Final Fantasy 7 Remake Intergrade: scopriamo il DLC Episode INTERmission

In attesa di Final Fantasy 7 Remake Intergrade, abbiamo scoperto interessanti dettagli su INTERmission, il DLC inedito con protagonista Yuffie

ANTEPRIMA di Christian Colli —   26/05/2021
24

Mancano ormai poche settimane all'uscita di Final Fantasy 7 Remake Episode INTERmission, il DLC che tanto ha fatto discutere i fan di Final Fantasy VII, l'originale e il Remake. I motivi sono molteplici. La sua natura di DLC esclusivo per PlayStation 5 ha lasciato interdetti i fan che non hanno ancora acquistato la console Sony, per la quale Square Enix ha migliorato e convertito il gioco nella forma di Final Fantasy 7 Remake Intergrade, aggiungendo nuovi contenuti e opzioni che sfruttano il nuovo hardware. Ai più nostalgici e puristi, che tanto hanno discusso attorno ai cambiamenti apportati alla narrativa originale, ha preso in contropiede anche l'idea di una storia inedita avente protagonista Yuffie Kisaragi, un personaggio che nel titolo del 1997 entrava in scena soltanto in seguito.

Infine, l'innesto di elementi appartenenti alla cosiddetta Compilation of Final Fantasy VII, come la Deepground e i villain Nero e Weiss, intimorisce tutti quelli che hanno già avuto a che fare col delirante Dirge of Cerberus e che speravano di aver voltato pagina definitivamente. Al di là di queste considerazioni, però, è innegabile che Final Fantasy VII Remake Episode INTERmission abbia superato quantomeno la prima prova, quella dei trailer: quanto mostrato finora è parso di altissima qualità, sia in termini di gameplay, sia sotto il profilo squisitamente tecnico. I tredici minuti circa che Square Enix ci ha permesso di visionare in anteprima ci hanno raccontato un mucchio di dettagli e indiscrezioni sul DLC, confermando le nostre prime impressioni positive e suggerendo che quest'aggiunta meriti davvero di essere giocata.

Yuffie, la ninja di Wutai

Final Fantasy VII Episode INTERmission: Bloodbath è l'Abilità limite di Yuffie.
Final Fantasy VII Episode INTERmission: Bloodbath è l'Abilità limite di Yuffie.

Square Enix ha estrapolato quasi un quarto d'ora di gameplay dalle fasi iniziali di Final Fantasy 7 Episode INTERmission, che sembrerebbe aprirsi proprio con l'arrivo di Yuffie Kisaragi a Midgar. Inviata dal governo di Wutai, Yuffie ha il compito di incontrare i membri dell'Avalanche HQ e pianificare il furto di una potente Materia custodita nel palazzo della Shinra. Yuffie è una ninja, ma l'introduzione mette subito in risalto la simpatica goffaggine che la caratterizzava anche nel Final Fantasy VII originale: non è passato neanche un minuto dall'inizio del gioco che la nostra giovane eroina perde l'equilibrio a causa di qualche piccione e precipita nel baratro sottostante, atterrando in perfetto equilibrio sopra il tetto di un capannone... che cede un attimo dopo, facendole fare una gran figuraccia. Le gaffe di Yuffie contribuiscono a renderla un personaggio spassoso e accattivante, diametralmente opposto al musone Cloud Strife che magari le nuove generazioni hanno conosciuto proprio con Final Fantasy VII Remake.

Final Fantasy VII Episode INTERmission: uno dei primi combattimenti.
Final Fantasy VII Episode INTERmission: uno dei primi combattimenti.

Le prime sequenze di gameplay vedono Yuffie esplorare il Settore 7 e seguire i cartelloni coi Moogle per arrivare all'Avalanche HQ. Siamo in una specie di tutorial, insomma, che insegna al giocatore come controllare la ninja di Wutai. Yuffie combatte principalmente a media distanza con un enorme shuriken che può scagliare all'indirizzo dei nemici premendo il tasto Triangolo. L'arma torna nelle sue mani dopo qualche tempo o ripremendo lo stesso tasto, ma mentre è disarmata Yuffie può comunque colpire i bersagli con una serie di tecniche ninjutsu a lungo raggio. Questi attacchi inizialmente non possiedono alcuna proprietà elementale, ma Yuffie può utilizzare un'abilità chiamata Elemental Ninjutsu per infondere il potere del fuoco, dell'acqua, del fulmine e del vento nei suoi colpi. È dunque importante scegliere l'elemento esatto per sfruttare i punti deboli dei nemici e aumentare il loro livello di Tensione fino a indurre lo stato di Stremo, che consente di infliggere più danni.

Final Fantasy VII Episode INTERmission: Yuffie può scagliare il suo shuriken come un boomerang.
Final Fantasy VII Episode INTERmission: Yuffie può scagliare il suo shuriken come un boomerang.

