33

GTFO, la recensione del gioco coop più duro in circolazione

La recensione di GTFO, un gioco che, dopo un lungo Early Access, nella sua forma definitiva è divenuto un'esperienza cooperativa più tattica e intransigente.

RECENSIONE di Francesco Serino   —   25/12/2021

Vanno di moda i giochi in cooperativa, specialmente i figli di Left 4 Dead, ed è sempre più difficile scegliere il migliore visto che, a parte la diversa ambientazione, la formula rimane sempre più o meno stessa. Il più popolare, merito anche dell'arrivo in contemporanea su console e Xbox Game Pass, è senza dubbio quello più legato a Left 4 Dead, anche nel nome, ovvero Back 4 Blood, ma da qualche tempo gli utenti PC stanno perdendo la testa dietro a un altro gioco, ancora poco conosciuto ma in via di consacrazione.

La recensione di GTFO vi spiegherà il perché.

Cooperative Superiore

GTFO: Sparare dà soddisfazione, ma il più delle volte dovrete resistere alla tentazione...
GTFO: Sparare dà soddisfazione, ma il più delle volte dovrete resistere alla tentazione...

Ancora una volta siamo alle prese con un gioco pensato per quattro giocatori, esclusivamente PVE quindi non troverete modalità competitive contro altre persone, nonostante questo GTFO nasconde una piccola grande differenza rispetto ad altri prodotti simili: per vincere serve un livello di cooperazione, una capacità di mantenere il sangue freddo e una visione tattica superiore. Questo non è il gioco che carichi se non ti ci vuoi impegnare fino in fondo, quelle sere in cui non hai nemmeno voglia d'indossare le cuffie né tantomeno metterti a urlare ordini con mouse e tastiera in fiamme. Intanto sono necessari quattro giocatori, quindi altri tre amici, e tutti devono avere lo stesso approccio altrimenti il disastro è assicurato; successivamente il lavoro più duro passa ai nervi, devono essere ben saldi perché GTFO non richiede solo la massima attenzione, per rendere le cose più difficili ama disturbare mettendoti terribilmente paura.

Prigionieri!

GTFO: Ad ogni update gli sviluppatori cambiano i livelli presenti nel gioco e i precedenti vengono tolti in modo permanente. Almeno fino a quando non faranno una super mega collection per fare soldi
GTFO: Ad ogni update gli sviluppatori cambiano i livelli presenti nel gioco e i precedenti vengono tolti in modo permanente. Almeno fino a quando non faranno una super mega collection per fare soldi

L'incipit è semplice ed enigmatico, come un po' tutta la trama che rimane comunque sempre relativamente in disparte. Il gruppo dei quattro giocatori è composto da prigionieri che vengono spediti in missioni, prevalentemente perlustrative, all'interno di una decrepita e tentacolare struttura sotterranea piena di feroci creature che potrebbero ricordare alcuni incubi di Clive Barker. Questi mostri sono vigili ma in una sorta di stasi in attesa della loro prossima vittima, e visto che le risorse non si trovano ovunque e ci vuole un attimo a venire sopraffatti da un'orda, spesso e volentieri sarà necessario muoversi con estrema cautela, senza farsi vedere né facendo rumore.

Probabilmente la prima volta non ci riuscirete, e nemmeno la seconda o la terza, ma fa parte del gioco ripetere più volte i livelli già presenti, inoltre GTFO a ogni tentativo cambierà la posizione dei nemici esaltando la capacità di adattamento e sopravvivenza dei giocatori, che devono anche pensare a migliorare il proprio equipaggiamento strada facendo e fare il più possibile incetta di munizioni. Durante una partita, è possibile anche imbattersi in abilità speciali monouso che potranno essere utilizzate durante il tentativo successivo, e in più rari elementi cosmetici per personalizzare il nostro prigioniero.

