Vivo X60 Pro, la recensione dello smartphone Android top di gamma con fotocamera Zeiss

Grazie alla collaborazione con Zeiss, Vivo punta forte sulla fotografia con il suo nuovo top di gamma: ecco la nostra recensione di Vivo X60 Pro.

RECENSIONE di Fabio Palmisano —   29/07/2021
6

Presente soltanto da pochi mesi sul mercato europeo, Vivo è uno dei nomi nuovi della scena degli smartphone Android, ma di sicuro sta bruciando le tappe: non contenta di aver debuttato lo scorso anno nel Vecchio Continente con un device interessante come Vivo X51 5G e di aver impresso il proprio marchio su quel magico Euro 2020 conclusosi con la vittoria dell'Italia, ora l'azienda cinese punta decisamente in alto con X60 Pro, il suo nuovo flagship top di gamma che mette la componente fotografica al centro dell'attenzione.

Parliamo infatti di uno smartphone la cui ottica è realizzata in collaborazione con Zeiss, da sempre una delle massime autorità in quest'ambito, una partnership destinata a continuare anche con i futuri modelli del brand. Andiamo dunque a scoprire nella nostra recensione di Vivo X60 Pro se è lo smartphone Android definitivo per chi vuole avere in tasca uno strumento capace di garantire scatti perfetti in ogni situazione.

Caratteristiche tecniche

Vivo X60 Pro e la confezione quadrata come da tradizione
Vivo X60 Pro e la confezione quadrata come da tradizione

Non si vive però di sole fotografie, e per questo motivo Vivo X60 Pro non ha trascurato una scheda tecnica di tutto rispetto, che vuole mettere il dispositivo nelle condizioni di poter combattere ad armi pari con altri top di gamma più blasonati.

Si comincia bene con il SoC che non è niente di meno che lo Snapdragon 870 octa core da 3,2 GHz, parente stretto di quello Snapdragon 865+ che si è imposto come il miglior processore della stagione scorsa, affiancato da una GPU Adreno 650 e da 12 GB di RAM LPDDR4X e 256 GB di spazio d'archiviazione interno UFS 3.1 nell'unico taglio disponibile in commercio: si tratta di memorie indubbiamente veloci ma non espandibili, un dettaglio a nostro giudizio non particolarmente sfavorevole ma che è doveroso sottolineare.

Assortimento completo invece in termini di connettività, con Vivo X60 Pro che supporta 5G, Wi-Fi 6, Bluetooth 5.1 e NFC. Il tutto a un prezzo di listino di 799€ (anche se lo street price è già sceso, come indica Amazon con il suo prezzo di 779€), una cifra non esagerata in senso assoluto per l'offerta del dispositivo, ma che lo pone inevitabilmente in una posizione di svantaggio nei confronti di competitor più blasonati e con qualche mese di vantaggio - e conseguenti tagli di prezzo - sulle spalle.

Scheda tecnica di Vivo X60 Pro

  • Dimensioni: 58,57 × 73,24 × 7,69 mm
  • Peso: 179 grammi
  • Display: AMOLED da 6.56" formato 19.8:9, 120Hz, 2376 x 1080 pixels
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 870, 7nm, octa-core
  • GPU: Adreno 650
  • RAM: 12GB LPDDR5
  • Storage: 256GB UFS3.1
  • Batteria: 4.200 mAh, ricarica rapida a 33W
  • Fotocamera principale: 48MP, sensore Sony IMX598, ottica con apertura f/1.48, stabilizzatore ottico gimbal a quattro assi
  • Fotocamera ultrawide: 13MP, ottica ultra grandangolare con apertura f/2.2, supporto scatti macro
  • Fotocamera tele: 13MP, ottica 50mm con apertura f/2.46, zoom ottico 2X
  • Registrazione video: HD, FHD 30 fps: super stabilizzazione, EIS+OIS, 4K 30 fps: OIS, EIS+OIS, FHD 60 fps: OIS+EIS, 4K 60 fps: OIS
  • Fotocamera frontale: 32MP, ottica con apertura f/2.45
  • Connettività: 2G GSM: 850/900/1800/1900 3G WCDMA: B1/B2/B4/B5/B8 4G FDD LTE: B1/B2/B3/B4/B5/B7/B8/B12/B17/B18/B19/B20/B26/B28/B32 4G TDD LTE: B38/B39/B40/B41 5G NR: N1/N3/N5/N7/N8/N20/N28/N38/N40/N41/N77/N78
  • WLAN: WiFi 802.11 ax
  • Bluetooth: Bluetooth 5.1
  • NFC:
  • Ingressi: USB 2.0, Type-C Dual nano-SIM slot
  • Audio: Mono
  • Prezzo:799€ su Amazon

Design

Il look di Vivo X60 Pro non si discosta troppo da quello del predecessore
Il look di Vivo X60 Pro non si discosta troppo da quello del predecessore

In termini di design, Vivo X60 Pro continua il discorso iniziato dal precedente X51 5G, con il quale condivide buona parte delle caratteristiche estetiche. Il display da 6,56" occupa la quasi totalità della parte frontale, interrotto soltanto dal piccolo punch hole per la fotocamera (stavolta posizionato al centro anziché di lato), mentre una cornice in metallo ospita sul lato destro i tasti di accensione e di regolazione del volume e in basso il carrellino per le SIM, la porta USB-C e lo speaker.

