Per tutti i gusti 72

Vecchie glorie e bolidi moderni nel primo DLC del Season Pass di Forza Motorsport 6

RECENSIONE di Andrea Centini —   19/10/2015

Indice

Approdato su Xbox One lo scorso settembre e accolto calorosamente da critica e pubblico, Forza Motorsport 6, cui abbiamo assegnato un sonoro 9,5, ha appena iniziato quel percorso di rifinitura e arricchimento che accomuna praticamente tutti i moderni racing game, dove il programma degli amati/odiati contenuti scaricabili viene spesso accompagnato da corpose patch di aggiornamento. Il primo DLC per l'esclusiva Microsoft legato al Season Pass semestrale, venduto singolarmente o incluso nella prestigiosa Ultimate Edition, è un omaggio all'esordio su Xbox One della celebre serie G dei volanti Logitech, tra le più apprezzate periferiche dagli appassionati di racing game e disponibile sull'ammiraglia di Redmond con l'ottimo G920. Il Logitech G Car Pack, come annunciato, contiene una selezione di sette nuove auto, cui va ad aggiungersi anche la potente coupè giapponese Infiniti Q60 Concept, gratuita per tutti e legata a un aggiornamento che comporta diversi fix e update al codice. Scopriamoli assieme prima di immergerci nell'analisi dei nuovi bolidi.

Classe, lusso e prestazioni da capogiro nel Logitech G Car Pack di Forza Motorsport 6

Lavoro di cesello

La prima sostanziosa patch per Forza Motorsport 6 interessa diverse caratteristiche del gioco, e al di là di rifiniture su tracciati e auto, va a toccare anche i Drivatar, l'importazione delle livree da Forza Motorsport 5, gli obiettivi, le discusse Modifiche e alcuni aspetti del multiplayer. Per quanto concerne le vetture, Turn 10 ha sistemato i problemi audio relativi ai motori delle V8 Supercars e della Ford Shelby GT350, inoltre sono state rettificate diverse visuali dal cockpit, comprese quelle della Lamborghini Gallardo LP570-4 e della Ford Escort RS1600 Fast & Furious edition.

Per tutti i gusti

Gli interventi più importanti hanno invece riguardato il fix del famigerato bug della trasmissione, che concedeva ad alcune specifiche auto un indebito vantaggio durante le competizioni. Se avete visto classifiche dominate da vecchie Mini Cooper, Abarth 595 essesse e Fiat X1/9 il motivo era legato proprio a questo problema, e gli sviluppatori hanno deciso di cancellare dalla leaderboard tutti i tempi ottenuti illecitamente. Benché si tratti di uno dei fiori all'occhiello della serie, l'intelligenza artificiale dei Drivatar ha mostrato il fianco a qualche piccola sbavatura, e Turn 10 ha effettuato alcune modifiche lato server per migliorarne il comportamento. Ulteriori interventi sono previsti nel prossimo futuro. Altri fix importanti hanno riguardato la mappatura dei tasti in caso di collegamento contemporaneo di joypad e volante, i punteggi ottenuti durante le sessioni di drifting, l'obiettivo "World Traveler" che non si sbloccava correttamente e l'esportazione/importazione di livree. È stato inoltre rettificato un bug che permetteva di barare sulla variante Ascari del circuito di Monza, mentre i circuiti di Road Atlanta e Top Gear sono stati ripuliti da alcune imperfezioni.

Le stradali

Nel Logitech G Car Pack, acquistabile al di fuori del Season Pass per 6,99 Euro, sono presenti tre vetture stradali, che purtroppo non includono le attesissime Alfa Romeo Giulia e Ferrari 488 GTB. I modelli prescelti sono infatti la Volvo 123 GT del 1967, la Cadillac XTS Limousine del 2013 e la velocissima Caparo T1, auto con fascino e carisma decisamente più contenuti rispetto ai due bolidi italiani, che molto probabilmente vedremo arrivare nei prossimi pacchetti. Iniziamo la nostra analisi con la berlina sportiva della casa svedese, un modello uscito negli anni '60 derivato dalla discreta Amazon, vettura fabbricata nei pressi di Goteborg che ottenne un buon successo commerciale e ottimi risultati sulle piste dell'epoca. La versione 123 GT era particolarmente ricca di accessori e montava un motore B18 da 130 cavalli, sufficienti per renderla veloce e divertente da guidare, anche grazie al peso di soli 1.140 chilogrammi.

