Detective Pikachu: cinque pokémon che vorremmo vedere nel sequel 20

Il seguito di Detective Pikachu è già in lavorazione: abbiamo pensato a cinque pocket monster che ci piacerebbe vedere in carne, ossa e computer grafica

SPECIALE di Christian Colli   —   06/09/2019

Indice

Pokémon: Detective Pikachu è stato un successo. Il primo film live action ispirato al multimilionario franchise Nintendo è riuscito a distinguersi in un panorama in cui, solitamente, le trasposizioni cinematografiche dei videogiochi fanno, e qui vi chiediamo di perdonarci il termine poco professionale... be', schifo. La pellicola diretta da Rob Letterman ha un cuore e tra l'altro è disponibile anche su Infinity per chi di voi è abbonato al servizio. Batte sotto una patina di computer grafica che prevede almeno una minima conoscenza del mondo dei pokémon, ma comunque palpita e riesce persino a commuovere con un messaggio significativo per grandi e piccini. Non certo un capolavoro, specialmente nelle battute finali un po' troppo fantascientifiche di una trama scontata, ma comunque un film godibile, specialmente se si amano i mostriciattoli Nintendo. Detective Pikachu ha avuto un buon successo che ha convinto Legendary Pictures a mettere in cantiere un sequel sul quale non sappiamo assolutamente nulla, anche perché la storia sembrava finire lì, tuttavia abbiamo pensato a cinque pokémon che vorremmo vedere assolutamente sul grande schermo.

Lucario

Una delle colonne portanti di Detective Pikachu è l'interazione tra il protagonista Tim e il Pikachu di suo padre che solo lui riesce a comprendere come se parlassero la stessa lingua. È un mistero che il film risolve e, senza anticiparvi nulla, possiamo solo dire che sarebbe difficile replicare questa particolare dinamica in un sequel. Dovesse servire un pokémon parlante, però, c'è sempre Lucario: nel film a cartoni animati Lucario e il mistero di Mew del 2005, infatti, Ash Ketchum riusciva a comunicare telepaticamente con Lucario, uno dei pokémon più amati dalla fanbase per il suo aspetto "cool" e le sue capacità in combattimento. Lucario è praticamente un guerriero ispirato a Ryu di Street Fighter, tant'è che può persino scagliare proiettili di energia come fossero Hadoken. Rappresentato in molti videogiochi - è un combattente selezionabile sia in Super Smash Bros. Ultimate sia in Pokkén Tournament DX - Lucario sarebbe un pokémon perfetto da portare sul grande schermo, magari per vederlo combattere in qualche arena visto che Detective Pikachu riservava soltanto una piccolissima parte del film alle lotte tra pokémon.

Groudon e Kyogre

C'è una scena, in Detective Pikachu, in cui Tim, Pikachu e la loro nuova amica Lucy rischiano la vita in una surreale sommossa di Torterra grandi come montagne che non avrebbero sfigurato nell'ultimo film di Godzilla. E allora abbiamo pensato... perché non abbracciare il filone kaiju? Il sequel di Detective Pikachu potrebbe alzare la posta in gioco, ispirandosi alla storia di Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alfa in cui i sindacati del crimine Team Magma e Team Aqua cercavano disperatamente di risvegliare due pokémon mitologici, Groudon e Kyogre, per causare un vero e proprio cataclisma ambientale. Nel gioco, in effetti, uno dei due team riusciva temporaneamente nell'intento, costringendo il giocatore a combattere il pokémon leggendario per sconfiggerlo o catturarlo e impedire una catastrofe. Sarebbe veramente una scena spettacolare da portare al cinema: immaginate Groudon e Kyogre, alti come palazzi per l'occasione, che si affrontano in uno scenario apocalittico. Non abbiamo idea di come Tim e Pikachu possano risolvere il problema, ma in fondo possono sempre chiamare Ryan Reynolds...

Celebi

Apparso per la prima volta in Pokémon Oro e Argento, Celebi è uno dei pokémon leggendari più amati e famosi, anche perché all'epoca della prima release era molto ma molto più difficile ottenerlo. Nelle ultime versioni di Pokémon a uscire per Nintendo 3DS era decisamente più facile mettere le mani su Celebi, tuttavia resta un pokémon sfuggente ma adorabile che, nel gioco, incarna lo spirito della natura. E chi conosce la serie probabilmente ha già capito dove vogliamo andare a parare, visto che Celebi possiede il potere di viaggiare nel tempo. Su questo escamotage si incentrava proprio il film a cartoni animati Pokémon 4Ever del 2001 e potrebbe essere un'idea sfiziosa da ritrovare in Detective Pikachu 2. Ora non abbiamo idea di come potrebbero incastrarla nella storia senza inciampare nei soliti problemi logistici che comportano i viaggi nel tempo, ma per esempio il nuovo Pikachu parlante potrebbe arrivare dal passato, e sarebbe una situazione abbastanza esilarante per tutta la famiglia Goodman.

Ho-oh

Uno dei momenti più iconici del cartone animato di Pokémon risale addirittura alla primissima puntata - era il 1997! - in cui Ash Ketchum, dopo aver fatto amicizia con Pikachu, lasciava il suo paesino per cominciare un'avventura che sarebbe durata più di mille episodi... e che, ventidue anni dopo, non è ancora finita. Nel film Detective Pikachu, scopriamo che il protagonista Tim Goodman (interpretato da Justice Smith) quando era piccolo voleva diventare un allenatore di pokémon, ma poi ha rinunciato al suo sogno dopo la morte della madre e il conseguente distacco da suo padre. È grazie al Pikachu parlante di suo padre e alle sue disavventure nel film che Tim rientra in contatto con la sua infanzia e con i pokémon che popolano il suo mondo. Forse Tim non diventerà mai un allenatore e seguirà le orme di suo padre, un investigatore privato di Ryme City, ma se Detective Pikachu 2 dovesse prendere una direzione più ordinaria, non sarebbe male rivedere Ho-oh, anche come semplice cammeo, dato che il pokémon fenice rappresenta letteralmente un nuovo inizio. E oltretutto è semplicemente bellissimo.

#Cinema

Cinema