Darkfire Heroes, la recensione

Gli autori di Angry Birds portano su iOS e Android un nuovo potenziale blockbuster che prova a espandere la formula di Clash Royale: la recensione di Darkfire Heroes.

RECENSIONE di Tommaso Pugliese   —   23/04/2021
5

Non c'è dubbio che il franchise di Angry Birds sia uno dei più rappresentativi di sempre per quanto concerne il mobile gaming, con centinaia di milioni di download se consideriamo la serie nel suo insieme e la capacità di produrre enormi incassi per il team che l'ha creata, Rovio Entertainment.

Non si vive tuttavia di soli uccelli arrabbiati, e così lo studio finlandese ha cercato nel corso degli anni di trovare un'altra formula che potesse catturare allo stesso modo l'attenzione degli utenti. Ebbene, la recensione di Darkfire Heroes suggerisce che potrebbero averla infine trovata, in una sorta di tentativo di espandere l'esperienza di un altro celebre blockbuster, ovverosia Clash Royale.

Gameplay

Darkfire Heroes, una sequenza di combattimento in uno scenario forestale.
Darkfire Heroes, una sequenza di combattimento in uno scenario forestale.

Il titolo di Supercell non ha ovviamente bisogno di presentazioni e se state leggendo questo articolo ci sono ottime probabilità che lo abbiate giocato un bel po'. Sappiate dunque che in termini di gameplay Darkfire Heroes parte da quella stessa impostazione per condurci però all'interno di una ricchissima campagna in single player, vero e proprio fulcro dell'esperienza.

L'obiettivo, formata una squadra composta da cinque personaggi, è quello di avanzare negli scenari e sconfiggere tutti i nemici che proveranno a fermarci, inclusi enormi boss di fine livello. I nostri eroi si muovono e attaccano automaticamente, proprio come le star di Clash Royale, ma l'energia d'azione che si ricarica con il passare dei secondi, e che viene evidenziata da una barra nella parte bassa dello schermo, non serve per lanciarne di nuovi sul campo di battaglia.

Darkfire Heroes, la parte bassa dello schermo con le abilità e gli incantesimi.
Darkfire Heroes, la parte bassa dello schermo con le abilità e gli incantesimi.

No, il meccanismo è differente: ogni combattente dispone di un'abilità speciale che si ricarica col tempo e che sfrutta appunto quella energia per poter essere utilizzata. Avremo dunque il compito di impiegare queste manovre contro le creature che proveranno a fermare la nostra avanzata, supportando l'azione della squadra e intervenendo rapidamente qualora ce ne sia bisogno, ad esempio per ripristinare la salute di uno o più membri del gruppo.

Alle abilità si aggiungono inoltre degli incantesimi piuttosto efficaci, fulmini e palle di fuoco che possono facilitarci le cose (specie durante i boss fight) e che fortunatamente non sono legati a dinamiche freemium con un'impostazione a consumo, bensì si alternano e si ricaricano esattamente come le manovre speciali dei personaggi.

Struttura

Darkfire Heroes, alcuni dei personaggi sbloccabili durante la campagna.
Darkfire Heroes, alcuni dei personaggi sbloccabili durante la campagna.

La formula action RPG strategica messa a punto da Rovio funziona dannatamente bene, e sebbene alcuni aspetti dell'esperienza risultino talmente derivativi da sfiorare il plagio (vedi il sistema di potenziamento dei personaggi e delle abilità, identico a quello di Clash Royale anche in termini di stile grafico), è nei contenuti del gioco che troviamo i suoi veri punti di forza.

La già citata campagna conta infatti oltre quaranta ambientazioni differenti, tutte molto ben caratterizzate e divise in dieci stage dal grado di difficoltà crescente. Ci sono inoltre più di settantacinque personaggi da sbloccare, ognuno dotato di capacità e poteri peculiari, appartenenti a sei fazioni che si adattano più o meno bene a determinati contesti, aumentando l'efficacia della nostra azione.

Darkfire Heroes, lo scrolling dello scenario non è sempre verticale.
Darkfire Heroes, lo scrolling dello scenario non è sempre verticale.

