Final Fantasy arriva su Nintendo Switch

Final Fantasy sta per arrivare sulla console Nintendo con un nutrito assortimento di conversioni e remaster: vediamole insieme

SPECIALE di Christian Colli   —   16/09/2018
44

Nintendo Switch si sta lentamente imponendo come una console da JRPG: Xenoblade Chronicles 2, Disgaea 5, Lost Sphear, Octopath Traveler, Ys VIII, Valkyria Chronicles 4... e poi presto arriveranno anche Pokémon Let's Go, The World Ends with You, Tales of Vesperia e parecchi altri. Tuttavia quello che finora ci è mancato è stato Final Fantasy, il popolarissimo brand firmato Square Enix che in passato ha avuto un rapporto molto importante ma anche conflittuale con le piattaforme Nintendo: è su NES e SNES che ha raggiunto la fama, poi ha preso le distanze per qualche tempo e quindi è tornato a presenziare soprattutto sugli handheld della grande N ma non solo. Il recente Nintendo Direct ha svelato il rinnovato interesse di Square Enix nei confronti di Switch con quello che sembrerebbe essere proprio una specie di test: è infatti in arrivo un'infornata di Final Fantasy, seppur sotto forma di conversioni e rimasterizzazioni.

I classici

Partiamo dalla fine anche se dovremmo dire dal principio. Prevedibile ma neanche poi così tanto la conversione degli ultimi Final Fantasy rimasterizzati per le altre piattaforme. Nel corso del 2019, quindi, potremo giocare su Switch alcuni titoli che hanno segnato la storia della saga. Si comincerà prevedibilmente con Final Fantasy VII, anche perché fa comodo farlo girare in vista del Remake che uscirà nel duemilacredici: il gioco è stato rilasciato nel 1997 per PlayStation e poi è stato convertito per PC e per sistemi mobile con un lavoro di rimasterizzazione abbastanza superficiale, nel senso che si è andata a ritoccare la risoluzione di modelli poligonali e texture, ma non gli sfondi prerenderizzati che sugli schermi più grandi appaiono dunque granulosi e sporchi. Il risultato è un po' un pugno in un occhio - c'è uno stacco netto tra gli sfondi e i modelli, soprattutto mentre si esplorano le ambientazioni - ma ci si fa l'abitudine e non preclude la qualità di un Final Fantasy che non ha bisogno di presentazioni.

Final Fantasy arriva su Nintendo Switch

Ha subito lo stesso trattamento anche Final Fantasy IX, seppur in tempi più recenti. Il nono capitolo è un titolo particolare: siamo piuttosto sicuri che gli adolescenti che all'epoca trovarono orrido il character design e quel nanerottolo del protagonista, oggi siano adulti smaliziati con una famiglia sulle spalle che guardano quel gioco con occhi totalmente diversi. Se invece lo amano oggi come allora, battano pure un cinque. Final Fantasy VII è sempre circondato da un alone mistico di importanza, ma Final Fantasy IX sotto molti aspetti è un Final Fantasy molto più puro e rispettoso della tradizione. Ambientato in un mondo squisitamente fantasy, racconta le peripezie di una scalcinata banda di avventurieri che comprende un furfante, una principessa e il miglior personaggio mai creato nello sconfinato universo dei giochi di ruolo nipponici, l'unico e inimitabile Vivi, il mago nero. Provate a confutare questa affermazione, forza. È importante sottolineare che le remaster di questi due Final Fantasy includono una serie di opzioni che facilitano sensibilmente il gioco, casomai vogliate provarli ma non abbiate voglia di sbattervi troppo con alcune meccaniche oggi comprensibilmente vetuste.

