All of You, la recensione

Un puzzle game basato su tempismo, incastri, logica e pulcini: aiutiamo una povera gallina in missione nella recensione di All of You!

RECENSIONE di Giorgio Melani   —   13/11/2020
1

Dopo avventure e sperimentazioni ardite in ambito artistico ed espressivo, fa piacere tornare su Apple Arcade per giocare a un buon vecchio puzzle, specialmente se è ben fatto come questo esaminato nella recensione di All of You. Alike Studio è uno di quei team che possono trovarsi perfettamente a proprio agio su piattaforme mobile e specialmente in un ambito come Apple Arcade, dove le creazioni stilisticamente curate hanno sempre un risalto particolare, tanto più se alla presentazione piacevole riescono a unire anche un gameplay ragionato e ben costruito. Si nota un'idea di fondo comune e caratteristiche simili che corrono tra le produzioni di questo team, a partire da Love you to Bits, passando attraverso Bring you Home e arrivando fino a All of You. Al di là della composizione dei titoli, che sembrano già una cifra stilistica, gli sviluppatori si concentrano su soluzioni di gioco basate sull'interazione con scenari più o meno statici e sulla manipolazione anche delle regole stesse dei rapporti causa-effetto e della composizione dei livelli come elemento di gameplay.

All Of You 00003


In questo senso, All of You sembra essere un'evoluzione di Bring You Home, raffinando e rendendo più complessa e funzionante l'idea che era già comparsa nel gioco precedente. Anche in questo caso, il concetto di base è arrivare in fondo ai livelli evitando ostacoli e minacce varie, facendo in modo che la gallina protagonista possa abbracciare via via tutti i pulcini persi in una tenera storia di amore materno gallinaceo. Proprio come nel gioco precedente, il sistema di interazione si basa sulla modifica degli elementi costitutivi del livello stesso per poter raggiungere lo scopo, ovvero evitando nemici e ostacoli non tanto affrontandoli, quanto modificando la "realtà" in modo da non dover nemmeno porsi il problema. È un sistema simile a quello visto anche in Framed, ma che qui raggiunge livelli ancora più arditi giocando con le regole della fisica e con lo scorrere del tempo, spingendoci a trovare soluzioni anche paradossali ma comunque rispondenti a logiche alquanto ferree.

Gameplay come manipolazione del level design

Già a vedere le immagini si capisce come l'impostazione generale di All of You sia particolare: i livelli sono schermate composte da immagini tonde, dentro le quali si trovano vari elementi di scenario e dove si muove la gallina passando da un'immagine all'altra. Questi tondi vanno intesi come "tessere" che compongono il livello e ognuna può avere delle caratteristiche specifiche, potendo essere spostate in modo da modificare la posizione di piattaforme, percorsi, ostacoli e oggetti vari e la sequenza logica delle azioni, oppure "attivandoli" in maniera alternata con un semplice tocco, che fa partire lo scorrere del tempo in quel particolare tonto o frazione di livello. Di volta in volta vengono poste alcune limitazioni o possibilità di interazione parziale: solo alcune tessere possono essere spostate, oppure mentre alcune sono sempre attive (ovvero gli elementi al loro interno si muovono a prescindere dall'azione del giocatore) mentre altre devono essere attivate dal tocco.

All Of You 00002


La combinazione delle varie possibilità di interazione sui singoli tondi e degli elementi all'interno di questi nasconde la soluzione che consente alla gallina di raggiungere l'amato pulcino e, sebbene il gioco parta piano con una curva di apprendimento piuttosto dolce, andando avanti le scelte da effettuare non risultano per nulla semplici. Rispetto a quanto avevamo rilevato in Bring you Home, nel quale il trial and error diventata spesso la regola principale a cui affidarsi, spesso dovendo andare semplicemente a tentativi per una certa imprevedibilità delle azioni sullo schermo, All of You sembra basato su un level design molto più logico e strutturato. Resta spesso necessario sperimentare prima di tutto le tremende minacce che aspettano la gallina per capire precisamente cosa fare, ma la maggior parte dei molti livelli (sono più di 70, al momento) nasconde delle soluzioni geniali, che spingono a ragionare fuori dagli schemi.

All Of You 00004


Al di là di situazioni più logiche ed evidenti, come la necessità di attivare col tocco i tondi nel giusto tempismo per evitare nemici o trappole, in certi casi il gioco stimola il pensiero laterale, facendoci cercare soluzioni al di fuori degli schemi logici più evidenti, applicando una sorta di relativismo spazio-temporale tutto suo. Ribaltando un tondo, ad esempio, è possibile raddoppiare la strada da far percorrere a una palla di neve in rotolamento, cosa che può essere sfruttata per aumentarne le dimensioni più di quanto succederebbe facendola semplicemente scorrere da una casella all'altra, per esempio, oppure toccando una casella è possibile fermare il tempo per lo scenario intorno ma non necessariamente per la gallina, o viceversa, con risultati sorprendenti. C'è insomma una certa rigorosità logica nella soluzione degli enigmi, ma questi possono giocare con le regole base spingendo a trovare soluzioni creative, anche se alla fine siamo soprattutto noi giocatori a dover capire e interpretare il modo in cui il gioco piega le regole fisiche e temporali, più che poter sperimentare soluzioni ardite in libertà.

All Of You 00001

Commento

Versione testata
iPad
Digital Delivery
App Store
Multiplayer.it

8.0

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Al di là del suo impeccabile stile cartoonesco, All of You è un puzzle complesso e ben strutturato, che porta a compimento una sorta di percorso di studio effettuato dal team Alike Studio sul gameplay basato sulla manipolazione del level design. Non è sempre facile interpretare le bizzarre situazioni in cui ci possiamo cacciare e il gioco spinge sì a ragionare fuori dagli schemi, ma sempre precisamente secondo le decisioni imposte dagli sviluppatori, tuttavia si tratta di una delle interpretazioni più creative del puzzle game incentrato sulla composizione dei livelli in frammenti da riordinare. Forse i livelli sono fin troppi rispetto alle effettive variazioni inserite progressivamente nel gameplay, cosa che può renderlo anche monotono alla lunga, ma c'è poco da lamentarsi in questo senso: All of You è un gioco che può essere gustato anche in piccoli frammenti e un po' per volta, casella dopo casella e pulcino dopo pulcino.

PRO

  • Struttura puzzle ben congegnata e creativa
  • Ottimo stile grafico
  • Tanti livelli
CONTRO
  • Le variazioni sul tema non sono molte
  • La soluzione è univoca e a volte poco comprensibile