Twitch: raggiunto un accordo per proteggere gli streamer dai DMCA

Twitch ha raggiunto un accordo con la National Music Publishers' Association per difendere gli streamer dai DMCA in caso di uso di musica protetta dal diritto d'autore.

NOTIZIA di Simone Tagliaferri —   22/09/2021
10

Dopo una lunga contrattazione, Twitch ha raggiunto un accordo con la National Music Publishers' Association per difendere gli streamer dai DMCA in caso di uso accidentale di musica protetta dal diritto d'autore.

Sono innumerevoli gli streamer colpiti da DMCA (Digital Millennium Copyright Act) negli scorsi mesi per motivi legati alla riproduzione in streaming di musica protetta. Anche top streamer come xQc non si sono salvati dalla mannaia e hanno ricevuto dei ban temporanei per questo motivo.

In una email del 21 settembre 2021 però, Twitch ha annunciato di aver raggiunto un accordo con la National Music Publishers' Association, sostanzialmente l'associazione di categoria degli editori musicali USA. Di fatto la piattaforma si è impegnata a fornire agli editori dei nuovi strumenti per segnalare l'uso improprio della musica protetta durante gli streaming, per una maggiore flessibilità sugli incidenti che possono capitare durante gli streaming. Inoltre i creatori non saranno più colpiti subito da DMCA, ma riceveranno degli avvisi con cui potranno agire prima delle vie legali. Naturalmente rimangono vietati tutti gli utilizzi impropri della musica coperta da diritti d'autore, come lo streaming di concerti o di eventi musicali.

Rimane valido l'utilizzo di musica presa da archivi free, come StreamBeats, Pretzel Rocks e Monster Cat.