Wonderbox: The Adventure Maker, la recensione: creatori di avventure, riunitevi!

Su Apple Arcade arriva una "scatola degli attrezzi" per creare avventure con Wonderbox: The Adventure Maker, vediamolo nella recensione

RECENSIONE di Giorgio Melani   —   13/04/2021
1

Tra le tante esperienze fornite da Apple Arcade mancava forse un game maker in linea con i principi di stile e accuratezza visti finora nel servizio su abbonamento in questione, ma come vediamo in questa recensione di Wonderbox: The Adventure Maker tale lacuna potrebbe essere stata colmata. Il gioco di Aquiris Game Studios è una vera e propria cassetta degli attrezzi per la costruzione di avventure, o meglio una "scatola magica" che consente di costruire ambientazioni, storie e livelli da giocare e mettere in condivisione con gli altri. È un sistema sicuramente più limitato di altre soluzioni note come Roblox o simili, ma ha dalla sua una notevole cura sul fronte tecnologico e uno stile veramente impeccabile. Tutta questa accuratezza comporta necessariamente una minore libertà d'azione nella costruzione del gameplay, che infatti si basa sostanzialmente su un'unica tipologia di gioco, ma la quantità di variabili è comunque notevole e ne risultano sempre delle creazioni molto piacevoli da vedere e piuttosto pulite in termini di meccaniche.

Wonderbox ci consente di costruire affascinanti e dettagliate ambientazioni
Wonderbox ci consente di costruire affascinanti e dettagliate ambientazioni


Il tutto parte da livelli costruiti in 3D a partire da blocchi giustapposti, qualcosa di simile a piccoli frammenti del mondo di Minecraft o Dragon Quest Builders come costruzione del mondo. In termini di estensione e meccaniche, però, l'esempio più vicino potrebbe essere Captain Toad: Treasure Tracker, visto che anche in questo caso ci troviamo di fronte a livelli piuttosto limitati come estensione ma densi di ostacoli, trappole, passaggi ed eventuali nemici da combattere, con la possibilità di saltare e interagire con personaggi ed elementi dello scenario. L'ambientazione assume l'aspetto di una sorta di diorama a blocchi che può essere ruotato in ogni direzione per svelarne ogni particolare, con la possibilità anche di avvicinare o allontanare l'inquadratura. Con una meccanica di base che può essere definita platform 3D con elementi action adventure è possibile creare una grande quantità di situazioni di gioco diverse ma sempre limitate a questi frammenti di mondo, che possono anche essere concatenati uno con l'altro a formare avventure più complesse.

Una scatola piena di avventure

Wonderbox è essenzialmente un action adventure con elementi da platform in 3D
Wonderbox è essenzialmente un action adventure con elementi da platform in 3D

Anche se non si hanno particolari velleità creative, Wonderbox: The Adventure Maker ha già diversi contenuti che possono essere semplicemente fruiti come in un normale gioco. Il menù principale consente di partecipare alle Campagne costruite dagli sviluppatori, provare i livelli creati dagli utenti, giocare in multiplayer o dedicarsi alla creazione di nuovi mondi da mettere in condivisione. C'è davvero una buona quantità di contenuti da utilizzare anche senza toccare l'editor, cosa che rende il gioco adatto anche a chi non si sente particolarmente creativo. Il problema è che il gameplay di per sé risulta piuttosto limitato, nella maggior parte dei casi: anche le campagne preimpostate da Aquiris sono composte da semplici livelli in cui dobbiamo semplicemente cercare di raggiungere l'uscita saltando su piattaforme e combattendo in maniera molto elementare con vari nemici, colpendo con spada e arco senza andare troppo per il sottile.