Yuffie possiede anche una serie di abilità secondarie che consumano ATB come Art of War, una serie di attacchi concatenati che infligge danni e incrementa quelli inflitti successivamente; Banishment, che può essere condizionato dall'Elemental Ninjutsu e caricato fino a un massimo di tre livelli per infliggere ancora più danni; oppure Windstorm, con cui la ninja genera un ciclone che colpisce i nemici circostanti e li attira su di lei.

Le sessioni di esplorazione fanno uso dell'agilità di Yuffie attraverso una serie di passaggi scriptati in cui è possibile saltare acrobaticamente su pareti e sporgenze o appendersi a determinati sostegni, mentre le casse in lontananza, apparentemente irraggiungibili, possono essere distrutte lanciando lo shuriken che, al suo ritorno, ci porterà i collezionabili trovati. Raggiunto il quartiere abitato, Yuffie gironzola in cerca dell'Avalanche HQ: questa vicenda, vi ricordiamo, si svolge dopo la distruzione del Reattore numero 5 e prima che scoppi il finimondo anche in questo Settore di Midgar.

Final Fantasy VII Episode INTERmission: Yuffie può esplorare lo scenario in modo decisamente acrobatico.
Final Fantasy VII Episode INTERmission: Yuffie può esplorare lo scenario in modo decisamente acrobatico.

I membri dell'Avalanche HQ sono meno aggressivi rispetto alla cellula terroristica capitanata da Barret, tant'è che hanno deciso di allearsi con le forze di Wutai proprio per rovesciare la Shinra col minimo spargimento di sangue. Square Enix ci ha presentato i quattro personaggi che interagiranno con Yuffie nel corso della sua avventura. Zhije viveva a Wutai e ora è il punto di collegamento tra l'Avalanche e la sua patria d'origine; essendo ormai addentro al sottobosco di Midgar, aiuterà Yuffie ad ambientarsi. Nayo è l'esperta di logistica della squadra: si occupa di mantenere i contatti tra l'Avalanche HQ e i suoi sostenitori, oltre a procurare lasciapassare e altri strumenti utili nelle varie operazioni. Billy Bob, nonostante il carattere svogliato e l'attaccamento alla bottiglia, è la spia e l'informatore del gruppo. Polk, infine, è il più giovane del gruppo; i suoi compagni lo considerano una specie di fratello minore, e sarà lui a insegnare a Yuffie come giocare Fort Condor.

Fort Condor

Final Fantasy VII Episode INTERmission: Fort Condor è un minigioco strategico.
Final Fantasy VII Episode INTERmission: Fort Condor è un minigioco strategico.

Finalmente abbiamo scoperto qualcosa di più su Fort Condor, il minigioco ispirato a una delle più controverse storyline di Final Fantasy VII. Nell'Episode INTERmission del Remake, Fort Condor è un sofisticato gioco strategico da tavolo, basato su una campagna militare della Shinra, che vede due giocatori scontrarsi per la conquista della base avversaria. Nello specifico, la nuova versione giocabile in Episode INTERmission prende qualche distanza da quella originale, ma resta una sorta di tower defense in cui il giocatore deve schierare un certo numero di unità e conquistare terreno fino a prendersi la base nemica, situata sul versante opposto rispetto alla sua. La partita comincia con la scelta di una formazione che determina il numero di ATB e Materie utilizzabili durante lo scontro. Le cariche di ATB servono a schierare le diverse unità, che prenderanno a marciare in direzione della base nemica, affrontando di petto ogni unità avversaria che sbarrerà loro il passo.

Final Fantasy VII Episode INTERmission: Polk ci insegnerà a giocare Fort Condor.
Final Fantasy VII Episode INTERmission: Polk ci insegnerà a giocare Fort Condor.

Ogni unità può appartenere a una certa categoria (Vanguard, Ranged o Defense) che la renderà più o meno vulnerabile contro determinati nemici, in una specie di morra cinese. Premendo il tasto L1 si accede alle Materie disponibili, e quindi ai potenti incantesimi che possono rovesciare le sorti dello scontro ma che, essendo in numero limitato, andranno usati solo al momento giusto. L'interfaccia ci è sembrata abbastanza caotica, ricca com'è di informazioni, ritratti e icone, ma Square Enix ha sottolineato che Fort Condor, essendo un divertente minigioco secondario, è stato pensato per essere facilmente assimilato e non durare troppo. Ovviamente ci saranno delle ricompense da vincere, la più golosa delle quali dovrebbe essere la misteriosa e rarissima Materia in possesso del campione in carica nel Settore 7. Qualcuno ha detto Fenice?

Citazioni e collezionabili

Yuffie si imbatterà anche in uno strampalato individuo che risponde al nome di Old Snapper e che lavora per la Happy Turtle. Questo personaggio ci incaricherà di trovare sei volantini sparsi per il Settore 7: si tratta di una citazione di Final Fantasy VII, in cui una sidequest ci vedeva cercare i volantini di un bar di Wutai chiamato Turtle's Paradise, sparsi per tutto il mondo. Sebbene nell'avventura di Yuffie siano solo sei, e siano nascosti nel Settore 7, bisognerà usare l'ingegno e setacciare ogni angolo, risolvendo anche qualche rompicapo ambientale per prenderli tutti e ricevere la ricompensa.