Final Fantasy arriva su Nintendo Switch

I raccomandati

Sembra che Final Fantasy VIII sia stato bellamente ignorato, ma tanto quel musone di Squall vuole restare sempre solo, quindi supponiamo che gli stia bene così. L'infornata di Final Fantasy per Switch, infatti, passa direttamente ai pezzi da novanta, cioè le remaster più curate che hanno fatto capolino sugli scaffali negli ultimi due o tre anni. Final Fantasy X | X-2 HD Remaster è esattamente quel che il titolo suggerisce: una compilation che include sia il primo Final Fantasy a uscire per PlayStation 2 nel 2001, sia il sequel sopraggiunto un paio di anni dopo con una mossa commerciale che sarebbe stata ripetuta soltanto in un'altra manciata di casi. Si tratta tuttavia di un'edizione veramente definitiva perché include ogni contenuto pubblicato nella cosiddetta versione International di Final Fantasy X, quindi cinematiche aggiuntive e boss segreti. Pur prendendo alcune distanze dalle atmosfere tipiche della saga per intraprendere una strada ancora più cinematica, Final Fantasy X è un signor gioco con un cast intrigante e un finale strappalacrime.

Final Fantasy arriva su Nintendo Switch

Si può essere comprensibilmente più scettici nei confronti di Final Fantasy X-2, un controverso sequel che ha sempre fatto parlare di sé per alcune scelte narrative decisamente coraggiose. È completamente incentrato sulla protagonista di Final Fantasy X, Yuna, e sulle sue compagne di avventura: il giocatore controlla infatti soltanto questo terzetto di eroine in un'avventura che, però, è profondamente legata ai fatti raccontati nel gioco originale. Sulla trama si può discutere, ma il sistema di combattimento di Final Fantasy X-2 resta ancora oggi uno dei migliori sulla piazza, grazie anche a una peculiare meccanica di personalizzazione che ricorda il Job System storico. Poco importa, comunque, perché se tutto andrà come dovrebbe andare, Final Fantasy X-2 sarà incluso nel pacchetto, a meno che Square Enix non decida di commercializzarli anche separatamente, un po' come ha fatto in digitale Capcom con la Mega Man X Legacy Collection. Insomma, Final Fantasy X è quasi imprescindibile, Final Fantasy X-2 anche no.

Final Fantasy arriva su Nintendo Switch

Chiude il cerchio delle remaster lo straordinario Final Fantasy XII: The Zodiac Age, titolo che all'epoca sollevò un polverone perché sembrava troppo poco Final Fantasy anche se invece lo era eccome. Ambientato nel mondo di Ivalice, lo stesso di Final Fantasy Tactics, il dodicesimo capitolo racconta una storia di guerra, politica e spiritualità vista attraverso gli occhi di un giovane ladruncolo che non sarebbe dovuto essere il protagonista ma che lo è diventato in corso d'opera perché Square Enix era convinta che i giovani fan volessero un eroe adolescente che sembra uscito da uno shonen manga piuttosto che il gemello buono di uno spietato Giudice o una combattiva vedova in cerca di vendetta. Era il 2006, diciamo che dodici anni fa si ragionava in modo diverso, e diciamo che lo sviluppo travagliato del gioco non ha giovato alla sceneggiatura. Nonostante ciò, Final Fantasy XII è un gioco di ruolo adulto, maturo e super personalizzabile grazie a un sistema di combattimento in tempo reale incredibilmente sofisticato e a uno stratificato sistema di mestieri e competenze che fu migliorato per la cosiddetta versione International Zodiac Job System, la stessa che finalmente è arrivata lo scorso anno anche in occidente grazie a questa edizione The Zodiac Age. In parole povere, Final Fantasy XII su Switch è un altro pacchetto completo e imprescindibile.

Final Fantasy arriva su Nintendo Switch

Gli outsider

Prima di passare agli spin-off, merita menzione l'unica versione di Final Fantasy XV che vedremo mai su Nintendo Switch, ovvero la Pocket Edition uscita per sistemi mobile e PC qualche mese fa. Square Enix ha letteralmente rimpicciolito il mondo di Eos, ristrutturando completamente il gioco in modo che si svolga a missioni, seguendo una trama rimaneggiata e riassunta che racconta i fatti salienti in una sorta di bignami videoludico. Per questo motivo, Square Enix ha ridisegnato i protagonisti e i loro nemici in versione "chibi" proprio come fece parecchi anni fa quando portò Final Fantasy IV su Nintendo DS. Chiamatelo cerchio della vita, se volete. Ovviamente se disprezzate Final Fantasy XV e/o lo stile chibi, sarà meglio stare alla larga da questa edizione del quindicesimo capitolo.

