Captain Tsubasa: Rise of New Champions, la Storia includerà altre saghe? 11

La modalità storia di Captain Tsubasa: Rise of New Champions potrebbe includere altre saghe oltre l'arco delle medie? Un immagine di Shonen Jump suggerirebbe così.

VIDEO di Vincenzo Lettera   —   26/02/2020

C'è parecchio interesse attorno a Captain Tsubasa: Rise of New Champions, e ogni nuovo aggiornamento riguardo al gioco suscita molta curiosità e discussioni nei commenti. Un esempio sono state le reazioni al video che abbiamo pubblicato appena qualche giorno fa e che teorizzava del possibile arco narrativo narrato dalla modalità Storia chiamata Tsubasa Episode.

Per chi se lo fosse perso, il comunicato stampa ufficialmente diffuso da Bandai Namco suggeriva che il focus della modalità storia sarebbe stato il torneo nazionale delle scuole medie. Diceva: "Questa modalità coprirà l'intero torneo nazionale delle scuole medie e includerà alcune delle più epiche partite della serie originale". L'idea che ci si fa leggendo questa frase è che, anche se ci saranno le squadre nazionali giocabili, come si è visto nel primo trailer e addirittura sulla copertina del gioco, la modalità Storia chiamata Tsubasa Episode si limiterà al campionato nazionale delle scuole medie. Cosa che ovviamente ha fatto subito dispiacere a chi spera nella possibilità di rivivere le saghe successive, a partire da Jr. Youth e World Youth. In questo caso, tuttavia, vi spieghiamo perché dopotutto ci potrebbe essere ancora qualche speranza di vedere la storia proseguire oltre l'arco narrativo delle scuole medie.

Dopo che abbiamo pubblicato il precedente video, qualcuno di voi nei commenti ha ipotizzato la possibilità che Bandai Namco stia attuando con Captain Tsubasa lo stesso approccio comunicativo portata avanti con Dragon Ball Z Kakarot, dove le diverse saghe della storia sono state svelate piano piano nel tempo, tant'è che all'inizio sembrava che il gioco potesse includere solo la saga dei Saiyan. Nel caso di Captain Tsubasa è pur vero che la situazione è un po' diversa, perché come detto, nel comunicato Bandai Namco si è sbilanciata parlando chiaramente di quello che dovrebbe essere il cuore della modalità storia, mentre in Kakarot le supposizioni dei fan si sono costruite soprattutto sulla base dei trailer e delle immagini pubblicate via via, con una comunicazione vaga, centellinata e, col senno di poi, decisamente furba.

Eppure, nonostante le differenze lascino pensare il contrario, è possibile che stia andando proprio allo stesso modo. Negli ultimi numeri delle riviste giapponesi V-Jump e Shonen Jump sono presenti dei trafiletti che riassumono molto brevemente quello che è già stato annunciato nei giorni passati e che vi abbiamo raccontato nel video precedente, ma ci sono un paio di immagini inedite che non erano presenti nel comunicato stampa occidentale e che potrebbero dare qualche speranza in più a chi vorrebbe le saghe dei mondiali raccontate nel gioco. Nello specifico, su Shonen Jump si vede il personaggio di Katagiri, il talent scout che nel manga e nell'anime lavora per la Japan Football Association (JFA) in cerca di promettenti giocatori che possano formare la futura nazionale del Giappone.

Katagiri debuttava nella storia già durante la saga delle scuole medie, e lo si vedeva intento a studiare i giocatori delle varie squadre durante il campionato nazionale. Però è interessante, seppur vago, quello che è scritto nella didascalia che accompagna l'immagine sulla rivista. Il testo in giapponese riporta: "Alla fine della celebrazione del campionato nazionale comincia la prossima fase dell'episodio. Ha inizio una sfida nuova e sconosciuta!".

La prima parte ("Alla fine della celebrazione del campionato nazionale comincia la prossima fase dell'episodio") appare come un chiaro riferimento agli eventi che dovrebbero seguire l'arco delle scuole medie: la prossima fase è quella che porterà i migliori giocatori delle medie prima alle internazionali giovanili e successivamente alla conquista dei mondiali. Poi dice: "Ha inizio una sfida nuova e sconosciuta", e qui è davvero difficile riuscire a farsi un'idea di cosa voglia dire. Si può intendere semplicemente come un sfida che i personaggi devono ancora affrontare? Un evento mai visto prima nel manga e nell'anime? Oppure è un riferimento al remake dell'anime? Perché ricordiamo che l'ultima versione della serie animata per il momento si ferma esattamente alla fine dei campionati nazionali, quindi per "sfida sconosciuta" si potrebbe intendere quello che ancora non è stato raccontato dall'ultimo remake.

È tutto poco chiaro e di sicuro non aiuta la lingua giapponese, che già di suo è vaga e può essere interpretata in modi differenti. Eppure non si può escludere la possibilità che il gioco possa effettivamente continuare il racconto dopo le scuole medie, sebbene, come dicevamo già nell'altro video, non è ancora chiaro se questo possa avvenire all'interno della stessa modalità storia, se sarà un DLC o se i mondiali si svilupperanno in altre modalità che non siano lo story mode. Dopotutto, parlando della modalità Storia chiamata Tsubasa Episode, il comunicato ufficiale diceva: "Questa modalità coprirà l'intero torneo nazionale delle scuole medie e includerà alcune delle più epiche partite della serie originale". Ed ecco il possibile inganno: dice che coprirà l'intero torneo nazionale, non che coprirà esclusivamente il torneo nazionale.

Insomma, sappiamo che si tratta di speculazioni e ipotesi, ma in attesa di nuovi dettagli ufficiali è anche divertente provare a capire di più di quello che è un gioco molto atteso dai fan di Holly e Benji. Per avere certezze a questo punto non resta che attendere una comunicazione ufficiale da parte di Bandai Namco sugli altri contenuti del gioco: il fatto che la pagina "Mode" sia ancora oscurata sul sito ufficiale fa sperare in qualche altra sorpresa. E magari una di queste modalità potrebbe essere la Junior Youth World Challenge, chiaramente visibile nel primo trailer.

Infine, sempre nella pagina di Shonen Jump c'erano altri due trafiletti. In uno si vede il personaggio di Matsuyama del Furano che commenta di come la sua squadra sia arrivata ai rigori, un evento che però nel manga non si era verificato. Nell'altro si vede l'Ace Killer, Makoto Soda, che ha una nuova linea di dialogo. Il fatto che gli eventi possano cambiare in base ai risultati dei match, così come la presenza di dialoghi inediti, era già stato annunciato nel comunicato stampa, ma queste due immagini ci danno una mezza idea di come potrebbero apparire. La sensazione a caldo è che si possa trattare principalmente di qualche dialogo e scambio di conversazione prima, durante e dopo i match, ma anche in questo caso il gioco potrebbe nascondere qualcosa in più e non si può dare niente per assodato finché Bandai Namco non avrà annunciato ufficialmente e in maniera chiara tutti i contenuti del gioco.

C'è ancora da attendere prima di poter mettere le mani su Captain Tsubasa: Rise of New Champions, visto che l'uscita è prevista per un generico 2020 su PS4, PC e Nintendo Switch