EPOS H6PRO, la recensione delle cuffie da gaming di fascia alta compatibili con PC e console

La nostra recensione delle EPOS H6PRO, le cuffie da gaming di fascia alta con un buon bilanciamento audio e collegamento universale su tutti i dispositivi esistenti.

RECENSIONE di Peter Vogric   —   24/11/2021
18

Conosciuta fino al 2020 come Sennheiser Communications, EPOS ha ereditato l'impegno e le conoscenze nel campo audio della nota azienda Sennheiser per portarle nel mercato gaming attraverso una nuova linea di cuffie. Nelle scorse settimane abbiamo potuto mettere le mani sul modello di fascia alta EPOS H6PRO per sperimentare a fondo il prodotto come dispositivo audio per l'intrattenimento ed i videogiochi.

A dire il vero abbiamo provato ben due modelli, perché le H6PRO vengono vendute in due versioni: ad acustica chiusa ed acustica aperta. Nella recensione ci focalizzeremo sul modello ad acustica chiusa, il quale garantisce un migliore isolamento dai rumori esterni ed in generale una resa dei bassi e volumi leggermente migliore. Possiamo già anticiparvi che si tratta di un prodotto valido, ma il prezzo elevato potrebbe far storcere il naso per alcune caratteristiche non proprio eccellenti.

Scopriamo dunque insieme in questa recensione le caratteristiche tecniche, il design e l'esperienza audio vissuta con le H6PRO.

Caratteristiche tecniche

Confezione e cuffie EPOS H6PRO
Confezione e cuffie EPOS H6PRO

Le EPOS H6PRO sono delle cuffie stereo a due canali con design over-ear. I padiglioni nascondono al loro interno dei driver al neodimio da 42 millimetri, che possono riprodurre uno spettro di frequenze da 20 Hz a 20 KHz. Sul padiglione sinistro è presente un microfono bidirezionale, rimovibile tramite un semplice meccanismo magnetico per poter ridurre l'ingombro delle cuffie quando non ci serve comunicare via chat vocale.

La risposta in frequenza del microfono varia invece da 10 Hz a 10 KHz e non dispone della cancellazione attiva del rumore. Il collegamento al PC, console e numerosi altri dispositivi avviene esclusivamente tramite il cavo jack da 3,5 millimetri incluso nella confezione per una connettività pressoché universale. Non c'è dunque un supporto software per l'equalizzazione, soprattutto se le si utilizza con le console da gioco dove le opzioni audio sono decisamente più limitate.

Scheda tecnica

  • Tipologia: cuffie over-ear
  • Modelli: acustica aperta e acustica chiusa
  • Driver: 42 millimetri
  • Frequenze: 20 Hz - 20.000 Hz
  • Canali: stereo
  • Microfono: rimovibile, bidirezionale
  • Collegamento: cavo jack 3,5 millimetri
  • Peso: 309 g acustica aperta e 322 g acustica chiusa
  • Colorazioni: Sebring Black, Racing Green, Ghost White
  • Prezzo: 179€

Design

Le tre colorazioni delle cuffie EPOS H6PRO
Le tre colorazioni delle cuffie EPOS H6PRO

Sollevando per la prima volta le EPOS H6PRO dalla loro confezione abbiamo da subito percepito una sensazione di leggerezza. I 309 grammi di peso sono ben distribuiti lungo l'archetto rivestito in similpelle e nei due padiglioni realizzati esternamente con materiali plastici. L'archetto è regolabile tramite un meccanismo a scatto, mentre i padiglioni hanno un grado di mobilità ridotto con una libertà di movimento davvero limitata. Non si possono ruotare ad esempio di 90° per appoggiare le cuffie su una superficie piana. Questa limitazione, insieme ad un archetto abbastanza rigido, potrebbero non farle adeguare bene alla vostra testa. I materiali utilizzati da EPOS sono solamente buoni, infatti il prodotto dal punto di vista del design non sembra rientrare nella categoria "premium". Anche tenendo l'headset in mano, la plastica risulta essere economica, ma comunque sufficientemente resistente e robusta.

La rotella del volume posta sul padiglione destro è stata implementata mediante un cerchio di circa tre centimetri di diametro. Ruotandolo parallelamente ai padiglioni, aiutati da delle piccole barrette per aumentare il grip, è possibile regolare il volume dell'audio. Il microfono invece è posto sul padiglione sinistro, attaccato magneticamente alla superficie esterna. Rimuovendolo è possibile chiudere il foro rimasto aperto con un apposito coperchio incluso nella confezione delle H6PRO.

Microfono con meccanismo di aggancio magnetico
Microfono con meccanismo di aggancio magnetico

L'asta del microfono è sufficientemente flessibile e leggera, realizzata però con gli stessi materiali in plastica delle cuffie, che ci hanno dato ancora una volta la sensazione di una selezione dei materiali poco curata. Nella parte interna dei padiglioni troviamo invece una soffice combinazione di materiali sintetici e similpelle di ottima qualità. Questa parte è indubbiamente la migliore del prodotto assieme all'archetto rivestito dalla stessa similpelle.

Modello ad acustica aperta

Durante la nostra prova delle H6PRO abbiamo potuto mettere le mani anche sul modello ad acustica aperta. Questa versione è essenzialmente identica al modello recensito su questa pagina se non per qualche piccola differenza. In particolare i bassi sono leggermente meno pronunciati e l'isolamento acustico è nettamente inferiore. Il modello ad acustica aperta infatti non isola chi indossa le H6PRO, anzi permette l'ascolto dei suoni esterni. Potrebbe risultare utile in qualche occasione, come in uno studio di registrazione musicale, oppure quando non vogliamo sentirci completamente ovattati mentre stiamo ascoltando l'audio dei nostri giochi, film, serie TV o musica. Se preferite un'esperienza audio con un suono più naturale, che sembri provenire dall'esterno invece che direttamente dalla cuffia, potete considerare l'acquisto di questo modello perfettamente identico nelle altre specifiche tecniche.