Due è meglio di uno

Final Fantasy VII Episode INTERmission: Sonon Kusakabe è un personaggio inedito.
Final Fantasy VII Episode INTERmission: Sonon Kusakabe è un personaggio inedito.

Sonon Kusakabe è un personaggio inedito che Wutai ha inviato ad aiutare Yuffie: addestrato personalmente dal padre della nostra protagonista, Sonon è stato colpito in prima persona dal conflitto tra il suo paese e la Shinra, e cova nei confronti della società che regna su Midgar un profondo rancore. Il suo carattere flemmatico è il perfetto contraltare per la personalità eccentrica di Yuffie, che praticamente è il suo capo. In termini di gameplay, il giocatore non controlla direttamente Sonon, che è invece affidato perlopiù alle cure della sua intelligenza artificiale: il giocatore può al massimo impartirgli alcuni ordini premendo R2. Nel lungo montaggio confezionato da Square Enix, lo vediamo affrontare insieme a Yuffie gli uomini di Don Corneo e combattere col suo bastone. Se sia Yuffie sia Sono possiedono un certo numero di ATB, è possibile premere L2 per attivare una sinergia che vedrà i due personaggi combinare i loro attacchi in mosse devastanti come Synergized Art of War e Synergized Windstorm: praticamente varianti molto più potenti e spettacolari delle abilità che Yuffie normalmente usa da sola.

Final Fantasy VII Episode INTERmission: l'abilità Windstorm usata in sinergia con Sonon.
Final Fantasy VII Episode INTERmission: l'abilità Windstorm usata in sinergia con Sonon.

Il sistema di combattimento, insomma, sembrerebbe rappresentare una deriva interessante rispetto a quello giocato in Final Fantasy VII Remake. Tendenzialmente funziona allo stesso modo - per esempio, è ancora possibile giocare in tempo reale, come fosse un action game, o approfittare dell'effetto slow motion quando si apre il menu delle azioni - ma la componente semi-interattiva rappresentata da Sonon potrebbe essere un indizio sulla direzione che Square Enix sta prendendo nello sviluppo di Final Fantay VII Remake 2. Chiariamoci: non stiamo dicendo che il giocatore controllerà solo un personaggio nel party, ma che il sistema di sinergie potrebbe restare in funzione, e già immaginiamo gli attacchi combinati di Cloud e Tifa, e che eventuali membri secondari del party potrebbero essere controllati indirettamente, invece di restare autonomi come succedeva nelle fasi finali di Final Fantasy VII Remake, quando Red XIII si univa al cast.

Final Fantasy VII Episode INTERmission: Ramuh fa il suo trionfale ritorno in scena nel DLC.
Final Fantasy VII Episode INTERmission: Ramuh fa il suo trionfale ritorno in scena nel DLC.

In ogni caso, nel sistema di combattimento di Episode INTERmission non mancano neppure le Abilità limite. Yuffie ne possiede almeno una, chiamata Bloodbath, che si traduce in una spettacolare combinazione di attacchi devastanti; anche Sonon può usare un'Abilità limite, che nel suo caso si chiama Dance of the Dragon e lo porta a colpire ripetutamente il bersaglio col suo bastone.

Nel filmato che abbiamo visto, Yuffie e Sonon affrontano una gran varietà di nemici mentre esplorano i vari scenari, spesso risolvendo piccoli rompicapi ambientali in cui Yuffie dovrà usare lo shuriken per spingere interruttori lontani e simili. Square Enix ha registrato il gameplay in modalità Performance e in 4K, mantenendo un frame rate stabile e una qualità sensibilmente superiore a Final Fantasy VII Remake. È uno stacco che appare chiaro nel combattimento col Centipede, un gigantesco boss che Yuffie e Sonon dovranno sconfiggere a un certo punto della storia. È in questa occasione che abbiamo visto nella sua interezza l'attesissima evocazione di Ramuh: il vecchiardo si manifesta in un trionfo di particellari, e combatte temporaneamente al fianco del nostro duo per poi scatenare il suo iconico Fulmini del giudizio sul boss, distruggendolo definitivamente.

Nonostante le diffidenze che si possano nutrire nei confronti di questo DLC, quello che abbiamo visto in quasi quindici minuti è innegabile che prometta benissimo. Final Fantasy VII Remake è comunque un titolo prestigioso con un sistema di combattimento davvero ottimo, che Episode INTERmission sembra aver fatto suo insieme ad alcune nuove opzioni sperimentali che non ci sorprenderebbe venissero riutilizzate anche in seguito. Sulla storia di questo DLC non possiamo ancora esprimerci, ma tecnicamente si nota il salto di qualità: sarà sicuramente un piacere tornare a Midgar ancora una volta, ma per adesso non possiamo che rimandarvi alla nostra futura recensione.

CERTEZZE

  • Una buona varietà di nemici, situazioni e contenuti
  • Comparto tecnico di tutto rispetto
DUBBI
  • Da verificare la lunghezza e la qualità narrativa del DLC