PES 2021: la recensione

La recensione di eFootball PES 2021 Season Update, ultimo appuntamento col calcio secondo Konami su PS4 e Xbox One prima del suo arrivo sulle console next-gen

RECENSIONE di Rosario Salatiello   —   17/09/2020
40

Il passaggio a una nuova generazione videoludica è tradizionalmente un momento piuttosto delicato per tutti i franchise sportivi. Lo sa molto bene Konami, che nelle ultime due occasioni si è fatta cogliere impreparata di fronte all'arrivo delle nuove piattaforme, prendendo qualche scivolone con la sua simulazione calcistica. La recensione di eFootball PES 2021 Season Update (che per comodità da ora in poi chiameremo nella sua forma abbreviata) arriva con la consapevolezza della scelta del publisher giapponese di realizzare un aggiornamento del capitolo precedente alla stagione che sta iniziando, preservando il grosso dei propri sforzi per l'edizione che vedremo arrivare tra un anno su PlayStation 5 e Xbox Series S/X.

Una scelta che immaginiamo sia stata ponderata a lungo da Konami, considerando tutti i rischi possibili nello scoprire il fianco all'attacco della concorrenza di EA Sports con FIFA 21, destinato ad arrivare nella forma classica di tutti gli anni sia su console di vecchia generazione che sulle nuove. Una scelta fatta però anche con la forza di chi sa di avere le spalle larghe, grazie a un capitolo come eFootball PES 2020 in grado di far tornare la serie calcistica ai suoi antichi fasti con un gameplay indubbiamente degno di lode. Pochi giorni dopo l'arrivo sul mercato di eFootball PES 2021, ecco il nostro verdetto.

Modalità: tutto uguale

Fatte le dovute premesse sulle scelte di Konami per eFootball PES 2021, andiamo a vedere nel concreto quello che gli sviluppatori hanno inserito all'interno di questo pacchetto d'aggiornamento. Per quanto riguarda le modalità, potremmo semplicemente limitarci a rimandarvi alla recensione di eFootball PES 2020 scritta un anno fa, in quanto da questo punto di vista cambia veramente poco. Praticamente nulla, se guardiamo da un livello più alto le possibilità messe a nostra disposizione da Konami. Torna infatti identica la modalità Matchday, così come il MyClub si ripropone in maniera perfettamente speculare a quella vista in precedenza. Idem con patate per quanto riguarda Diventa un Mito.

Un discorso un pizzico diverso lo merita invece la Master League, rinnovata da Konami un anno fa con l'arrivo di alcuni avatar dedicati a manager reali come Diego Armando Maradona, Ruud Gullit e altri ancora. Rispetto all'edizione precedente Konami ha aggiunto la possibilità di scegliere altri allenatori, accompagnando quelli già presenti con figure come Pep Guardiola, Ryan Giggs e Frank Lampard. Le novità della Master League si fermano però a questo punto, perché tutto il resto rimane così com'era: vedremo così il nostro allenatore coinvolto tra le varie partite in alcune scene d'intermezzo con alcuni dialoghi con possibilità di scelta multipla, che già un anno fa ci avevano dato l'impressione di poter perdere il loro appeal sul lungo periodo. Dodici mesi dopo confermiamo che è senza dubbio così, sperando che per eFootball PES 2022 gli sviluppatori possano migliorare e ampliare questa componente della Master League. Questa modalità resta comunque il cuore dell'esperienza offline del franchise.

Gameplay: qualcosa si muove

Una volta scesi in campo, le meccaniche di gioco di eFootball PES 2021 appaiono abbastanza simili a quelle del suo predecessore, rispetto al quale dopo qualche partita è però possibile notare qualche differenza. Nulla di particolarmente eclatante, per carità, ma quanto basta a migliorare e rifinire quella che era e resta la migliore esperienza simulativa calcistica che si sia vista sull'attuale generazione videoludica. Rispetto a un anno fa il gameplay di eFootball PES 2021 appare infatti più fluido, soprattutto grazie all'intervento di Konami sul comportamento dei giocatori che in troppi casi stavano a guardare la palla passare a poca distanza dalla loro posizione. Si ha adesso un senso di maggiore reattività da parte dei ventidue in campo, concedendo così maggiore spazio a cambi di ritmo tra un calcio più lento e ragionato e uno giocato invece in velocità.

Annotiamo qualche cambiamento anche per quello che riguarda la gestione dei cartellini da parte degli arbitri, giustamente meno severi rispetto all'anno scorso nel punire alcuni interventi con il giallo. Resta invece ancora da rivedere la gestione di alcuni contrasti, che porta i direttori di gara a chiamare fallo anche quando l'intervento del difensore finisce per colpire il corpo dell'avversario dopo aver preso il pallone. Stesso discorso per la gestione della regola del vantaggio, di sicuro migliorabile. Per tutto il resto vale a grandi linee quanto detto nella recensione di eFootball PES 2020, in particolare per quello che riguarda una fisica della palla in grado di soddisfare anche i palati più fini tra tiri in controbalzo e rimpalli di vario tipo, beneficiando della maggiore reattività dei giocatori per rendere meno frequenti le situazioni di ping-pong riscontrate in passato.

Pes 2021 13

L’aggiornamento dov’è?