Esperienza d’uso

Rotella del volume sul padiglione esterno destro
Rotella del volume sul padiglione esterno destro

Ma quindi com'è la qualità audio delle EPOS H6PRO? Complessivamente siamo rimasti soddisfatti dalla resa acustica di queste cuffie. Il sonoro nei videogiochi, ma anche durante la visione dei film o l'ascolto della musica, è nitido senza distorsioni anche a volumi elevati. Le cuffie riescono a differenziare bene i toni bassi, medi ed alti, facendoci percepire l'ampio spettro di frequenze senza troppe difficoltà.

La tradizionale prova con gli sparatutto competitivi ci ha lasciato delle buone sensazioni per aver percepito nitidamente sia i passi dei nemici nel nostro stesso edificio, che gli spari degli scontri a fuoco più distanti. Nei giochi di ruolo invece l'isolamento acustico ci ha fatto immergere completamente nel mondo di gioco, apprezzando il buon bilanciamento tra la colonna sonora, le voci, i suoni ambientali ed altri effetti audio prodotti dalle abilità del nostro alter ego.

Purtroppo il volume massimo non è proprio eccellente in termini di escursione sonora, ma si difende più che bene per la maggior parte degli utilizzi. Insomma, un audio ben bilanciato, ma senza particolari funzioni o caratteristiche che ci abbiano fatto gridare al miracolo. Forse ci aspettavamo qualcosa in più da un prodotto in questa fascia di prezzo.

Cuffie EPOS H6PRO dall'alto
Cuffie EPOS H6PRO dall'alto

Tra Age Of Empires IV, Forza Horizon 5, Call of Duty Vanguard e la beta di Elden Ring, abbiamo trascorso diverse ore in compagnia delle cuffie H6PRO di EPOS. Nelle sessioni di gioco prolungate l'headset non ha avuto particolari cali nelle performance. Avremmo preferito percepire dei bassi più pronunciati, ma complessivamente la pulizia del sonoro è veramente buona come ci si aspetta da un prodotto del genere.

L'archetto regolabile ci è parso un po' troppo rigido e tendeva a stringere i padiglioni sulla nostra testa. Nonostante la loro leggerezza e gli ottimi materiali attorno ai padiglioni, queste EPOS H6PRO non ci sono parse poi così comode come speravamo a causa della loro scarsa flessibilità. Potrebbero risultare piuttosto scomode soprattutto per coloro che portano gli occhiali, quindi se avete l'occasione, cercate di provarle per qualche ora prima dell'acquisto.

In compenso, l'isolamento passivo è veramente eccellente e ci ha permesso di isolarci bene dalle fastidiose ventole del nostro computer ed altri rumori esterni.

Cuffie EPOS H6PRO indossate
Cuffie EPOS H6PRO indossate

Altro aspetto che ci sentiamo di criticare è la rotella del volume. Se da una parte risulta essere facilmente accessibile vista la sua posizione, dall'altra non permette di regolare il volume con buona precisione. Volendo fare un rapido aggiustamento in una situazione di gioco particolarmente complessa, il poco grip della rotella e la debole resistenza meccanica non ci vengono certo in aiuto. Inoltre, abbassando il volume al minimo è comunque possibile sentire l'audio provenire dai padiglioni, impedendoci dunque di disattivarlo del tutto per magari sentire meglio ciò che ci circonda.

Il microfono invece può essere disattivato semplicemente spostandolo nella posizione verticale. Anche qui l'accessibilità viene un po' a mancare, soprattutto quando magari vogliamo spegnerlo rapidamente per qualche imprevisto. Mentre per quanto riguarda la qualità della registrazione audio, il microfono riesce a trasmettere nitidamente la voce, perdendo però un po' i toni bassi. I rumori esterni non vengono minimamente filtrati, anzi, stando in ascolto riuscirete a sentire bene anche i click dei tasti del joypad senza troppa difficoltà.

Commento

Prezzo 179 €

Multiplayer.it

8.0

EPOS ha indubbiamente realizzato un buon prodotto con questo modello H6PRO. La qualità audio è veramente elevata, anche se pecca un po' nella profondità dei bassi e nella potenza del volume generale. L'esperienza del microfono è anche buona, pur avendo parecchia difficoltà in ambienti rumorosi. I punti critici delle cuffie H6PRO sono rappresentati da un design anonimo con una scelta dei materiali non premium. Certo, per molti potrebbero non rappresentare delle caratteristiche importanti, ma visto il prezzo di 179€ e la spietata concorrenza in questa fascia di mercato, ci sentiamo di evidenziarli come una mancanza importante. Inoltre non dispongono di particolari caratteristiche audio, come Dolby Atmos, 7.1 canali, cancellazione attiva del rumore o altre funzioni tipicamente incluse in un modello con un costo simile.

PRO

  • Buona qualità audio e bilanciamento tra alti, medi e bassi
  • Ottimo isolamento passivo
  • Universali grazie al collegamento jack 3,5 millimetri
CONTRO
  • Prezzo piuttosto elevato
  • Design anonimo e materiali poco premium
  • Potrebbe non essere così comode