Sul retro del dispositivo campeggia in bella vista il modulo fotocamere con tanto di logo Zeiss, mentre il materiale utilizzato per il rivestimento è il Gorilla Glass 6, lavorato per restituire un effetto satinato decisamente piacevole al tatto ma che di contro rende la presa leggermente scivolosa; nulla da dire invece sulla colorazione cangiante della scocca che dà quel tocco di eleganza che non guasta mai. Sottile e leggero quanto basta, Vivo X60 Pro è dunque uno smartphone che non ha nulla da invidiare ai competitor più blasonati in termini di raffinatezza, anche se l'assenza della certificazione IP68 è obiettivamente un neo abbastanza grosso: difficile accettare a cuor leggero che uno smartphone venduto a queste cifre non sia resistente ad acqua e polvere.

Fotocamera

Il modulo posteriore delle fotocamere di Vivo X60 Pro
Il modulo posteriore delle fotocamere di Vivo X60 Pro

Tra la partnership con Zeiss e l'orgoglioso motto "Perfect Shot" che campeggia anche sulla confezione del prodotto, era lecito aspettarsi da Vivo X60 Pro prestazioni da primo della classe per quanto riguarda la componente fotografica, e invece bisogna "accontentarsi" di risultati ottimi ma che non fanno gridare al miracolo.

Tre sono le fotocamere alloggiate nel modulo posteriore: la principale è un sensore Sony IMX598 da 48 MP con stabilizzatore ottico a 4 assi dotato di tecnologia Gimbal Stabilization 2.0, alla quale si affiancano una grandangolare da 13 MP e un teleobiettivo 2X da 13 MP. Si tratta a tutti gli effetti di un setup molto simile a quello del precedente X51 5G, che però poteva contare su un obiettivo in più, ovvero una periscopica che ben si accompagnava con lo zoom. Il valore aggiunto dovrebbe essere dunque costituito dall'utilizzo delle lenti Zeiss che, a braccetto con le integrazioni software realizzate dalla stessa azienda tedesca, dovrebbero portare Vivo X60 Pro su un livello superiore.

Il condizionale è d'obbligo in questo senso perché, a conti fatti, non si notano enormi differenze con le performance di X51 5G, e anzi tocca sottolineare come certi difetti non siano stati ancora risolti. Ciò non significa che le foto scattate da Vivo X60 Pro non siano di ottima qualità, ricche di dettaglio, con un valido bilanciamento delle luci e con un'uniformità di colore che coinvolge tutti e tre gli obiettivi. In notturna poi, il sistema di stabilizzazione mostra i muscoli, lavorando con il software per restituire immagini davvero notevoli in un campo dove tanti smartphone fanno un po' fatica. Soltanto discreta la fotocamera frontale da 32 MP, mentre con entrambi i moduli non convince la modalità ritratto, che pecca di scontorni imprecisi e di un'intelligenza artificiale fin troppo invasiva che ci si trova costretti a disattivare per non vedere applicati filtri non richiesti.

Sul fronte video è consentito giostrarsi tra diverse modalità di registrazione che cambiano per frame rate, risoluzione e tipo di stabilizzazione, toccando un picco di 60 FPS in 4K. Le riprese sono buone, anche se permane una certa lentezza nella messa a fuoco (anche questa ereditata da X51 5G) e la tanto decantata tecnologia Gimbal non sembra così efficace come lo è invece in ambito fotografico.

Display

Si può regolare il display di Vivo X60 Pro in base ai propri gusti
Si può regolare il display di Vivo X60 Pro in base ai propri gusti

Il display di Vivo X60 Pro è un AMOLED da 6,56 pollici di diagonale con risoluzione FullHD+ (1080 x 2376 pixel) e formato 19.8:9. Si tratta indubbiamente di un ottimo pannello, leggibile in qualunque condizione nonostante una luminosità massima non straordinaria (1300 nits) e con una calibrazione dei colori che è possibile adattare ai propri gusti tramite una voce dedicata nel menù delle opzioni.