Per tutti i gusti

Su Forza Motorsport 6 costa 14 mila crediti, è inclusa nella nuova Classe E (223) e in carriera è utilizzabile nel Volume SuperStreet all'interno del gruppo Compatte Classiche. Nonostante l'aspetto pesante e la poca ripresa, la Volvo 123 GT ha un comportamento fluido e brillante soprattutto in derapata, inoltre risulta molto equilibrata una volta presa una buona velocità. Il modello poligonale è ottimo, soprattutto negli interni dove colpisce il vetusto contachilometri orizzontale, mentre gli esterni soffrono un po' di aliasing sulla calandra, sui paraurti metallici e sulle modanature laterali. In ordine di potenza, la seconda vettura stradale presente nel DLC è la Cadillac XTS Limousine, un "mostro" da 2,5 tonnellate lungo come una portaerei e decisamente più adatto ad accompagnare vip d'oltreoceano che a divorare l'asfalto di un racing game. Derivata dalla berlina di lusso XTS, questa versione è equipaggia con un poderoso 3.6 V6 da 227 kW che fornisce discreta potenza, benché dimensioni e peso rappresentino limiti invalicabili sotto il profilo delle prestazioni. Su Forza Motorsport 6 è acquistabile per 75 mila crediti ed è inclusa nella lenta Classe E (270), assieme alla stragrande maggioranza dei "macinini" d'epoca. Pur essendo stabile e coadiuvata da un ottimo impianto frenante, le curve veloci purtroppo sono il suo peggior nemico, dato che tende inesorabilmente ad andare dritta. Gli interni sono un po' troppo sobri e anonimi, ma nella modalità ForzaVista è possibile accedere ai sedili posteriori e saggiare il lusso sfrenato dedicato ai passeggeri, tra luci al neon e un completo piano bar fedelmente ricostruito. Negli esterni il modello non appare pienamente convincente, a causa della resa dei riflessi lungo le chilometriche fiancate e dei dettagli poligonali della porzione posteriore dell'auto.

Per tutti i gusti

Buono invece il rombo del motore, che risulta profondo e vigoroso. Nel complesso si tratta di una vettura da provare qualche volta per sfizio, ma avrà pochissimi estimatori anche perché inutilizzabile nella modalità Carriera. Diametralmente opposto il discorso per la britannica Caparo T1, una fuoriserie estrema che presenta diverse caratteristiche assimilabili a quelle di una Formula Uno, a partire dall'aspetto da monoposto, anche se in realtà i posti a sedere sono due, col sedile del passeggero posizionato dietro a quello del pilota. È un'auto piuttosto famosa per i suoi problemi di affidabilità, evidenziati durante eventi e presentazioni. Alcuni anni fa prese fuoco a 240 km/h durante i test per il programma Fifth Gear, e il pilota-presentatore Jason Plato riportò alcune ustioni. Su Forza Motorsport 6 la vettura costa 400 mila crediti, è inclusa nella classe estrema P (952), pesa soltanto 672 chilogrammi e ha 480 cavalli, specifiche che la spingono oltre i trecento chilometri orari e le fanno staccare lo 0-100 km/h in appena 2,5 secondi. Com'è lecito attendersi, si tratta di un'auto velocissima e dal comportamento agile, che tuttavia, soprattutto senza aiuti, richiede molta pratica per essere domata, dato che non parzializzare attentamente gas e freni si traduce quasi sempre in un testacoda. Il modello poligonale è perfetto nell'iconico colore arancione sia negli interni che negli esterni, inoltre è praticamente privo di aliasing. A causa della sua particolarità, purtroppo non è fruibile nella modalità carriera. Piccolo appunto per i nostalgici: la Caparo T1 era una delle migliori vetture presenti nel garage di Project Gotham Racing 4.

Le auto da competizione

Le quattro vetture da gara presenti nel DLC sono equamente suddivise tra classiche e moderne, andando ad ampliare la selezione di bolidi per le serie dei volumi Corsa Pro e Sport Motoristici Estremi, fatta eccezione per la Mercedes-Benz W154 del 1939 che non può correre nella carriera. Iniziamo la nostra analisi proprio da questa "Freccia d'Argento" anteguerra, erede della vittoriosa W125 ed equipaggiata con un potente 3,0 Litri V12 sovralimentato da 474 cavalli. Grazie ai 490 Nm di coppia massima e al peso di 1.217 chilogrammi la W154 risulta agile e scattante, ciò nonostante, a causa degli pneumatici striminziti e dell'aerodinamica peculiare, è una vettura decisamente nervosa da controllare su Forza Motorsport 6, un dettaglio cui si aggiunge anche la pessima resa dei freni.