Spara... silenziosamente

GTFO: La versione 1.0 ha subito dei buoni ritocchi grafici e ora il gioco è più appariscente e affascinante che mai
GTFO: La versione 1.0 ha subito dei buoni ritocchi grafici e ora il gioco è più appariscente e affascinante che mai

Nel gioco sono presenti molte armi da fuoco e, grilletto sul dito, si comportano tutte piuttosto bene anche se GTFO non è certo il miglior shooter in circolazione. La maggior parte del tempo lo passerete camminando in perfetta coordinazione e in perfetto silenzio, utilizzando alla bisogna prevalentemente una delle numerose armi corpo a corpo su cui potrete mettere le mani.

Alcune creature, se allertate, possono spazzare via un gruppo ben assortito in pochissimi secondi, ben che vada consumargli l'intera scorta di munizioni, evento che può bastare a pregiudicare irreversibilmente una missione. GTFO però non è solo stealth estremo, ci sono numerose situazioni lungo le dieci missioni presenti dove dovremo inevitabilmente dare fuoco alle polveri. Anche in questi casi è comunque imprescindibile una cospicua dose di strategia e tattica: bisogna sapersi posizionare, concentrare gli spari sui nemici, rispondere a eventuali e inaspettate sorprese, utilizzare elementi dello scenario a nostro vantaggio.

Bot e Checkpoint

GTFO: se avete notato delle similitudini non è un caso, visto che diversi sviluppatori di GTFO provengono dal team di Payday
GTFO: se avete notato delle similitudini non è un caso, visto che diversi sviluppatori di GTFO provengono dal team di Payday

Davvero, non ve lo stiamo dicendo tanto per dire, o perché ultimamente il gioco difficile attira l'attenzione: GTFO è davvero tosto. In questa ultima versione hanno aggiunto dei bot che possono aiutare a sgranchirci le gambe nelle prime partite, ma la loro compagnia non basterà a portare a termine nemmeno la missione più semplice. Servono persone vere e serve comunicare, se sarete fortunati troverete giocatori validi attraverso il rinnovato matchmaking, ma il consiglio è organizzarvi per tempo.

Un'altra grande novità che ha reso il gioco leggermente più permissivo di un tempo è il checkpoint a metà strada inserito nelle missioni, cosa che ha fatto inorridire i fan più quadrati, e godere quelli che non riuscivano a venirne a capo. Solitamente non amiamo queste concessioni, ma GTFO ne aveva bisogno anche per il semplice fatto che i dieci livelli oggi presenti nel gioco, non saranno i dieci livelli che troveranno quelli che lo acquisteranno dopo il prossimo grande aggiornamento.

Ogni grande update di GTFO sostituisce i livelli presenti che da quel momento in poi non potranno più essere visitati con nuove missioni, nuove ambientazioni e nuove opportunità. Una scelta hardcore non proprio sensata ma che, forse proprio per questo, ci piace da impazzire.

Conclusioni

Multiplayer.it
7.7
Lettori (22)
6.8
Il tuo voto

GTFO è un gioco uguale a tanti altri ma unico nel suo genere, è la coop che molti stavano aspettando ma che non hanno mai avuto il coraggio di chiedere. Nessuno vi vieta di provarci da soli, ma come presto scoprirete è necessario essere in quattro e pure ben affiatati per affrontare, e si spera dominare, il suo pericolosissimo mondo di gioco. Tattico, estenuante, a volte terrificante, GTFO è una sfida colossale e potenzialmente infinita. Per questi e altri motivi, GTFO è senza dubbio un acquisto rischioso e mai come in questo caso sarebbe utile una demo. Il gioco merita, ma siete sicuri che sia quello che state cercando? Se lo siete davvero, ve ne innamorerete perdutamente.

PRO

  • Grafica rinnovata
  • Gameplay profondo e affascinante
  • Dieci lunghe missioni che prima o poi si evolveranno in nuove sfide

CONTRO

  • Bisogna essere in quattro...
  • e il matchmaking non sembra funzionare come dovrebbe
  • Gunplay migliorabile