Diablo 3: Eternal Collection su Switch 13

Alla GamesCom 2018 abbiamo potuto testare con mano Diablo 3: Eternal Collection su Switch: Blizzard e Nintendo sembrano aver fatto centro

PROVATO di Umberto Moioli   —   22/08/2018

Il sodalizio tra Nintendo e Blizzard non si è mai davvero compiuto: il focus su PC della casa americana è stato a lungo motivo di allontanamento dai salotti dei giocatori, mentre l'insuccesso di WiiU è stato un deterrente per l'eventuale trasposizione di Diablo III nel momento in cui finalmente lo sviluppatore rimetteva un piede su console. C'è insomma voluto parecchio tempo perché una delle case di sviluppo più popolari al mondo rendesse giustizia al produttore hardware più legato in assoluto alla produzione di giochi di qualità. Ora che Diablo 3: Eternal Collection arriverà su Switch, c'è però l'occasione per rimettere le cose a posto: alla GamesCom 2018 lo abbiamo provato e siamo usciti dal test decisamente soddisfatti.

Tutto Diablo 3, con qualcosa in più

Partiamo dalle basi: la Eternal Collection su Switch conterrà tutta l'esperienza e i contenuti maturati in questi anni dal titolo, incluso Rise of the Necromancer, più alcuni accorgimenti come la modalità Avventura già sbloccata dall'inizio così che anche i veterani possano godere del titolo senza dover ripartire da zero. I salvataggi invece non potranno essere trasportati su Switch, nemmeno da PlayStation o Xbox. Il gioco gira a 720p in modalità portatile, mentre la risoluzione sale a 960p qualora si decidesse di attaccare Switch al dock: in entrambi i casi il frame rate è fisso a 60 immagini al secondo con pochissimi rallentamenti giusto nelle situazioni più concitate, gli stessi che comunque già capitavano in praticamente tutte le trasposizioni precedenti.

A livello di dettaglio è complesso fare paragoni, probabilmente ci troviamo a metà strada tra la conversione per PlayStation 3 / Xbox 360 e quella PlayStation 4 / Xbox One, ma senza dover cercare per forza paragoni basti sapere che su TV si difende dignitosamente, mentre in versione portatile fa proprio un bell'effetto e rappresenta senza troppi dubbi di essere smentiti la miglior esperienza hack & slash mai sviluppata per essere sperimentata in movimento. I controlli e le modalità di fruizione sono, come sempre, declinati secondo le peculiarità dell'hardware ibrido Nintendo: con il Controller Pro si ha certamente l'esperienza più precisa, non vi sono dubbi, ma anche limitandosi alla coppia di Joy-Con si riesce a godere appieno di un sistema di controllo che è uguale a quello delle altre incarnazioni console. Un po' diverso il discorso per la configurazione a singolo Joy-Con: è indubbio che le dimensioni e il numero limitato di tasti abbiano suggerito alcuni compromessi, come la rotolata che va effettuata scuotendo il piccolo controller, ma è altrettanto vero che giocare con un amico (o due, o tre) sulla stessa console in movimento è un vantaggio non indifferente che regala una dimensione inedita all'esperienza ideata di Blizzard.

Chi invece vorrà sfruttare la modalità multiplayer online lo dovrà fare dopo essersi iscritto all'imminente servizio a pagamento di Nintendo. La vera criticità di questa edizione, all'interno di un panorama comunque positivo, è legata alla dimensione davvero troppo piccola dei testi nella modalità portatile, una problematica che comunque viene mitigata dopo le prime run, quando le scritte a schermo assumono un'importanza molto relativa. Diablo 3: Eternal Collection arriverà il prossimo autunno su Nintendo Switch ma anche PlayStation 4 e Xbox One, dove rappresenterà una sorta di "Super Ultimate Edition".

Il primo contatto con Diablo 3: Eternal Collection su Nintendo Switch ci ha lasciato di sicuro sensazioni positive: la conversione valorizza gli aspetti fondamentali dell'esperienza, come la fluidità e i controlli, aggiungendovi una manciata di peculiarità per l'hardware della piccola console ibrida. Ci sono un paio di sbavature minori ma potrebbe trattarsi di un ottimo acquisto sia per chi ancora non l'ha provato, sia per quelli che vogliono tornarci sopra godendoselo in un contesto inedito.

CERTEZZE

  • Buona conversione
  • Divertente da giocare in movimento con gli amici
  • I controlli funzionano bene...

DUBBI

  • ...anche se la soluzione a singolo Joy-Con è un po' limitata
  • La dimensione dei testi in modalità portatile è davvero ridotta