È chiaro che più andrete avanti e più il peso della sfida si farà sentire, puntando inevitabilmente alle microtransazioni per rilasciare personaggi, potenziamenti e monete con cui poter velocizzare la progressione. Tuttavia è possibile giocare gratis senza troppi problemi, accettando di effettuare un po' di grinding nel momento in cui ci si ritrova con un team non abbastanza competitivo.

La campagna viene inoltre coadiuvata da tutta una serie di opzioni utili a ottenere ulteriori risorse, vedi ad esempio le spedizioni, e da due differenti modalità multiplayer online competitive: Conquista del Castello, che riprende in maniera ancora più sfacciata le meccaniche di Clash Royale in una gara a chi distrugge per primo la torre dell'avversario; e Gara degli Eroi, una sfida su due percorsi paralleli in cui vince chi elimina i nemici più rapidamente.

Realizzazione tecnica

Darkfire Heroes, i nostri eroi combattono i nemici nella neve.
Darkfire Heroes, i nostri eroi combattono i nemici nella neve.

Gli sviluppatori di Rovio non hanno mai avuto problemi a caratterizzare in maniera efficace il design dei giochi, e la realizzazione tecnica di Darkfire Heroes non è che l'ennesima conferma del loro talento. Cominciamo col dire che i personaggi sono disegnati e animati a mano, dunque non vantano (volutamente) la fluidità di movimento che ci si aspetterebbe e che invece ritroviamo nelle animazioni dei nemici e nello scrolling dello scenario.

Si tratta di una scelta coraggiosa, che sulle prime fa un po' strano ma a cui ci si abitua rapidamente, anche grazie alla bellezza degli eroi stessi, alla spettacolarità delle loro abilità e degli incantesimi, nonché all'ampia varietà delle ambientazioni della campagna, che hanno senz'altro richiesto un bel po' di lavoro e sono state aggiunte nel corso del lungo periodo in soft launch prima del debutto ufficiale del gioco.

La visualizzazione è rigorosamente in modalità portrait e dunque Darkfire Heroes si pone senza dubbio come un gioco da smartphone, più che da tablet. I comandi touch funzionano decisamente bene, anche se abbiamo riscontrato alcuni problemi di precisione quando, ad esempio, si cerca di utilizzare un'abilità di guarigione su di uno specifico bersaglio. Niente di trascendentale, ad ogni modo.

Il tema musicale introduttivo ricorda quello degli Avengers (un caso? A questo punto ne dubitiamo) e in generale la colonna sonora riesce ad accompagnare in maniera efficace l'azione su schermo, alternando un'ottima selezione di brani. Molto bene anche gli effetti, che tuttavia nelle sequenze di spacchettamento risultano colpevolmente assenti e non vanno dunque a enfatizzare un momento importante dell'esperienza.

Commento

Versione testata
iPhone
Digital Delivery
App Store, Google Play
Prezzo
Gratis
Multiplayer.it

8.8

Lettori (2)

10

Il tuo voto

Darkfire Heroes ha tutte le carte in regola per essere il prossimo blockbuster di Rovio Entertainment. Il gioco vanta già una community ampia e appassionata, costruita nel corso del lungo periodo in soft launch, che ha probabilmente contribuito a ingentilire determinati meccanismi freemium al fine di rendere l'esperienza accessibile senza problemi anche in maniera completamente gratuita, senza attacchi consumabili e altre amenità. Sono naturalmente i numeri a convincere: i tantissimi personaggi sbloccabili tutti diversi, gli incantesimi e le abilità, le svariate ambientazioni della campagna, le due modalità multiplayer... davvero una valanga di contenuti per un titolo che dovete decisamente provare.

PRO

  • Tantissimi contenuti, ottima realizzazione tecnica
  • Gameplay solido e convincente
  • Si gioca gratis senza grossi problemi...
CONTRO
  • ...ma a un certo punto il modello freemium si fa sentire
  • Effetti sonori assenti durante lo spacchettamento
  • Qualche imprecisione dei controlli touch