Per tutti i gusti

Inclusa nella Classe A (612) e dal costo di ben un milione e seicentocinquantamila crediti (fortunatamente le auto dei DLC al primo acquisto vengono regalate), la W154 presenta un ottimo modello poligonale, sia internamente, con l'enorme volante in legno e i tre indicatori circolari in evidenza, che negli esterni, macchiati da aliasing solo attorno alle feritoie del cofano motore. Nonostante i difetti legati all'età, si tratta comunque di un'auto piacevole da guidare, soprattutto con la visuale interna. Dall'indiscutibile fascino classico è anche la splendida Honda RA300, una Formula Uno degli anni '60 che all'epoca doveva vedersela con "mostri sacri" alla stregua della Lotus Type 49. La vettura era nota per la sua incredibile velocità, e non a caso l'unico Gran Premio in cui uscì vittoriosa fu proprio quello di Monza. Su Forza Motorsport 6 è inclusa nella Classe S (767) ed è una delle regine nel gruppo Leggende del Gran Premio. Si tratta della migliore auto del DLC sotto il profilo del puro divertimento, grazie alla posizione di guida entusiasmante e al comportamento in pista agile e grintoso. Il modello poligonale, nell'iconico colore bianco e rosso che richiama il Sol Levante, è assolutamente pregevole, ed è possibile osservare ogni minimo dettaglio del vigoroso propulsore, sormontato da quattro aggressivi tubi di scarico neri. Ottima anche la resa degli interni. Con un balzo in avanti di circa trenta anni passiamo alla Nissan n° 75 Cunningham Racing 300ZX del 1994, una vettura da competizione derivata dall'apprezzatissima coupé prodotta dalla casa giapponese tra il 1983 e il 2000. Vittoriosa in vari campionati IMSA GTO dell'epoca, quest'auto è rimasta nel cuore di molti appassionati di racing game, dato che era una delle più amate sin dai primi Gran Turismo.

Per tutti i gusti

A bordo del modello precedente vinse alcune gare anche il celebre attore e pilota americano Paul Newman. Su Forza Motorsport 6 è inclusa nella classe R828, costa 650 mila crediti e rappresenta un'ottima scelta nel Volume Corsa Pro per le serie GT Racing Iniziali, dove deve vedersela con la Ferrari N.A.R.T. 512 DB/LM, l'Audi 90 quattro IMSA GTO e la BMW Motorsport M1 Procar, vetture che hanno scritto la storia degli sport motoristici. I 582 kW di potenza la rendono particolarmente agile e aggressiva, ma è necessario fare parecchia pratica per prenderne completamente le misure. Una volta domata la 300ZX si guida splendidamente, ed è un vero piacere lanciarla sulle curve veloci di circuiti come il Watkins Glen o Spa. Il modello poligonale è ottimo ed è macchiato solo da un pizzico di aliasing sui fanali posteriori, mentre gli interni sono decisamente racing e spartani, con in evidenza un semplice indicatore digitale giallo. Chiudiamo la nostra analisi del Logitech G Car Pack con l'Audi Team Joest R18 E-tron quattro, un prototipo pensato per la 24 Ore di Le Mans e il FIA World Endurance Championship (WEC). Caratterizzata da tecnologia avanzatissima, la vettura tedesca è una ibrida con 565 kW di potenza e una mostruosa coppia massima di 1.300 Nm. Su Forza Motorsport 6 è inclusa nella classe d'eccellenza P (957) e viene venduta per un milione e mezzo di crediti. Tra i vari prototipi LMP presenti nel sim-arcade dei Turn 10, che si assomigliano un po' tutti dal punto di vista prestazionale e del comportamento, si distingue per il favoloso impianto frenante e il florilegio di carbonio negli interni. La postazione di guida è sulla destra e al centro della visuale c'è un fastidioso tergicristallo in posizione neutra, mentre il display digitale è curiosamente integrato nel volante. Il modello poligonale è ottimo così come il sound del motore, tuttavia nella parte superiore della vettura si evidenzia qualche texture un po' troppo sgranata.

Digital Delivery
Xbox Store
Prezzo
6,99 €
Multiplayer.it

Lettori (6)

6.0

Il tuo voto

PRO

  • Piacere di guida e sound della Honda RA300
  • Il ritorno della 300ZX da competizione
  • Vetture varie ed interessanti...

CONTRO

  • ...ad eccezione della limousine
  • Tre auto non possono essere usate in carriera