Xbox Game Studios, nuova acquisizione: da Crytek a Sega, i candidati (im)possibili

Torna in questi giorni un vero classico: il toto-team sulle possibili acquisizioni di Microsoft per Xbox Game Studios!

NOTIZIA di Giorgio Melani —   07/06/2021
66

Siamo finalmente entrati nella settimana dell'E3 2021, ormai: a partire da sabato 12 giugno, ma a dire il vero già da qualche giorno prima, inizieranno ufficialmente i vari eventi di presentazione previsti per l'atteso ritorno della maggiore conferenza videoludica, che quest'anno si terrà ovviamente del tutto online in digitale. Tra gli eventi più attesi e importanti c'è la presentazione di Xbox e Bethesda, fissata per domenica 13 giugno 2021 alle ore 19:00, durante la quale ci attendiamo parecchie novità interessanti ma su una si è discusso in particolare tra ieri e oggi: la possibile nuova acquisizione di Microsoft per espandere gli Xbox Game Studios. Si tratta ancora di una voce di corridoio, ma rimbalza tra diverse fonti e sembra attendibile, senza considerare il fatto che l'argomento in questione è sempre molto caldo, visto che la casa di Redmond non ha mai fatto mistero di voler continuare la sua espansione con un progressivo incremento dei propri team first party. Tutto questo fa tornare un grande classico di questi tempi, ovvero il toto-team sulle possibili acquisizioni, in questo caso da parte di Microsoft, per il quale ci sono già diversi candidati interessanti.

Il maggiore indiziato in queste ore è emerso a sorpresa, a partire da ulteriori rumor e dunque sempre da prendere con estrema cautela: si tratta nientemeno che di Crytek, idea piuttosto inaspettata ma che potrebbe avere dei contorni logici. Il team tedesco possiede una grande esperienza sul fronte tecnico, nonché un engine proprietario come il CryEngine, e sembrerebbe poter cercare una maggiore sicurezza economica attraverso il consolidamento all'interno di una grossa compagnia. Tuttavia, i rumor in questione sembra siano già stati smentiti, dunque la questione è veramente molto dubbia per il momento, anche se si tratta comunque di insider che smentiscono insider, dunque tutto può essere. Inutile dire che questa eventualità potrebbe portarsi dietro un nuovo Crysis o magari anche un Ryse 2, considerando che il primo capitolo è stato un po' il simbolo della collaborazione tra Xbox e Crytek ed è tutt'ora ricordato come uno dei giochi che sono riusciti a sfruttare maggiormente l'hardware di Xbox One. Jez Corden, giornalista di Windows Central da sempre piuttosto vicino alle questioni Microsoft, ha confermato di aver sentito di una o due possibili acquisizioni in arrivo, collegate forse anche all'acquisizione di una proprietà intellettuale nota ma i team in questione sarebbero di dimensioni medie, sul modello di Double Fine o InXile, non cosa gigantesche ma comunque significative.

Xbox Game Studios potrebbero espandersi con nuove acquisizioni
Xbox Game Studios potrebbero espandersi con nuove acquisizioni

Questo, purtroppo, escluderebbe un'eventualità che col tempo è diventata un vero e proprio meme: l'acquisizione di Sega da parte di Microsoft. Questa possibilità a dire il vero è estremamente difficile per una serie di ragioni, a partire dal fatto che un'acquisizione di tale portata sarebbe stata preannunciata da qualche movimento ufficiale, visto che si tratta di una compagnia quotata in borsa. Tuttavia, bisogna onorare il meme e dunque non possiamo scrivere un pezzo sulle eventuali acquisizioni di Microsoft senza metterci in mezzo anche Sega in qualche modo, anche solo per escluderla completamente dalle possibilità. Lasciando perdere dunque le manovre gigantesche, le soluzioni si ampliano a dismisura visto che di team di dimensione media che potrebbero rientrare nelle mire di Microsoft ce ne sono a bizzeffe. Se si parla di team della dimensione di Obsidian o InXile si deve guardare a studi che abbiano almeno un centinaio di dipendenti circa, ovvero come buona parte degli sviluppatori di un certo calibro attualmente attivi sul mercato, dunque le possibilità sono molteplici.

Tra i nomi ricorrenti, che per qualche motivo vengono spesso associati a Microsoft come possibili candidati a far parte di Xbox Game Studios, da tempo troviamo IO Interactive, il team di Hitman. Si tratta di una compagnia indipendente, anche se ha raggiunto un notevole spessore, che da tempo sembra essere nelle mire della casa di Redmond anche se non ci sono state mai manovre chiare e rese pubbliche: sappiamo però che il team ha voluto rimanere indipendente con una certa fermezza, cosa che fa dubitare che venga acquisito in blocco almeno per il momento. Un altro candidato potrebbe essere Asobo Studio, considerando la recente e fruttuosa collaborazione con il team francese sullo sviluppo di Microsoft Flight Simulator: da tempo si parla di una possibile acquisizione ma, anche in questo caso, lo studio sembra essere soddisfatto della sua posizione indipendente, dunque la questione resta in sospeso per adesso, anche se fra le tante questa potrebbe essere una soluzione piuttosto sensata. Non ci facciamo poi mancare la pista polacca: da tempo gira un rumor sulla possibilità che Microsoft stia guardando in tale direzione per un'acquisizione e i candidati ideali, esclusa CD Projekt RED per dimensioni eccessive, potrebbero essere Techland o Bloober. La prima ha attraversato un periodo economicamente complicato anche a causa della lunga genesi di Dying Light 2 e potrebbe beneficiare di una posizione più sicura, mentre il secondo è un team che ha collaborato già con Xbox portando in esclusiva temporale alcuni dei suoi giochi, dunque il rapporto è già solido. Tra i possibili jolly possiamo annoverare diversi team, ma quelli che ricorrono maggiormente sono Avalanche, soluzione interessante anche per la tecnologia che si porterebbe dietro con Apex Engine, e Iron Galaxy, team che ha maturato una grossa esperienza soprattutto in ambito porting e ha collaborato con Microsoft in esclusiva su Killer Instinct.