Photo Mode: cos'è e che ruolo ha nei giochi 7

Si fa presto a dire photo mode, ma cos'è esattamente? E perché è così importante per giocatori e publisher?

VIDEO di Francesco Serino —   23/07/2020

Si fa presto a dire photo mode ma questa semplice funzione, a prima vista del tutto secondaria, ha avuto un ruolo fondamentale nella generazione di console che ci stiamo lasciando alle spalle, e ora vi spieghiamo il perché.

Partiamo nel dire che i primi giochi a sfruttare il photo mode sono stati i giochi di guida, dove in anticipo sul tempo abbiamo visto spuntare anche tutte quelle funzioni tipiche della fotografia reale, come la possibilità di decidere l'apertura dell'obiettivo e tutto il resto. Il successo è stato tale che ben presto anche gli altri generi hanno iniziato ad introdurre opzioni simili, per un evoluzione che ci ha portato addirittura a dare per scontata la presenza del photo mode, arrivando a storcere il naso se la funzione non è presente fin dal cosiddetto "day one".

Share

Ben presto anche le case produttrici di hardware si sono accorte della forza del photo mode arrivando addirittura a dedicargli un pulsante apposito, come ha fatto Sony aggiungendo il tasto Share sul pad PlayStation 4. Era da decenni che un opzione software non è arrivava a tanto e il motivo è presto detto: il photo mode è una forma di pubblicità totalmente gratuita. Guardate cosa è accaduto agli inizi di questa generazione, quando Facebook e Twitter sono stati inondati da scatti di giochi PlayStation 4, mentre Xbox One si è dovuto accontentare di Mixer, ovvero dell'invisibilità totale. La forza del photo mode è tale che persino Nintendo se ne è accorta, e sappiamo tutti molto bene quanto l'azienda giapponese sia restia a inserire funzioni che non siano legate strettamente al videogioco giocato, figuriamoci quelle che si affidano a sistemi esterni e di cui non ha il controllo come i social network. E invece eccoci qui, con un Nintendo Switch non solo in grado di scattare immagini e registrare brevi clip con la semplice pressione di un tasto, ma anche di condividerle direttamente sui social più in voga. In Super Mario Odyssey, Nintendo ha anche inserito un photo mode di buonissima qualità, con filtri, zoom e tante altre interessanti opzioni.

Photo Mode: cos'è e che ruolo ha nei giochi

Scatti virali

Scattare foto in-game è al di là delle sue ripercussioni sul mercato una possibilità davvero straordinaria, in grado di farti ripercorrere le avventure appena vissute attraverso dieci, cento, mille scatti, esattamente come si farebbe con una vacanza. Chi vi scrive, ha cambiato due pad PlayStation proprio per aver consumato il tasto Share dopo giga e giga di foto scattate nei suoi titoli preferiti. C'è persino chi è diventato popolare proprio grazie alla possibilità di registrare all'istante, come per esempio è accaduto al ragazzo che per primo ha incontrato i Thargoid in Elite Dangerous.

No, il photo mode è molto più che lo scattare foto al teabagger di turno...