Xbox Series X e Series S, espansione di memoria SSD e hard disk esterni: informazioni da Microsoft

Xbox Series X e Series S si basano su diversi sistemi di immagazzinamento e gestione dei dati tra SSD interno, Storage Expansion Card da 1 TB e hard disk esterni, qualche spiegazione da Microsoft.

NOTIZIA di Giorgio Melani   —   24/09/2020
104

Xbox Series X e Series S utilizzano, come è noto, un sistema proprietario per l'espansione della memoria su SSD, attraverso delle piccole schede chiamate Storage Expansion Card che racchiudono all'interno un SSD NVME da inserire in un apposito slot posto sul retro delle console, ma queste supportano anche i normali hard disk esterni, con alcune funzionalità differenti. Vediamo dunque qualche spiegazione aggiuntiva sui diversi sistemi di gestione dell'archivio in Xbox Series X e S da parte di Microsoft.

Il nuovo SSD NVME è al cuore della Xbox Velocity Architecture, ovvero il complesso sistema di elementi studiati da Microsoft per garantire una grande velocità nella gestione dei dati su Xbox Series X e Series S, dunque i giochi specificamente sviluppati per queste piattaforme next gen devono funzionare obbligatoriamente sull'SSD interno o sulla card d'espansione, ovvero la Storage Expansion Card da 1 TB.

Quest'ultima funziona esattamente come un'estensione della memoria interna, essendo basata sulla stessa tecnologia, dunque consente anche di installare e lanciare i giochi next gen per Xbox Series X e S direttamente da lì, cosa non possibile con gli HDD collegati via USB 3.1. Il problema della Storage Expansion Card, tuttavia, è il suo prezzo, come emerso già dai primi avvistamenti spuntati online e confermato da Microsoft: circa 270 euro, praticamente quasi quanto una Xbox Series S.

Jason Ronald, il progettista capo delle nuove Xbox, ha spiegato che il costo è un risultato della tecnologia utilizzata da Seagate per costruire queste schede. Microsoft ha riferito di aver scelto una soluzione proprietaria e non la possibilità di cambiare l'SSD a piacimento da parte dell'utente (come pare sia possibile fare con PS5, anche se mancano ancora le informazioni precise su questo aspetto), per poter garantire la massima affidabilità e la certezza delle stesse prestazioni per cui è stata progettata l'Xbox Velocità Architecture.

In ogni caso, ha ribadito Ronald, tutti i giochi Xbox One, Xbox 360 e della Xbox originale possono essere installati e fatti lanciare direttamente dall'hard disk esterno classico collegato via USB 3.1. Da notare peraltro anche una caratteristica interessante riferita dal progettista Xbox: la funzionalità Quick Resume, che consente di sospendere, mantenere in memoria e far partire immediatamente un gioco, mantenendone diversi in stato di sospensione, funziona anche con i titoli installati su HDD esterno via USB 3.1, oltre che ovviamente dall'SSD interno o dalla Storage Expansion Card.

Xboxseriesx Tech Ext Storage Mkt 16X9 Rgb