 1996 e conta ormai su 200 dipendenti e 25 anni di esperienza nello sviluppo, principalmente di racing game. Luisa Bixio continuerà ad essere il CEO del team, che dovrebbe mantenere il proprio assetto e la propria indipendenza in termini di lavoro, sotto Koch Media.

Gunfire Games è il team responsabile della serie Darksiders, raccogliendo l'eredità di Vigil ed essendo stato fondato da alcuni membri del team in questione. Tra le altre proprietà intellettuali ci sono Chronos e From Other Suns. Il team americano conta al momento 63 dipendenti e nuovi titoli in sviluppo, oltre all'esperienza importante su Darksiders che ha già stretto i contatti con THQ Nordic in precedenza.

Goodbye Kansas Game Invest è invece una compagnia piuttosto recente, fondata nel 2016, che a sua volta coordina il lavoro presso team più piccoli come Palindrome Interactive, Fall Damage, Neon Giant, Kavalri e Framebunker, effettuando investimenti su diversi progetti videoludici. L'acquisizione garantisce a THQ Nordic il controllo sulle proprietà intellettuali emerse dal lavoro di questi team oltre a diritti di royalties sul prossimo Biomutant.