Halo 3, la recensione 61

La recensione di Halo 3, il capitolo conclusivo della prima trilogia di Halo finalmente giocabile in edizione rimasterizzata anche su PC.

RECENSIONE di Simone Tagliaferri   —   15/07/2020

Indice

Recensione di Halo 3 per PC, versione breve: se non ci avete mai giocato, fatelo, perché ne vale ancora la pena. Oltretutto la rimasterizzazione è eccellente e rende perfettamente giustizia all'originale, pur migliorandolo in ogni possibile modo. Certo, qualche anno sulle spalle ormai lo ha e l'impatto non è più quello del 2007, com'è normale che sia, ma l'epicità di alcuni momenti rimane intatta. Voto... no, per questo dovete comunque scorrere tutto l'articolo. Andate in pace.

Halo 3 01

Halo 3, il mito

Recensione di Halo 3 per PC, versione lunga, noiosa e piena di nostalgia: Halo 3 fu uno dei giochi con i quali Xbox 360 mostrò davvero i muscoli. Era l'anno 2007 e la console di Microsoft si stava affermando in un mercato in cui PS3 stava arrancando non poco, in particolare negli Stati Uniti. Già sulla piazza da due anni, gli mancava solo un Halo per diventare ancor di più l'oggetto del desiderio di milioni di videogiocatori. Quando fu pubblicato, l'ultimo capitolo della trilogia originale della saga nata nelle fucine di Bungie si presentava come un blockbuster dai valori produttivi eccezionali, con un gameplay vario e articolato e delle sequenze filmate che molti ancora ricordano con ammirazione.

Halo 3 06

Stiamo parlando di quello che per anni è stato considerato come il miglior sparatutto in prima persona per console, nonostante non avesse caratteristiche rivoluzionarie come quelle di Halo: Combat Evolved e di Halo 2. Del resto il suo obiettivo era un altro: far fare alla serie l'ambito salto tecnologico richiesto da quella che allora era ancora una generazione in erba. E così fu.

In pochi ebbero di che lamentarsi. Per i possessori di console Xbox quello fu un periodo eccezionale: giusto l'anno prima avevano potuto giocare a quel capolavoro brutale e dirompente che fu il primo Gears of War di Epic Games, primogenito di un'altra illustre serie recentemente arricchita da un nuovo capitolo, e ora potevano godersi una nuova avventura di Master Chief. Oltretutto all'epoca Microsoft commissionava dei trailer davvero stupendi. Chi se lo ricorda Mad World di GoW? E Belive proprio di Halo 3? Da brividi. Andiamo a riguardarli e poi torniamo a chiudere l'articolo. Non andate via. Lo sappiamo che ci stiamo lasciando trascinare un po' troppo dai ricordi, ma c'è la recensione breve che ha già detto tutto, quindi perché no?

La trama

Halo 3 riprende esattamente da dove Halo 2 era finito. Sono passati pochi giorni dagli eventi conclusivi del secondo episodio e, dopo un atterraggio non proprio da manuale, Master Chief viene recuperato sulla Terra da un gruppo di soldati capitanati dal sergente Johnson, di cui fa parte anche l'Arbiter, ormai passato in pianta stabile alle forze anti Covenant.

Halo 3 08

Senza perdersi troppo in convenevoli, armi in pugno il gruppo si mette subito in marcia. Il gioco inizia nel folto di una foresta dove si entra quasi immediatamente in contatto con le forze nemiche, che stanno cercando un misterioso e potente manufatto. Sarà proprio questo oggetto il fulcro dell'avventura, che porterà Master Chief e l'Arbiter a collaborare per fermare la Mente Suprema, liberare la fida intelligenza artificiale Cortana, famosa per appesantire ogni PC ed essere una piaga da disattivare (si scherza), e mettere fine all'invasione aliena una volta per tutte. Tra il dire e il fare c'è di mezzo una campagna single player giocabile a quattro livelli di difficoltà, fatta di basi che esplodono, battaglie spaziali su larga scala, fughe a bordo dei Warthog, sparatorie continue e un finale drammatico quanto epico che ancora oggi riesce a essere incisivo.

La rimasterizzazione

Parlando di questioni più squisitamente tecniche, che poi sono le più importanti nel caso di una rimasterizzazione, come già accennato 343 Industries ha fatto un lavoro di svecchiamento grandioso. Il port per PC è di fatto la versione Xbox One X, ma ha comunque delle caratteristiche extra interessanti. Oltre alla possibilità di giocare a risoluzioni molto elevate, come quella 4K UHD, il supporto per i monitor ultrawide, una fluidità impeccabile chi rimane stabile a 60 fps anche su sistemi non proprio recentissimi, l'ottimizzazione dei controlli per mouse e tastiera e la presenza di qualche opzione extra di configurazione, c'è da segnalare un lato multiplayer perfettamente fruibile con le sue tante modalità e le ventiquattro mappe completamente rimasterizzate, nonché la presenza della Fucina, che come nell'originale consente di crearsi le proprie mappe e di condividerle con la comunità.

Halo 3 03

Non è un editor avanzato come la Fucina di Halo 5: Guardians (o di molti altri giochi per PC), ma fa piacere che non sia stata completamente tagliata, anche solo per motivi affettivi. In fondo Halo 3 è stato uno dei primi giochi per console ad aprirsi alle mappe realizzate dai videogiocatori, seppur in modo molto timido, quindi è giusto che questo suo aspetto non vada perduto come lacrime nella pioggia.

Parlando di difetti fatichiamo veramente a trovarne di importanti, tutto considerato. Certo, qualche opzione di configurazione grafica in più non avrebbe guastato e alcuni giocatori stanno denunciando delle difficoltà di accesso al multiplayer. Noi non abbiamo avuto problemi di sorta in tal senso, quindi ci limitiamo a riportare quanto leggibile in giro, sperando che si risolva tutto al più presto. In conclusione, se avete un PC e non avete magi giocato ad Halo 3, fatevi un regalo.

Digital Delivery
Steam, Windows Store
Prezzo
9,99 €
Multiplayer.it

9.0

Lettori (4)

9.6

Il tuo voto

Halo 3 rimane un gran gioco nonostante gli anni che si porta dietro. Il fatto di essere uscito su Xbox 360 ha permesso una rimasterizzazione più profonda di quella di Halo 1 e 2, tanto che alcuni paesaggi e diversi momenti narrativi risultano spettacolari ancora oggi, nonostante l'impressione generale sia fisiologicamente più modesta dei titoli moderni. La campagna single player non dura moltissimo, che di questi tempi è un pregio visto gli allungamenti di brodo che ci tocca subire, ma è rigiocabile almeno due volte selezionando i livelli di difficoltà superiori e dona comunque delle grosse soddisfazioni a chi vorrà affrontarla senza pregiudizi. Inoltre va considerato sempre il ricco lato multiplayer che in questi giorni è molto frequentato, quindi non vi pentirete sicuramente dell'acquisto, sia singolo, sia collettivo nella Halo: The Master Chief Collection.

PRO

  • Rimasterizzazione impeccabile
  • La campagna di Halo 3 rimane sempre ottima
  • Rapporto qualità / prezzo eccellente

CONTRO

  • Qualche opzione di configurazione in più non avrebbe fatto male