Super Bomberman R, recensione

Super Bomberman R inaugura su Nintendo Switch il ritorno del franchise

RECENSIONE di Marco Perri —   08/03/2017
51

Indice

Lo spirito degli Arcade vive ancora. Chi l'avrebbe detto che proprio Konami, emblema di un evoluzione aziendale discutibile quanto tesa al mantenimento di un indice operativo positivo in quello che è solo uno dei suoi tanti business, sarebbe rientrata così. Questo è un ritorno atteso, desiderato dai giocatori storici rimasti orfani di una figura iconica degli anni '80 e '90 ma poi scomparsa dai radar in parallelo con Hudson Soft, ora parte di Konami. La R nel titolo - a detta di Konami - sta proprio per Returns, un po' come nel 2010, quando Donkey Kong Country tornò su Wii. Non è casuale che il riaffacciarsi sul mercato di saghe storiche - con capitoli nuovi, non remake - stiano avvenendo su piattaforme Nintendo: Switch rappresenta l'acme del multiplayer offline e Bomberman ha cullato una fetta di giocatori in fasce che oggi ne serba un ricordo eccezionale, quindi bene che le due cose vadano ora a braccetto. Il fatto che Nintendo abbia spinto per avere un Bomberman al day-one di Switch meriterebbe tutta una trattazione a parte che non faremo in questa sede, vi basti sapere che quanto forse stringerete tra le mani incarna proprio il cuore dell'esperienza ultratrentennale.

Tra esplosioni, multiplayer e un po' di story mode, Super Bomberman R confeziona un discreto ritorno

Colpi di storia

Super Bomberman R, recensione

Ogni episodio del franchise che si rispetti ha una storia identificabile nella sconfitta del malvagio di turno e Super Bomberman R non fa eccezione. Konami sceglie una gestione delle scene di intermezzo in stile cartoon e un doppiaggio piuttosto in linea con le aspettative - non alte - che avevamo proprio su questo aspetto. A parte questo dettaglio, l'avanzamento si scrolla di dosso qualsiasi vena di coraggio e propone mondi di gioco ad ambientazioni variabili in cui avanzare livello dopo livello. Nulla di sorprendente, eppure la formula riesce a donare qualche ora di avventura in singolo - o in coppia - abbastanza divertenti e impegnative per chi è in astinenza dalla tipologia di gameplay offerta. Gli obiettivi non sono sempre uguali e variano dallo sconfiggere tutti i nemici all'azionare interruttori fino alla raccolta di chiavi nascoste qua e là, con boss che però si rivelano più spettacolari che non realmente impegnativi. È quello che ci aspettavamo dopo aver visto i trailer pubblicati: tutto sommato, i differenti livelli di difficoltà selezionabili e un level design più che sufficiente rendono piacevole il retrogusto di questo nostalgico viaggio. Avanzare nella storia sarà uno dei modi per accumulare monete spendibili in-game, ma ne parleremo più avanti.

Con gli amici... reali o virtuali!

Inutile dirlo, il focus dell'esperienza è inevitabilmente il multiplayer. È quello che volevamo testare sin dall'inizio, sin dal primo annuncio, proprio per capire se la formula storica regge ancora. La risposta, alla fine, ci sentiamo di darvela positiva, anche se è indubbio come sia necessario spendere diverso tempo per abituarsi a un sistema di controllo e di feedback assolutamente non immediato.

Super Bomberman R, recensione
Super Bomberman R, recensione

È logico, non ci aspettavamo la risposta del 2D, però Konami poteva effettivamente raffinarla un pochino di più. Non funziona male, sia chiaro, ma i puristi abituati a una rapporto 1:1 immediato nella pressione del tasto troveranno una curva di apprendimento più ampia del previsto. E lo scotto si paga nelle sessioni multiplayer, non tanto in quelle in locale dove fino a 8 giocatori senzienti possono scontrarsi su schermo o 4 Switch possono collegarsi in locale, ma quelle dove è presente la CPU. È necessaria una assoluta dimestichezza con i controlli per poter anche solo sperare di farcela a battere l'intelligenza artificiale, e non stiamo assolutamente ingigantendo la cosa. Potete leggerlo come un nuovo approccio ai Bomberman, e in una visione ottimistica potreste anche avere ragione, manca però quel guizzo in grado di fare tutti felici... e il frame rate ancorato a 30 immagini al secondo rinforza il concetto. Al di là di questi elementi, è indubbio come il prodotto riporti in auge uno stile ludico intramontabile e irrimediabilmente divertente giocato in compagnia di amici. L'online, purtroppo, preferiamo lasciarlo nel dimenticatoio, non per suo demerito qualitativo bensì per evidenti problemi di Konami nella creazione del net-code, affetto da lag e problemi. La società ne è al corrente e vi sta lavorando, quindi attendiamo patch risolutiva. Speriamo si sbrighino più che altro per chiunque abbia piacere di cominciare a muovere i primi passi nell'ambizioso sistema di leghe presente all'interno e destinato a fare la felicità di chiunque non veda l'ora di assaggiare un po' di sana competizione globale in un Bomberman. Far giocare, alla fine, è l'unico vero obiettivo di questo titolo, lo scopo primordiale; più si gioca, più si otterranno le monete da spendere nel negozio, con personaggi, accessori e nuove arene a disposizione che - speriamo - verranno arricchite nel corso dei prossimi mesi. Forse si sarebbe potuto chiedere qualcosa di più dal punto di vista tecnico, è vero, non tutti apprezzeranno lo stile, ma siamo sicuri che questa rappresenta più un tentativo di Konami di far tornare in auge un brand dato per spacciato con tutti gli elementi riconoscibili dal primo istante. Per ora, ci si può accontentare, ma speriamo sia solo un primo passo.

Multiplayer.it

7.0

Lettori (12)

6.9

Il tuo voto

Super Bomberman R poteva essere di più, ma poteva anche andare peggio. Detto in tutta onestà, la sensazione è sempre piacevole, anche dopo tanti anni. È che Konami avrebbe potuto mettere più impegno per consegnare uno Story Mode più strutturato e ambizioso. Avrebbe anche potuto arricchire maggiormente la disponibilità di opzioni a disposizione nella creazione delle sessioni multiplayer. Si, poteva fare di più. Però poteva anche essere un prodotto peggiore, meno curato, meno rispettoso dell'eredità e così, per fortuna, non è. Vogliamo pensare che sia un primo ritorno dello storico Bomberman sugli scaffali e che le sue future iterazioni siano sempre giustificate tanto al botteghino quanto tra le mani dei giocatori di una volta. Ci speriamo, dai.

PRO

  • Divertimento in multiplayer
  • Il sapore della competizione non è cambiato
  • Storia interessante...

CONTRO

  • ...ma corta e poco ambiziosa
  • Online attualmente non funzionante
  • Controlli non immediati