La forza di Wonderbox risiede soprattutto nella potenza e semplicità di utilizzo del suo editor, che consente a chi ha la giusta predisposizione di costruire dei livelli anche piuttosto interessanti. Tra i contenuti messi in condivisione dagli utenti troviamo già parecchie centinaia di livelli da provare, cosa che dimostra una notevole vivacità per il gioco già in questi primi giorni di lancio su Apple Arcade e fa ben sperare per un supporto duraturo. Ovviamente la qualità di questi contributi varia in maniera estrema e in linea di massima i livelli più complessi e interessanti risultano essere ancora quelli degli sviluppatori, ma si possono comunque scovare delle sfide interessanti, specialmente da parte di coloro che riescono a costruire delle fasi platform con un minimo di level design sensato o situazioni action adventure piazzando nemici e combattimenti in maniera studiata. La semplicità intrinseca della meccanica di gioco, compreso lo scarso controllo sui salti e la necessità di dover aggiustare spesso l'inquadratura per avere una visione chiara dello scenario, difficilmente consentono la costruzione di gameplay molto profondi e soddisfacenti, ma la semplice varietà di situazioni e ambientazioni che possiamo trovare, oltre alla qualità grafica dei modelli utilizzati, rende comunque piacevole un po' di sperimentazione in questa ampia raccolta di mini-esperienze.

L'editor di Wonderbox è intuitivo e consente in poco tempo di creare scenari meravigliosi
L'editor di Wonderbox è intuitivo e consente in poco tempo di creare scenari meravigliosi


La creazione dei livelli è molto semplice, anche se richiede comunque una certa quantità di tempo e dedizione: si tratta di scegliere uno stile generale tra quelli previsti al momento (natura in stile fantasy, castelli medievali, deserto e ghiacci, con probabili espansioni future) e costruire lo scenario all'interno di una griglia 3D, sviluppandolo a piacere sia in orizzontale che in verticale all'interno di una quantità di spazio limitata. Tutto si basa sull'applicazione di blocchi con diverse caratteristiche, che si posizionano con estrema facilità toccando e trascinando le dita sul touch screen. L'ottimo stile grafico adottato fa il resto, rendendo piacevole ogni creazione anche con un buon supporto audio. Il rovescio della medaglia, con un'impostazione grafica così predefinita, è una certa impossibilità di creare qualcosa di veramente unico e originale, ma è probabile che la quantità di variabili sia destinata ad aumentare col tempo. Molto interessante anche la possibilità di creare piccoli frammenti narrativi all'interno delle mini-avventure, qualcosa che non è facile da trovare in titoli di questo tipo e che amplia ulteriormente le potenzialità creative di Wonderbox.

Commento

Versione testata
iPad 1.3.1
Digital Delivery
App Store
Multiplayer.it

7.4

Lettori

S.V.

Il tuo voto

Wonderbox: The Adventure Maker è proprio quello che ci si aspetterebbe da un game maker nel progetto Apple Arcade, ovvero un sistema semplice da utilizzare ma in grado di mantenere un notevole livello qualitativo in termini di stile grafico e funzionamento tecnico del gioco. L'editor messo a disposizione da Aquiris è intuitivo e in poche mosse consente di costruire mondi che risultano subito piacevoli da vedere senza troppi sforzi, e non è un risultato da poco. L'estrema accuratezza dei materiali messi a disposizione e la necessità di far funzionare tutto a dovere ha, come risvolti negativi, una certa mancanza di varietà possibile tra le creazioni, data da un numero limitato di variabili utilizzabili, sia dal punto di vista estetico che per quanto riguarda le meccaniche del gameplay. Tuttavia l'ottimo editor rende piacevole anche solo la costruzione dei diorami, mentre la possibilità di affrontare vere e proprie campagne, sebbene sempre molto semplici, fornisce una certa sostanza al gioco sui due fronti della creazione e della fruizione.

PRO

  • Molto raffinato, come grafica e audio
  • Editor intuitivo ma completo e potente
  • Tanti contenuti e modalità di gioco già disponibili
CONTRO
  • Il gameplay è molto elementare
  • La raffinatezza tecnica comporta una certa omogeneità delle creazioni