Il touch sampling è a 240 Hz e il refresh rate raggiunge i 120 Hz: non è variabile nel senso stretto del termine, ma viene gestito da un software proprietario di Vivo che lo adatta automaticamente in base al contenuto visualizzato. Lo schermo supporta l'HDR10 e la modalità always on, quest'ultima tuttavia con poca convinzione dato che è disabilitata di default e che non passa le notifiche di tutte le app.

Videogiochi

Asphalt 9 gira molto bene su Vivo X60 Pro
Asphalt 9 gira molto bene su Vivo X60 Pro

Oramai ogni smartphone Android che si rispetti deve avere la sua app proprietaria per la gestione e l'ottimizzazione dei videogiochi e Vivo X60 Pro non fa eccezione. Niente di rivoluzionario nemmeno qui, ma comunque un valido alleato per chi coltiva la passione per il gaming anche su cellulare: oltre a raccogliere tutti i titoli in una raccolta dedicata, l'app consente di silenziare le notifiche e modificare la solita serie di parametri, pensando poi ovviamente a canalizzare le risorse del dispositivo per massimizzare le performance.

Tradotto in parole povere, due classici benchmark come Asphalt 9 e Call of Duty Mobile filano via lisci come l'olio al massimo del dettaglio, beneficiando inoltre dell'ottima resa del display di Vivo X60 Pro e della sua apprezzabile ergonomia, due frecce in più all'arco di chi volesse sfruttare lo smartphone anche per sessioni di gioco intense.

Esperienza d’uso

Vivo X60 Pro è fluido e reattivo nell'utilizzo quotidiano
Vivo X60 Pro è fluido e reattivo nell'utilizzo quotidiano

Il lavoro congiunto di hardware e software rende l'utilizzo di Vivo X60 Pro nella vita di tutti i giorni particolarmente piacevole, per uno smartphone che si dimostra veloce e reattivo anche in condizioni di stress. Oltre al classico PIN, per sbloccare il dispositivo si può sfruttare un riconoscimento facciale abbastanza valido oppure un rapido sensore per le impronte digitali integrato nel display.

Parlando di interfaccia utente, Vivo X60 Pro si affida alla struttura proprietaria FunTouch OS, giunta alla versione 11.1 e che si basa in larga parte su Android 11 stock: si tratta dunque di una soluzione pulita e fluida, che tuttavia non offre la completezza e i preziosismi di interfacce utente più blasonate. Gli strumenti di personalizzazione ad ogni modo non mancano, dalle opzioni per le modifiche estetiche a quelle relative al comfort come il tema scuro, la protezione occhi e la modalità a una mano.

In chiamata funziona tutto egregiamente, il telefono si aggancia alle reti 4G con carrier aggregation per il 4G+ ed è ovviamente supportato anche il 5G, con tanto di selettore che consente di attivare o disattivare tale modalità con un tocco. Decisamente sottotono invece lo speaker mono, debole in vivavoce e anche e soprattutto con i contenuti multimediali: da uno smartphone venduto a certe cifre è lecito aspettarsi di più, anche per ciò che concerne la vibrazione, fin troppo leggera e scostante.

Sul fronte dell'autonomia, Vivo X60 Pro monta una batteria da 4200 mAh, un taglio inferiore rispetto a tanti competitor probabilmente adottato per mantenere spessore e peso ridotti. La buona ottimizzazione del terminale consente comunque di arrivare alla fine di una giornata di utilizzo medio anche mantenendo lo schermo a 120 Hz: per i più esigenti c'è comunque la possibilità di sfruttare il caricabatterie da 33 W incluso nella confezione che consente di riempire il serbatoio in meno di un'ora, anche se va detto che si tratta di performance inferiori anche a tanti dispositivi di fascia più bassa. Del tutto assente, infine, la ricarica wireless.

Commento

Prezzo 799 €

Multiplayer.it

7.5

Vivo X60 Pro è uno smartphone valido sotto tutti gli aspetti, ma che non eccelle in nessun ambito particolare, men che meno quello del prezzo: chiedere 799€ per un dispositivo che fatica a tenere il passo con le raffinatezze dei competitor più agguerriti della fascia alta Android è stato forse un azzardo per l'azienda cinese, così come spingere tanto su un comparto fotografico che in fin dei conti non manifesta una netta superiorità rispetto ad altri top di gamma o nei confronti del precedente X51 5G. Con uno street price già calato rispetto al listino, Vivo X60 Pro rimane comunque una scelta che, con la giusta offerta, può essere assolutamente sensata per un'utenza non troppo esigente.

PRO

  • Design elegante e sottile, peso ridotto
  • Display e fotocamere di buon livello
  • Scheda tecnica completa
CONTRO
  • Non eccelle in nessun ambito particolare
  • Tante piccole lacune non da top di gamma
  • Non impermeabile