Final Fantasy arriva su Nintendo Switch

Restando in tema chibi, impossibile non parlare subito di World of Final Fantasy Maxima, conversione dell'apprezzatissimo esperimento che ha fatto capolino su PlayStation 4, PlayStation Vita e PC qualche tempo fa. Un titolo all'insegna del fanservice sul quale non avrebbe scommesso una lira nessuno e che invece si è rivelato un gioiellino, un gioco di ruolo divertente e spensierato con una trama interessante e un sistema di combattimento creativo e originale, nonostante si ispiri fortemente a Pokémon, ragion per cui adesso possiamo dire che sia proprio a casa sua. In World of Final Fantasy il giocatore veste i panni di due gemelli che si ritrovano catapultati nell'universo di Grimoire, dove gironzolano i più famosi personaggi della serie... anche se in versione super deformed. Il sistema di combattimento è molto particolare e consente di reclutare i mostri nemici e di usarli in battaglia, impilandoli gli uni sopra gli altri per sommare le loro statistiche e sbloccare nuove magie. La versione Maxima - un aggiornamento peraltro facoltativo per chi possiede le precedenti versioni lisce del gioco - aggiunge una serie di contenuti extra, compresa la possibilità di controllare gli eroi di Final Fantasy direttamente in combattimento, inclusi alcuni nuovi arrivi come Zack, Y'shtola, Noctis e Serah.

World Of Final Fantasy Maxima 3

Final Fantasy Crystal Chronicles è invece uno strano spin-off che risale al 2003: nel corso degli anni sono usciti vari episodi soprattutto per Nintendo DS e Wii, ma il primo a uscire per Game Cube è stato quello che ha gettato le basi e che si è distinto in particolare per l'enfasi riposta sul gameplay invece che sulla narrazione. Lo sviluppatore - The Game Designers Studios e non Square Enix, attenzione - lo concepì come una specie di party game, nel senso che i giocatori potevano partecipare all'avventura in quattro: il sistema di combattimento è prevalentemente action e ricorda gli hack'n'slash, pur aggrappandosi a un minimo di strategia visto che si possono combinare attacchi e incantesimi. L'obiettivo è scoprire il mistero della nebbia maledetta chiamata Miasma così da poterla cancellare del tutto. Non c'è un vero e proprio protagonista, ma un avatar che il giocatore sceglie all'inizio della partita, decidendone la razza e i segni particolari. Diciamo che il Crystal Chronicles che Nintendo ha deciso di portare su Switch non è esattamente il nostro preferito - quello è Ring of Fates - ma è quello che ha più senso se si considerano le peculiari caratteristiche della console ibrida e le sue potenzialità multigiocatore online e offline.

Final Fantasy Crystal Chronicles Remastered Edition 2019 09 10 18 001

Chiudiamo questa rassegna con Chocobo's Mystery Dungeon: Everybuddy!, conversione rimasterizzata di Final Fantasy Fables: Chocobo's Dungeon, titolo uscito su Wii nel 2007 e poi anche su Nintendo DS. Sì, casomai non lo sapeste, esiste tutta una serie di giochi incentrati sul Chocobo, perlopiù dungeon crawler non particolarmente ispirati, anche se questo si era distinto per la maggior cura riposta nella scrittura della trama e nel sistema di combattimento, che si appoggiava addirittura a un vero e proprio Job System: il Chocobo cambiava aspetto, indossando i costumi caratteristici dei Job, e in base alla scelta del giocatore cambiavano anche le sfide nei vari sotterranei. Questa versione in alta risoluzione sembra insistere molto su un altro aspetto, ovvero la possibilità di reclutare i nemici e usarli in combattimento: a quanto pare, in questa edizione Everybuddy! si potranno convertire alla nostra causa anche i nemici che prima erano immuni al fascino del Chocobo, e i giocatori potranno utilizzare i due Joy-Con separatamente per controllare il Chocobo e un suo compagno di battaglia in modalità cooperativa. Non siamo di fronte a un capolavoro, ma a un titolo colorato e piacevole che intrigherà soprattutto i fan di questo sottogenere molto di nicchia.

Chocobos Mystery Dungeon Every Buddy Streamcap