Il gameplay di eFootball PES 2021 integra dunque quello del suo predecessore, ma ovviamente per questa edizione non si tratta dell'aspetto principale. Il Season Update concepito da Konami dovrebbe infatti portare il gioco ad allinearsi con la stagione calcistica 2020/2021, fortemente influenzata nello svolgimento dalla pandemia di Covid-19. Mentre i principali campionati europei stanno iniziando proprio in questi giorni, la finestra di calciomercato terminerà infatti il prossimo 5 ottobre, costringendo quindi anche Konami a trovare il modo di adeguarsi a questa situazione. Affrontando un tema come quello degli aggiornamenti di rose e competizioni storicamente caldo per la serie PES, il team giapponese ha scelto di aspettare il mese prossimo per completare le rose e i campionati. Ne emerge quindi una proposta di contenuti a metà tra la stagione scorsa e quella che sta iniziando, con aggiornamenti a quest'ultima effettuati a macchia di leopardo tra i vari campionati.

La nostra Serie A risulta purtroppo uno dei campionati più indietro da questo punto di vista, con la totale assenza di promozioni e retrocessioni. Ritroviamo quindi ancora Lecce, Brescia e Spal nella massima serie, mentre Benevento, Crotone e Spezia si trovano in Serie B. Gli unici elementi aggiornati sono quelli estetici che riguardano le maglie di Juventus e Roma, vale a dire le squadre italiane che hanno ceduto in esclusiva nome e stemma a Konami per la loro rappresentazione in eFootball PES 2021. Considerando che nel balletto delle licenze la serie perde però quest'anno quelle esclusive di Inter e Milan (insieme a San Siro), il bilancio rispetto al capitolo precedente è purtroppo da questo punto di vista negativo.

Il pacchetto finale che porterà eFootball PES 2021 alla stagione 2020/2021 è atteso per il 22 ottobre, fino al quale dovremo quindi aspettare per vivere virtualmente i campionati italiani. A meno che non si decida di ricorrere a un file opzioni esterno, ma questa è un'altra storia. Stesso discorso anche per la Liga spagnola, mentre Ligue 1 francese e Premier League inglese possono già contare sulle squadre partecipanti aggiornate grazie alla patch pubblicata pochi giorni fa. In una situazione del genere ci risulta difficile ritenere soddisfacente la strategia adottata da Konami per la pubblicazione degli aggiornamenti, soprattutto in un'era del "perennemente connessi" come quella in cui ci troviamo. Uno sforzo in più per dare aggiornamenti in tempo reale a leghe e rose avrebbe senza dubbio dato a eFootball PES 2021 un fascino superiore a quello che ha attualmente. Nel caso in cui questo non fosse stato possibile, sarebbe probabilmente stato saggio uno slittamento della data d'uscita verso l'autunno, soluzione del resto adottata anche da FIFA 21. A queste condizioni, anche se a prezzo ridotto rispetto alle edizioni classiche il Season Update non giustifica un acquisto immediato, ma rimandabile al momento in cui Konami pubblicherà il pacchetto dati completo tra più di un mese.

Grafica e dintorni

Come per gli altri aspetti di eFootball PES 2021 che sono stati toccati poco o niente con questo Season Update, ci limitiamo ad alcune brevi considerazioni sul comparto tecnico. La parte grafica si presenta in modo identico a quella del gioco di un anno fa, ma ci saremmo aspettati una cosa del genere anche se il gioco non fosse stato presentato come Season Update. Arrivati a fine generazione è infatti difficile pensare alla possibilità di migliorare ulteriormente quanto visto finora, che ricordiamo è comunque di ottima fattura: al di là dei top player curati in ogni dettaglio, Konami ci ha infatti abituati da tempo a una rappresentazione più che buona anche per i calciatori meno famosi. Ricordiamo che anche quest'anno sarà presente la licenza di UEFA Euro 2020, dopo il rinvio della competizione al 2021 a causa della pandemia.

Se il mantenimento del livello qualitativo grafico è accettabile, lo stesso non si può dire per il sonoro. La telecronaca affidata a Fabio Caressa e Luca Marchegiani è infatti del tutto identica a quella di eFootball PES 2020, già poco convincente un anno fa. Dodici mesi dopo, sentire ancora le stesse frasi è decisamente poco piacevole.

Pes 2021 20

Quanto mi costi?

Anche se presentato come aggiornamento, eFootball PES 2021 Season Update viene venduto in maniera separata rispetto al suo predecessore, insieme al quale può quindi eventualmente convivere sulla stessa console. Il prezzo della versione base digitale è pari a 29,99 euro, che diventano 34,99 euro nel caso delle Club Edition dedicate alle squadre Barcellona, Bayern Monaco, Juventus, Manchester United e Arsenal. Nel caso in cui si possieda già eFootball PES 2010 (anche in versione Lite) si può ottenere uno sconto del 20% sull'acquisto, a patto di effettuare quest'ultimo prima del 29 ottobre 2020. Chi invece sceglie di comprare eFootball PES 2021 su supporto fisico deve spendere 39,99 euro.

Commento

Versione testata PlayStation 4
Digital Delivery Steam, PlayStation Store, Xbox Store
Prezzo 29,99 €
Multiplayer.it

7.8

Lettori (31)

7.3

Il tuo voto

Pur comprendendo la scelta difensiva da parte di Konami per arrivare preparata all'appuntamento con la nuova generazione, la recensione di eFootball PES 2021 Season Update si conclude con un verdetto diviso a metà. Se da un lato ritroviamo infatti un gameplay che con qualche ritocco risulta quasi perfetto e riesce a incarnare l'essenza del calcio, dall'altro è impossibile ignorare l'assenza di un aggiornamento costante e adeguato al prodotto in termini di squadre e competizioni. Per questo motivo, anche per i fan più appassionati potrebbe valere la pena attendere qualche settimana per valutare con calma l'acquisto.

PRO

  • Gameplay leggermente rifinito
  • Prezzo interessante
  • Grafica al top delle possibilità
CONTRO
  • L'aggiornamento vero arriverà tra più di un mese
  • Telecronaca completamente da rifare
  • Perse licenze importanti